Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

domenica, febbraio 10, 2008

Il gioco delle elezioni e l'arte del controllo sociale

E’ un gioco che voglio fare per questa tornata elettorale.
Si vota, come tutti sapete il 13 aprile.
La domanda è: che risultati avremmo?
Chi uscirà vincitore?
Proviamo ad analizzare, di volta in volta, i dati che emergono per riuscire a costruire dei parametri su cui ragionare.

C’è stato un tempo, prima che Achille Occhetto distruggesse il PCI e Forlani fosse travolto dagli scandali di mani pulite, che riuscivo, pur senza nessuna agenzia a sapere come sarebbero andate le elezioni con una buona approssimazione.

In quel tempo ero un tifoso per una parte politica e beneficiavo del fatto che le tensioni di quella parte politica diventavano importanti per la società civile.

Ora sono esterno alla contesa politica. E’ vero che guardo con favore tutti coloro che costruiscono la libertà sociale, ma sono consapevole che chi parla di “libertà” lo fa solo per ingannare. Un po’ come “il lavoro rende liberi” che i nazisti scrivevano fuori dai campi di sterminio per ingannare le aspettative dei deportati. E dal momento che le persone sono educate a farsi ingannare, chi si riempie la bocca di libertà lo fa sempre, e sottolineo sempre, per ingannare a meno che quella parola non la riempia di significato.
Ciò non significa che dentro a quelle formazioni ci sia qualcuno che alla libertà ci crede, ma io, per esperienza, separo fra coloro che vogliono la libertà per delinquere (Paolo di Tarso, Gesù, il dio dei cristiani, Ratzinger, e chi si identifica come dio padrone) da chi vuole la libertà come possibilità di organizzarsi all’interno delle leggi senza subire violenze in violazione della legge.

Capire come andranno le elezioni politiche del 13 aprile significa capire qual è la percezione della realtà che ne ha la popolazione italiana e comprendere a cosa la popolazione italiana aspira.

La prima cosa che dobbiamo aspettare è il quadro che si presenterà agli elettori una volta che saranno depositate le liste e le alleanze.
Come si presenta il Partito Democratico? Avrà con sé l’Italia dei Valori?
E qual è la percezione della società italiana dell’Italia dei Valori e del Partito Democratico?
Quale risultato potranno avere alle elezioni?

E il Popolo o Partito delle libertà, che impatto ha sulla società civile?
Fondere alleanza Nazionale con la sua tradizione fascista in Forza Italia facendo diventare Forza Italia una formazione fascista; che cosa comporta?
E il “popolo” della Lega, come vive la fusione? Distribuire olio di da macchina e manganellate in camicia nera o in giacca e cravatta, è forse diverso?
E’ Forza Italia che diventa fascista o è il Fascismo che diventa Forzaitaliota? E i Forzaitalioti dimostrano forse per la prima volta di essere fascisti? E la Lega, con questa alleanza dimostra di volere la fascistizzazione del nord Italia o è Alleanza Nazionale a supportare l’antiitalianismo della Lega che parla di Roma Ladrona ogni volta che lei, la Lega, non è a “rubare” a Roma?
Inoltre, che cosa significa essere di desta? Che cosa significa essere di sinistra? Che cosa significa essere dell’UDC o del Partito democratico?

Infine, l’ultima domanda da porsi: in Italia sono i magistrati alleati della sinistra che perseguitano i leghisti, i forzaitalioti, i missini, gli udeurini di Mastella o i casinisti di Casini, o sono costoro che hanno costruito un sistema malavitoso di devastazione sociale? Cuffaro, condannato a cinque anni da magistrati, sicuramente nemici dell’UDC, veniva difeso, mentre, Burlando, multato da vigili urbani legati all’UDC (presumo dato il tipo di polemiche), avrebbe dovuto dimettersi perché andava in contromano per strada?
Non ho dimenticato la sinistra, voglio aspettare per capire come si presenta alle elezioni, anche se rilevo che non ci sono procedimenti penali nei suoi confronti forse perché sono meno invischiati in affari industriali, mafiosi o commerciali alla Montezzemolo. Il sindaco di un partitino comunista di Gela è appena stato salvato da un attentato mafioso, ma io analizzerò anche come le persone percepiranno questa separazione fra piccoli partiti di sinistra e il Partito Democratico che ha deciso di rompere con le alleanze.

Io sono esterno a tutti i giochi politici anche se, chiaramente, preferisco che vinca le elezioni chi intende riaffermare la Costituzione come valore da proteggere nelle azioni di ogni cittadino prima di vedere i principi Costituzionali usati per derubare e stuprare la società civile (come stanno facendo i politici che si riferiscono a Ratzinger). E come esterno intendo analizzare i vari dati che si presenteranno nel corso della campagna elettorale dal punto di vista delle persone qualunque. Quelle che non vanno a votare o che potrebbero andare a votare.

Intanto, la prima cosa che devo notare è questa: usare il termine “libertà” nel dare un nome al partito di Berlusconi consente, dal punto di vista della propaganda (pur possedendo molte televisioni) di far dimenticare che Berlusconi ha governato con una maggioranza bulgara fino a meno di due anni fa’?

Se la risposta è sì, significa che gli Italiani possono essere indotti a pensare che dal 1948 al 1990 l’Italia non è stata governata dalla Democrazia cristiana, dal Vaticano e dalla Confindustria, ma dal Partito Comunista!
Metterò sul sito una serie di articoli di analisi sul blog da qui al 13 aprile. Dopo il quattordici aprile ne trarremo le conclusioni.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it