Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

domenica, marzo 23, 2008

Analisi elezioni politiche N. 21: Voti a qualunque costo: da Gesù all’Alitalia!

La campagna elettorale si avvia a raggiungere il suo culmine.
La vicenda Alitalia ha messo in movimento varie forze e ha dato fiato alla propaganda di Belusconi.
Da un anno si lavora per la vendita dell’Alitalia. La vendita di Alitalia implica due nodi che costruiscono la maggior parte delle perdite Alitalia. Il primo nodo è il trasporto merci che è in forte perdita e in forte perdita, per circa un quarto degli introiti (circa 80milioni di euro) è l’aereoporto di Malpensa. Un aereoporto privo di strutture, privo di quei servizi necessari ad un grande aereoporto internazionale per di più gravato dalla concorrenza di numerosi scali aeroportuali vicini che lo rendo inutile e superfluo. La sua costruzione fu una scelta politica e non commerciale. La ristrutturazione comporta notevoli sacrifici e non è più possibile rifinanziare né Alitalia né l’aereoporto per i dictat dell’Europa. Da un anno si preparavano le cordate per l’acquisto di Alitalia. A due settimane dalle elezioni Berlusconi chiede tre settimane di tempo per costruire una cordata. Se ne è sempre sbattuto del problema, come di altri, va da sé che si tratta di una manovra puramente elettorale al fine di accaparrarsi i voti del disagio di un disastro che Berlusconi e Formigoni hanno costruito.
Per noi la questione non è tanto la realtà economica, quanto gli effetti della propaganda di Berlusconi che finirà per calamitare i voti di una Lombardia che ancora crede nei miracoli. L’alternativa è il rischio di fallimento e la messa all’asta dell’intera compagnia. Le promesse in campagna elettorale sono fatte apposta per creare illusioni, non per proporre risoluzioni di problemi. Così, chi suscita le illusioni più credibili, vince.
E, sicuramente la mossa di Berlusconi ha funzionato nel focalizzare l’attenzione delle persone consentendogli di mantenere quel vantaggio di almeno 6 punti sul Partito Democratico che gli consente di vincere le elezioni.

Le esternazioni di Casini fanno un po’ da contrappeso alle prese di posizione di Berlusconi.

Per contro, la questione dell’aborto continua ad essere usata per attirare voti.

I socialisti di Boselli hanno arruolato il cristo Gesù!
Con uno spot che sarà presentato sabato prossimo Boselli rivendica i valori cristiani a fondamento delle sue liste.
Pessima mossa.
Già col tentativo di candidare Mastella, Boselli aveva perso l’appoggio di elettori socialisti, ora con la sua esternazione che ha il fine di mettere le mani nel serbatoio cristiano dei voti, non fa altro che allontanare definitivamente gli elettori laici.

La Destra di Storace, intanto, sta aggregando qualche voto di Alleanza Nazionale.

Rimane un quesito: i partiti minori sono destinati, ineluttabilmente, a perdere e a volte a non presentare nessun deputato e nessun senatore. Allora, perché partecipare?
La vita politica non finisce con queste elezioni, si pongono le basi politiche per le prossime elezioni. Un partito che non basa la sua forza sulle relazioni mafiose nella frenesia di gestire le Istituzioni, ma ha alla base un’ideologia sociale, intesa come progetto di società, non ha paura ad essere minoritario. Se la Destra o la Sinistra Arcobaleno non dovessero riuscire hanno sempre la possibilità di fare meglio alle prossime elezioni. Ma se il PdL non dovesse vincere le elezioni e perdere anche quei sei punti di vantaggio sarebbe un disastro ben maggiore.
Mentre in queste elezioni il PdL si sta giocando tutto, il futuro è diverso per gli altri partiti.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it