Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

giovedì, novembre 01, 2007

Quando Lorita Tinelli spargeva odio religioso! Sicuri che non lo stia facendo ancora?



Oggi la vediamo in TV, Lorita Tinelli, a censurare le attività del gruppo Arkeon diretto da Vito Carlo Moggia ed appoggiato in vari modi dal frate predicatore di Ratzinger, Raniero Cantalamessa e dal prete cattolico don Angelo de Simone più un altro prete cattolico e almeno una suora (stando alle testimonianze). Parla in TV delle sue frequentazioni con la digos per le indagini, ma dimentica di dire quando lei partecipava ad una setta in cui Maurizio Antonello si è suicidato. Una setta nella quale c’era la famigerata criminale Sivana Radoani e l’ex Testimone di Geova Adriana Odivelli la cui madre spargeva odio religioso minacciando chi non era cattolico.
Si trattava di pratica di terrorismo religioso che aveva il solo fine di disarticolare le Istituzioni. Non solo la famigerata criminale Radoani Silvana agiva in sintonia con i criminali che a Bologna hanno costruito prove false per incarcerare Dimitri (Ferrari e Del Re), ma minacciavano e ricattavano sistematicamente le persone che non erano cattoliche. Maurizio Antonello, che partecipava alla setta con la Tinelli, la Radoani e la Odivelli si è suicidato, ma la polizia di stato si è guardata bene dall’inquisirle e censurarne l’attività di odio religioso che andavano mettendo in essere.
Fu un sodalizio criminoso: LO E’ ANCORA?
Molto probabilmente si è riciclato in forma diversa, ma con gli stessi obbiettivi: fare soldi spargendo odio religioso!
Lascia perplessi che la Tinelli oggi appaia contrapposta a persone legate al Vaticano, ma la sua ferocia criminale resta una costante. Il suo disprezzo per i sentimenti religiosi e il suo odio per le persone e per la Costituzione della Repubblica è storicamente acquisito e dimostrato nella sua attività partecipativa a questo sodalizio criminoso del quale il suicida Antonello appare come organizzatore.
Noi, come Pagani Politeisti, che abbiamo sofferto per le azioni criminose di questi personaggi sappiamo di quanto odio per le Istituzioni grondino le loro mani!
Invio un esempio dell’attività del sodalizio criminoso:




“MAGISMO, DIVINAZIONE ED ALTRE ESOTERIE NEL VENETO E ALTROVE”
Mestre, Centro Culturale Candiani, 3-12 novembre 2003
da un progetto di Maurizio Antonello

Relazione conclusiva
602 presenze, di cui 4 classi di Istituti superiori di Mestre,
10 giorni consecutivi di esposizione,
4 volontari ARIS Veneto impegnati e presenti permanentemente,
1 “mago” illusionista (volontario ARIS Veneto) per giochi interattivo-educativi con le classi,
2 conferenze di approfondimento collaterali alla mostra,
6 relatori, provenienti dalle città e dintorni di Milano, Torino, Como, Rimini e Bari,
4 le pubblicazioni tematiche realizzate per l’occasione,
2 CD interattivi, anch’essi realizzati per l’iniziativa, ad uso dei visitatori,
2 filmati VHS di carattere generale in funzione a ciclo continuo,
3 questionari-test interattivi a scopo ludico-educativo,
2 servizi televisivi (TG3 e TeleNordEst) e diversi articoli sulla stampa locale.
CO-ORGANIZZAZIONE:
Comune di Venezia - Assessorato alla Pubblica Istruzione - Servizio Itinerari Educativi,
dott.ssa Silvana Radoani (Bologna),
curatrice della mostra, esperta di movimenti e fenomeni magico-occultistici, autrice di un dossier tematico, di un CD interattivo e di un filmato VHS, ha contribuito al reperimento di buona parte del materiale espositivo, ha svolto attività di supervisione, formazione e supporto ai volontari impiegati in loco.
COLLABORAZIONI:
dott.ssa Lorita Tinelli (Bari),
presidentessa del Ce.S.A.P. (Centro Studi Abusi Psicologici), psicologa, autrice di due dossier tematici e di un CD interattivo, a sua volta volontaria ARIS Veneto, ha svolto attività di relatrice e di supporto ai volontari impiegati in loco,
Tommaso Venturini (Bologna),
autore della tesi di laurea “Il proiettile magico” sul caso Wanna Marchi,
Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale,
la sede di Padova del C.I.C.A.P. ha fornito materiale informativo e curato i contatti con il dott. Lorenzo Montali (Milano), co-fondatore del Comitato e relatore alla conferenza dell’11.11.2003,
Mago Marshall (Favaro Veneto),
prestigiatore illusionista, volontario ARIS Veneto, ha coinvolto le classi in giochi di “magia” a scopo educativo,
dott. Alberto Laggia (Mestre),
giornalista, moderatore della conferenza dell’11.11.2003,
Comitato Forte Gazzera (Mestre),
associazione di volontariato, ha fornito supporto strumentale per l’allestimento e lo smantellamento dell’esposizione,
Davide Dall’Osso (Pesaro),
scultore, alcune delle sue opere cristallizzate hanno reso la mostra più bella e suggestiva.
I CONFERENZIERI:
Lorita Tinelli - Ce.S.A.P. (Bari),
Giorgio Gagliardi - Scuola Europea di Psicoterapia Ipnotica AMISI di Milano (Como),
Maurizio Alessandrini - Associazione FA.V.I.S. Famiglie Vittime delle Sette (Rimini),
Francesco Castellotti - FEDERCONSUMATORI (Milano),
Lorenzo Montali - C.I.C.A.P. (Milano),
Laura Fezia - scrittrice, studiosa del “mistero”, insegnante di tecniche energetiche (Torino).
L’ITINERARIO DELLA MOSTRA:
Durata:
1 ora e 40 minuti circa (percorso, concordato con il Servizio Itinerari Educativi, comprensivo dello “spettacolo” del Mago Marshall),
Itinerario:
i visitatori sono invitati a seguire un percorso armonico attraverso le varie sezioni della mostra, lungo il quale sono accompagnati dai volontari; il percorso comincia con un questionario anonimo di carattere generale allo scopo di suscitare delle domande nel visitatore e di invitarlo, una volta completata la visita, ad esprimere le sue valutazioni e suggerimenti; prosegue con il passaggio-provocazione sotto alla scala (ritenuto fonte di sfortuna) e attraversa le varie sezioni (divinazione e superstizione, erbe a candele, i tarocchi e altre carte divinatorie, i trucchi degli operatori dell’occulto, amuleti e talismani, le fatture, i libri dei maghi e i cataloghi della magia commerciale, cronache e vicende giudiziarie, pubblicità e mass media, statistiche, il museo dell’impossibile); nel percorrere la mostra, il visitatore viene ancora invitato ad interagire con essa attraverso test, questionari e drammatizzazioni che affrontano, con la giusta dose di ironia, i miti, gli inganni e i pericoli del mondo dell’occulto; quanto sopra assume particolare rilevanza con i ragazzi delle scuole, con i quali si è puntato ad una particolare interazione: i volontari hanno tratto spunto dai questionari e dalle reazioni dei ragazzi per proporre riflessioni, invitare a raccontare episodi o a descrivere paure e perplessità, mentre il Mago Marshall, attraverso numeri di prestigio e mentalismo, ha scherzosamente dimostrato come sedicenti sensitivi, indovini ed esoteristi ricorrano a trucchi utilizzati anche dai prestigiatori.
LE PUBBLICAZIONI:
Lorita Tinelli
La verità che tu cerchi forse da me la puoi trovare
(50 pagine, formato quaderno - sulla pubblicità e i mezzi promozionali dei maghi) Lorita Tinelli con prefazione di Maurizio Antonello Presi per il collo da una catena
(50 pagine, formato quaderno - sulle "catene di S. Antonio")
Silvana Radoani
Una fattura mai arrivata (50 pagine, formato quaderno - sulla legge e le implicazioni giudiziarie dei maghi)
Tommaso Venturini
Il proiettile magico (148 pagine, formato quaderno - sul caso Wanna Marchi)
I CD INTERATTIVI:
“Magismo, divinazione ed altre esoterie nel Veneto e altrove” a cura di Silvana Radoani,
presentazione dei contenuti della mostra attraverso immagini animate.
“I misteri di Cagliostro” a cura di Lorita Tinelli,
un profilo del famoso alchimista.
Quanto sopra per riassumere sinteticamente la portata di questa iniziativa, così ambiziosa e impegnativa per la nostra associazione, ma dagli esiti altrettanto lusinghieri.
La prematura scomparsa del dott. Maurizio Antonello, ideatore del progetto, ha privato tutti noi di una rara intelligenza e sensibilità nel campo di ricerca cui si era dedicato ed in questo specifico frangente di colui al quale era stato affidato il ruolo di coordinatore dei lavori. La funzione di curatore della mostra è stato, pertanto, demandato alla dott.ssa Silvana Radoani (Bologna), la cui esperienza e il consolidato rapporto di collaborazione con il primo hanno contribuito notevolmente al buon esito dell’iniziativa. L’allestimento della mostra, curato non tanto in chiave descrittiva (non era certo questo lo scopo del progetto!), quanto in chiave educativa, mirava all’interazione col visitatore e, pertanto, alla sollecitazione della sua curiosità, del suo senso critico e di autodifesa attraverso provocazioni, giochi, fantasie e riflessioni per smontare le credenze, la superstizione e le paure che suscitano i ciarlatani e i truffatori dell’occulto.
La co-organizzazione del progetto con il Servizio Itinerari Educativi ha comportato:
l’inserimento dell’iniziativa nella programmazione annuale di competenza del Servizio per le scuole del territorio di Mestre e Venezia,
la sua pubblicizzazione nelle scuole, anche attraverso la distribuzione di locandine e volantini;
la pianificazione delle visite delle scuole interessate;
l’individuazione nelle due conferenze di momenti di formazione per gli insegnanti;
la partecipazione dell’Assessorato di riferimento, che anche con la sua presenza alla conferenza di inaugurazione ha rappresentato la sensibilità dell’Amministrazione comunale alle tematiche affrontate;
la possibilità di usufruire (e gratuitamente) della sala espositiva al Centro Culturale Candiani;
un sostegno alle spese sostenute dall’Associazione attraverso l’erogazione di un contributo (si precisa, a tale proposito, che la dicitura su pubblicazioni e CD facente riferimento al contributo del CSV della Provincia di Venezia è condizione posta dallo stesso).

La fruizione della mostra è stata garantita dalla presenza costante di 4 volontari ARIS Veneto, che, coadiuvati da Radoani e Tinelli, hanno accolto i visitatori e gli studenti con funzioni di guide nell’itinerario e di informatori verso coloro che desideravano degli approfondimenti. Nei giorni di maggiore affluenza sono stati affiancati da altri 3-4 soci volontari che si sono turnati nella vigilanza.
Dell’iniziativa si sono occupati i mass media con due servizi televisivi (TG3 e TeleNordEst) e diversi articoli su quotidiani e periodici (non solo della provincia di Venezia), di cui si allega un estratto.
Sono in corso di elaborazione i dati raccolti con i questionari individuali attraverso programma EXCEL, al fine di ricavarne utili dati statistici e aggregati per le valutazioni nel merito.
Mira, 20 gennaio 2004
Il Vice Presidente
dott.ssa Arianna Odivelli



Prelevato da:
http://64.233.183.104/search?nVconcve.doc+lorita+tinelli&hl=it&ct=clnk&cd=35&gl=it
------
Riflettete bene di quanto sangue e di quante lacrime grondano le mani di chi sparge odio religioso in questo paese.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 Marghera - Venezia