Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

sabato, maggio 19, 2007

Il Ministero degli Interni, Ratzinger e il terrorismo!

Si tratta dell’attività di terrorismo, al fine di destabilizzare il dettato Costituzionale, messa in atto dal Ministero degli Interni.
Aveva, ed ha, sempre qualcos’altro da fare piuttosto che reprimere i crimini di terrorismo!
Così, di fatto, il Ministero degli Interni ha collaborato con Ratzinger e con Wojtyla per destabilizzare la società civile.
Per il Ministero degli Interni, sparare nella psiche dei ragazzi costringendoli in ginocchio davanti al crocifisso e sottraendoli dall’essere dei soggetti di diritto Costituzionale, è del tutto normale. peccato che ciò obbedisca a valori morali propri della Monarchia Assoluta e non della società Democratica che vede la sua legittimazione nel rigoroso rispetto della Costituzione della Repubblica! Ciò significa una totale mancanza di rispetto per la società civile.
Prelevo dal sito:

http://www.repubblica.it:80/2007/05/sezioni/esteri/video-preti-pedofili/video-preti-pedofili/video-preti-pedofili.html

---
Scambiato da migliaia di utenti nel mondo il documentario
che svelerebbe come Ratzinger tutelò alcuni sacerdoti responsabili di abusi
L'inchiesta Bbc sui preti pedofili
diventa un caso su internet


ROMA - Un'onda di indignazione attraversa la rete e acquista ogni giorno portata maggiore. E' bastato poco, che in realtà "poco" non è. La messa in Rete di un documentario della Bbc, titolo Sex Crimes and the Vatican, andato in onda in Gran Bretagna nel 2006, nel quale si svelano i risvolti inquietanti di una vicenda che coinvolse decine di sacerdoti, responsabili di reati di pedofilia, come quelli della diocesi di Ferns, contea di Wexford, Irlanda. E di come i reati, e i loro autori, vennero tutelati dalle autorità ecclesiastiche. Il video, che in Italia è stato acquistato da una società specializzata che sta provando a rivenderlo alle emittenti nazionali, è fra i più visti su You Tube e Google. La società ha diffidato formalmente il nostro sito a diffonderlo.

Nel documentario, si parla soprattutto del Crimen Sollicitationis, il documento segreto emesso dal Santo ufficio del Vaticano (oggi Congregazione per la dottrina della fede) nel 1962: fornisce istruzioni ai vescovi su come trattare i casi di sacerdoti accusati di usare la segretezza del confessionale per fare avances sessuali ai penitenti. Ma soprattutto di come porsi di fronte a crimini peggiori, come il coinvolgimento di un prete in rapporti sessuali con un animale, un bambino o un uomo.

Ebbene, il garante dell'applicazione di quelle direttive fu Benedetto XVI, all'epoca dei fatti ancora cardinale Joseph Ratzinger. Fu lui il responsabile della direttiva con la quale lo scandalo venne messo a tacere e i preti furono protetti e nascosti alle autorità.

Il video è crudo e esplicito, riporta le testimonianze di chi, all'epoca bambino, fu vittima degli abusi. Che viaggiasse su internet era prevedibile così com'era inevitabile che alimentasse la discussione. Utenti premurosi si sono presi la briga di tradurre e sottotitolare la versione integrale del documentario anche nella nostra lingua.


Così, la Ferns Inquiry, il Rapporto Ferns, ovvero l'inchiesta governativa ufficiale irlandese del 2005 che riguardava le denunce di abusi avvenuti nella diocesi irlandese, ma anche gli altri contenuti del documentario, si sono trasformati in uno dei documenti attualmente più diffusi e scambiati sul Web. Il dibattito si infiamma su siti e blog italiani, fra riflessioni pacate, giudizi netti e, com'è legittimo, dubbi e contestazioni.

---fine articolo prelevato---

Il filmato in questione, fintanto che vi resta, lo trovate all’indirizzo:

http://video.google.it/videoplay?docid=-195322232469003782&q=pedofilia+vaticano

Il problema è che i terroristi sono favoriti e difesi, per vari motivi, dal Ministero degli Interni, mentre lo stesso accusa di terrorismo coloro che mettono in essere delle azioni, sia pur illegali, nel tentativo di riportare la giustizia sociale. Per contro, il Ministero degli Interni, per garantire l’impunità a molti personaggi, lancia spesso allarmi ingiustificati e strumentali, come l’ultimo che chiamava in causa gli “anarchici insurrezionalisti” come autori di missive esplosive.
Non si tratta di eversione del Ministero degli Interni, ma di una malattia di ordine educazionale per cui la Polizia di Stato espone il crocifisso a mo’ di minaccia nei confronti della popolazione, mentre a sé stessa garantisce il diritto Costituzionale portando la Stella a Cinque Punte della Repubblica Italiana.
E intanto il terrorismo, grazie al venir meno dei propri doveri del Ministero degli Interni, danneggia irreparabilmente la società civile.
Quali problemi, appena domani, la società civile dovrà affrontare perché il Ministero degli Interni è venuto meno al giuramento di fedeltà alla Repubblica consentendo al terrorista Ratzinger e alla sua organizzazione terrorista, di aggredire la società civile? Di costringere bambini a pregare come ossessi, anziché attrezzarli per affrontare il loro futuro di cittadini consapevoli di diritti e di doveri?
E chi risponderà per quei delitti? Oppure il Ministro degli Interni continuerà a perseverare nella diffusione dell’odio sociale nella convinzione che, essendo l’Essere Umano creato ad immagine e somiglianza di un dio padrone e cretino, si può tranquillamente stuprarei bambini per impedire loro: “... il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori [leggi: cittadini ndr.] all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.”.

Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendsita Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera - Venezia

Nessun commento: