Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

domenica, giugno 10, 2007

Le minacce di Di Noto contro la società civile; la Polizia e la Magistratura Italiana!


Di Noto ha dichiarato di voler portare chi è indignato dai suoi comportamenti e dai comportamenti della chiesa cattolica in tribunale! Di Noto intimidisce, minaccia: MA NON FA PAURA!
Non ho paura dell'attività di terrorismo della chiesa cattolica: i cattolici sono bravi solo a sparare nella psiche dei bambini!
Prima o dopo si DEVE processare l'intera chiesa cattolica e Di Noto si dovrà portare l'INTERA CHIESA CATTOLICA IN TRIBUNALE, dal macellaio di Sodoma e Gomorra al pazzo di Nazareth, a Ratzinger fino all'ultimo cristiano di questo paese in quanto Di Noto non è indicato come persona, ma come attività in QUANTO PRETE. Cioè membro dell'organizzazione denominata Chiesa Cattolica ed agisce per conto e in nome di essa (poi parleremo del bambino nudo alla presenza del quale Gesù fu arrestato, in Marco e degli ordini di possesso con cui il macellaio di Sodoma e Gomorra ha riempito la bibbia)! IO SONO PRONTO a controdenunciare!
Ricordo che sono anni che denuncio l'attività di manipolazione mentale e plagio della chiesa cattolica:
http://www.stregoneriapagana.it/plagio.html

Non ho i mezzi della chiesa cattolica, ma almeno ho la passione per la società civile che la chiesa cattolica disprezza e devasta!
Ho letto la notizia di una denuncia (non so se sia vero, lo sarà quando e se mi arriverà la comunicazione) dal sito:

http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=81397

Riporto lo stralcio che studierò meglio, ricordando sia che sono anni che indico come grave e pericolosa l'attività di Di Noto in quanto, questo personaggio, sostituendosi alle istituzioni (si fa passare come una specie di poliziotto del web) di fatto si è data una patente di relazioni personali con magistrati e con poliziotti si da intimidire chiunque è critico nei confronti della sua attività. Ricordo quando Di Noto accusò genericamente dei politici di coprire i pedofili e quando gli fu chiesto i nomi non li fece: era solo un tentativo di calunniare chi aveva idee diverse dalle sue!
Ricordo che una previsione di quello che sarebbe stato il comportamento di Di Noto, di cui parla l'articolo, è stata messa sull'NG prima della trasmissione di Santoro prevedendone il suo comportamento nella trasmissione televisiva a cui avrebbe partecipato: COSA CHE E' PUNTUALMENTE AVVENUTA, ad esempio col ragazzo siciliano in cui dice, più o meno "io ti sono stato vicino col silenzio" che sarebbe a dire: "TI HO SPUTATO IN FACCIA!"

Riporto la parte dell'articolo che mi interessa:

---

"A Di Noto interessa soltanto proteggere l'attività di stupro di minori indicata da Gesù, proteggere la devastazione sociale e il delirio di dominio dei cristiani». «Don Di Noto è un maiale.». Ma non ci sono solo gli insulti.
C'è anche chi parla senza mezzi termini: «Don Di Noto è un pedofilo terrorista. Che copre la mafia cattolica».

Sono su questo tono le incredibili calunnie, ingiurie e minacce lanciate su alcuni portali molto frequentati del web contro don Fortunato Di Noto, il sacerdote fondatore dell'associazione antipedofilia Meter, dopo la partecipazione alla trasmissione AnnoZero di Santoro. Parole pesanti che hanno convinto don Fortunato a querelare per calunnia, diffamazione e ingiurie gli autori di questi post e a chiedere l'intervento della Polizia Postale e delle Comunicazione.

"L'attacco più duro, in questo campo, è diffamare deliberatamente chi è prete ed opera dalla parte dei bambini.", commenta amaro il sacerdote. Che per un altro blogger "protegge il delirio di possesso delle persone nel tentativo di ripristinare il regime monarchico e disarticolare la Costituzione della Repubblica. Ad Anno Zero, grazie alle sue relazioni terroristiche-mafiose avrà ampio spazio per insultare la società civile e il diritto della chiesa cattolica di stuprare bambini costringendoli in ginocchio davanti ad un crocifisso!".

----

Di Noto pretende che le persone si mettano in ginocchio davanti a lui! Mentre la stessa Corte di Cassazione ha deliberato che ogni sentenza giudiziaria va criticata, Di Noto pretende che la sua attività sia sottratta alla critica e usa la magistratura per ricattare le persone della società civile!
L'articolo è una minaccia all'articolo 21 della Costituzione della Repubblica per sostituirlo col principio cristiano: "O fai quello che voglio io o io ti ammazzo!" espresso dai cristiani mediante l'esposizione del crocifisso nei luoghi pubblici!

Bene, ci vedremo davanti ad un magistrato!
http://www.stregoneriapagana.it/


Appare del tutto evidente come Fortunato di Noto faccia della menzogna arte della propaganda.
L’e-mail che egli censura è la seguente:


don Fortunato di Noto è un prete pedofilo. Come disse il pubblico ministero Della Costa: "A me non importa quale ruolo hai nella banda, sei responsabile di tutti i crimini della bamda" e la bamda è quella cattolica. A di noto interessa soltanto proteggere l'attività di stupro di minori indicata da Gesù, proteggere la devastazione sociale e il delirio di dominio dei cristiani.
Di noto protegge il delirio di possesso delle persone nel tentativo di ripristinare il regime monarchico e disarticolare la Costituzione della Repubblica. Ad Anno Zero, grazie alle sue relazioni terroristiche-mafiose avrà ampio spazio per insultare la società civile e il diritto della chiesa cattolica di stuprare bambini costringendoli in ginocchio davanti ad un crocifisso!

Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell'Anticristo

Questa e-mail è stata postata sugli NG, fra i quali it.cultura.religioni, circa 10 ore prima della trasmissione televisiva con Santoro. L’attività di devastazione sociale di Di Noto è stata più volte denunciata, come è stata denunciata alla Polizia Postale l’attività di denigrazione e di terrorismo messa in atto da elementi della Chiesa Cattolica contro altre religioni.
In ogni caso mi fa piacere che Di Noto denunci il (quello che era allora) Pubblico Ministero Michele Della (o Dalla) Costa di Venezia e l’intera Procura della Repubblica di Venezia, perché appare evidente che nell’e-mail pubblicata 31.05.2007 alle ore 10.08 è Michele Dalla Costa, Ugolini Rita, Ferrari, Carlo Mastelloni, Pietro Calogero, Palombarini e tutti gli altri compreso Pisani e compreso il Tribunale di Sorveglianza di Venezia che accusano Di Noto di attività di TERRORISMO! Io, dal momento che il Codice Penale non mi è stato insegnato né alle scuole elementari, né alle scuole medie, ho appreso da dette persone le regole della società civile!
Ricordo che un paio di giorni prima della trasmissione di Santoro, in un'intervista, ha fatto pressioni su Santoro affinché non parlasse della pedofilia dei preti cattolici, ma della pedofilia in generale! Non è forse questo un voler proteggere la chiesa cattolica nella sua attività di violenza sui minori? Inoltre, sempre nella stessa intervista, Di Noto afferma: ''Perché allora non discutere delle lobby pedofile internazionali? Meter può offrire una documentazione unica, e inedita al mondo'' il che è come dire che la Polizia di Stato è fatta da incapaci perché "solo?" Di Noto ha quei documenti. Come le accuse di proteggere la pedofilia rivolte genericamente a dei politici qualche anno fa? E non è forse, stando ai processi, la chiesa cattolica la più grande lobby pedofila? E non è forse per proteggere l'attività pedofila della chiesa cattolica che Di Noto ha rivolto quell'appello a Santoro? E non è forse per lo stesso motivo che Di Noto afferma come la pedofilia sia presente in tutte le professioni? Dimenticando che solo la chiesa cattolica, e le religioni monoteiste (anche se poi, con l'avvento del colonialismo vengono imitate da altre, come i buddisti), pratica la manipolazione mentale dei bambini sia mediante la preghiera che attraverso l'imposizione violenta della credenza in un dio creatore a cui i bambini sono costretti a sottomettersi psicologicamente sottratti dal loro essere dei soggetti di diritto Costituzionale. Le persone di ogni professione hanno subito questa aberrazione: se sono pedofili è perché la chiesa cattolica li ha costruiti come pedofili costringendo, mediante la violenza, la veicolazione delle loro pulsioni sessuali in quella direzione mediante l'ideologia del possesso ad opera del dio padrone. Solo le religioni monoteiste fanno questo!
Se avete notato, durante la trasmissione televisiva di Santoro, le persone che avevano subito violenza a Firenze, non hanno denunciato i fatti alla magistratura perché, la prima violenza che avevano subito, il primo stupro, consisteva nella violenza che le ha portate a credere che il prete agisse per mandato e in nome di Gesù!
Il delirio psichiatrico da onnipotenza, quello che poi manifesta il disagio sociale, è imposto mediante la coercizione educazionale da TUTTA la chiesa cattolica ai bambini e TUTTI i cattolici sono ugualmente responsabili di stupro psichico nei confronti dei minori. Va da sé che è compito della Magistratura limitare l'attività dei cattolici all'interno delle strutture della LORO organizzazione religiosa (come vuole il concordato e la laicità dello stato ribadita più volte dalla Corte Costituzionale). Quando i loro principi religiosi, propri della Monarchia Assoluta, vengono imposti, in vari modi e a vario titolo, alla società civile, si tratta di attività di eversione dell'ordine democratico!
Noi, come società civile, possiamo solo suscitare quel moto di spirito che portando all'indignazione delle persone permetta la riaffermazione dei Principi Costituzionali sull'attività di possesso delle persone fatta dai cristiani cattolici!
A volte, in rete, si trovano anche altre cose, come questa trovata il 10 giugno 2007, ma senza data:
http://www.associazioneprometeo.org/pilot.php?action=new_pg&cl=6&ip=191&iv=191&im=193

Don Di Noto: Ridicoli i suoi comunicati stampa. Faccia davvero qualcosa per i bambini!
A fronte della dichiarazione di Don Di Noto interviene Massimiliano Frassi, presidente dell’associazione Prometeo(www.associazioneprometeo.org) : "Ridicole e sconcertanti. Queste le uniche due parole con cui si possono commentare le ennesime dichiarazioni di don Di Noto, sul caso Brescia.Di Noto non si è vai visto in città in udienza né a dare sostegno alle vittime: inoltre la “sindrome del giustiziere” di cui parla per definire l’assoluzione degli imputati bresciani è a dir poco vergognosa. Purtroppo nel nostro paese continuano ad esserci “esperti” che combattono la pedofilia solo per mezzo di comunicati stampi, finalizzati secondo la mia opinione, più a ribalte mediatiche che alla ricerca della verità ed alla tutela reale delle vittime. Che noi e Di Noto si stia su fronti diversi lo dimostra la sua solidarietà ed il suo sostegno al prete imputato e scagionato, e la nostra solidarietà ed il nostro sostegno alle vere vittime: i bambini.
---

Marghera, 10 giugno 2007
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendsita Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 Marghera Venezia
Tel. 041933185

Nessun commento: