Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

mercoledì, aprile 09, 2008

L'idea cristiana del possesso e i danni che provoca nella società civile.

Tre questioni di rapporti sociali che illuminano sulla reale concezione dei diritti civili in Italia.
La magistratura interverrà e, forse, deciderà, ma che cosa è successo?
Soprattutto, che cosa ha generato queste situazioni angoscianti?

Tratto da:
http://www.leggonline.it/articolo.php?id=7740


MAMMA EBE, CHIESTI 10 ANNI
ATTESA IN GIORNATA LA SENTENZA

È attesa nelle prossime ore al tribunale di Forlì la sentenza nei confronti di 'Mamma Ebè, all'anagrafe Gigliola Giorgini, 74 anni, nata a Bologna e conosciuta come la "santona di Carpineta", e di un'altra quindicina di persone tra cui il marito Gabriele Casotto, 52 anni. Gli imputati sono accusati di una serie di reati tra cui, a vario titolo, associazione a delinquere per la commissione di esercizio abusivo della professione medica, somministrazione di medicinali pericolosi, falso ideologico in ricetta, truffa ai danni dell'Ausl di Cesena (che si è costituita parte civile), sequestro e maltrattamenti di bambini, «per motivi abbietti in danno di persone 'sofferentì nel corpo o nell'anima». Il Pm Filippo Santangelo, che ha depositato una memoria di 380 pagine per ripercorrere le accuse, nella requisitoria ha chiesto dieci anni di reclusione per la donna (oltre a una sanzione di 10.000 euro), due anni per il coniuge e fino a sei anni e mezzo per gli altri imputati. Mamma Ebe si era presentata a fine gennaio davanti alla Corte (presieduta da Orazio Pescatore), confermando di aver fatto applicazioni con le mani ai 'pazientì e di aver impartito la 'benedizione di san Michele Arcangelò, ma di non aver mai prescritto ricette o farmaci.

Intanto si apre il processo al frate cappuccino Fedele Bisceglie accusato di aver violentato una suora e di altre cosette. Allontanato dall’ordine dei cappuccini e titolare dell’Oasi, una comunità di poveracci attraverso la quale esercitava un controllo militare sulle persone. E’ un Don Gelmini in piccolo che si riteneva in diritto di violentare le persone quasi fosse un compenso per le sue prestazioni. Si rappresentava come il missionario umile che lava i piedi ai poveri “neri” quando stava davanti alle telecamere a riprenderlo e poi per telefono dimostrava tutto il suo disprezzo per le donne.

Altra questione da:

http://www.ansa.it/site/notizie/regioni/puglia/news/2008-04-09_109192060.html


Sedativi a bambini asilo privato di Nardo'

Gazzetta Mezzogiorno: inchiesta Cc Gallipoli e procura Lecce
(ANSA) - NARDO' (LECCE), 9 APR - Indagini dei Cc e della procura di Lecce per accertare se siano stati somministrati sedativi a bambini minori di 3 anni. Sarebbe avvenuto in un asilo privato di Nardo'. Secondo 'La Gazzetta del Mezzogiorno' che ha pubblicato la notizia, due coppie di genitori avrebbero denunciato che al ritorno dall'asilo i loro bimbi dormivano piu' del solito, e nelle urine di due bambini sarebbero state trovate tracce di benzodazepine, sostanza presente in tranquillanti e sonniferi.


Tre questioni ed un unico filo conduttore: I DEBOLI SI METTANO IN GINOCCHIO E NON RIVENDICHINO I LORO DIRITTI. Non sono persone, sono i poveri che dio ha dato loro e che loro possono far del bene quando vogliono (o violentare a piacimento, che poi è la stessa cosa!). Private del diritto di persone, ignorate dalle Istituzioni, le persone ricoverate, sia una comunità di recupero, sia il lager di Ebe, sia l’asilo di Nandò, devono stare zitti e comportarsi sottomessi e deferenti a chi rappresenta il dio padrone.
E’ l’educazione cristiana imposta sopra all’educazione Costituzionale che sta aggredendo i diritti civili di questo paese.
Violenza sui bambini, violenza sulle donne, violenza sui malati, violenza sui sofferenti in ginocchio davanti al dio padrone!
Violenza con la quale l’ideologia del possesso riafferma sé stessa offendendo la società civile.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it