Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

giovedì, aprile 24, 2008

Stato democratico e terrorismo sociale!

Tre notizie differenti?
No!
Tre notizie uguali che hanno al loro fondamento il terrorismo che i cittadini subiscono in questa società. Il terrorismo che priva i cittadini dei loro diritti sociali, dei loro diritti Costituzionali e che vede le Istituzioni non agire al fine di adempiere al loro dovere Costituzionale.
Si tratta di atti di terrorismo, voluti ed organizzati attraverso il controllo militare dell’educazione delle persone che vengono trasformate in bestiame per meglio poterle comperare e vendere.
Avviene dovunque in Italia. In qualsiasi condizione sociale. In qualsiasi ambiente.
Le persone educate ad essere PADRONE DI ALTRE PERSONE. Le persone educate a pensare all’altro come bestiame da stuprare, comperare e vendere. Quel diritto-dovere al possesso del proprio corpo che solo da pochi anni, e dopo una lotta durissima contro il terrore cattolico, è stato assunto ad elemento sacro della società civile in ossequio alla Costituzione.
Il disprezzo delle Istituzioni per le persone e la loro voglia di stuprare le persone impedisce a chi ha dei doveri sociali di ottemperarli facendo loro preferire l’atto e l’attività terrorista di devastazione istituzionale per fini e scopi che appartengono alla ricostruzione dello stato fascista mediante l’aggressione ai principi Costituzionali ad opera di individui che praticano il terrorismo nascosti dietro alle istituzioni: una sorta di onnipotenza omertosa che impedisce ad altre Istituzioni di indagarli!



24/04/2008 13:38 – TelevideoRai
VIOLENTATA E FILMATA DAI COMPAGNI DI SCUOLA

Violentata e ripresa con il telefonino dal branco. E' accaduto a Gubbio (PG) a una ragazza,che sarebbe stata vittima di cinque compagni di scuola. Il caso è è affidato al Tribunale per i Minori di Perugia. Il video è stato intercettato da alcuni professori,avvertiti da alunni che avevano scoperto lo scambio del filmato attraverso telefonini. I carabinieri stanno verificando se il video sia stato immesso anche in internet


Ha deviato il percorso del mezzo, cercando poi di abusare della passeggera
Conducente dell'azienda di trasporti pubblici agli arresti domiciliari
Bari, donna rimane sola sul bus l'autista tenta di violentarla
-
BARI - Un autista 48enne dell'Amtab, la municipalizzata dei trasporti pubblici di Bari, è agli arresti domiciliari con l'accusa di aver tentato di violentare l'unica passeggera rimasta a bordo di un autobus di linea. Gli agenti della squadra mobile della Questura hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Bari, su richiesta del pm inquirente Renato Nitti. L'accusa è tentativo di violenza sessuale. L'episodio è avvenuto di pomeriggio e risale a febbraio. La passeggera era salita sul bus per fare rientro a casa. Una volta rimasta sola, l'autista del mezzo ha deviato il percorso stabilito e si è diretto in una zona periferica: ha quindi tentato di violentare la donna, che ha però reagito in modo risoluto provocando la reazione dell'uomo. Questi l'ha prima picchiata, poi l'ha scaraventata fuori dal mezzo, facendola cadere sull'asfalto e provocandole numerose ferite in varie parti del corpo. Per l'uomo la procura della Repubblica aveva chiesto la detenzione in carcere, ma il gip ha disposto gli arresti domiciliari per i reati di tentativo di violenza sessuale, sequestro di persona e lesioni personali gravi.



http://ilgiorno.quotidiano.net/milano/2008/04/24/83227-segregata_stuprata_giorni.shtml


IN UN CAMPO NOMADI DI BISCEGLIE

Segregata e stuprata per 7 giorni:
la polizia ferma due giovani rom
Sono accusati di sequestro di persona, violenza sessuale e percosse. Durante la prigionia la donna avrebbe subito ogni tipo di maltrattamento: calci, pugni, ma anche sprangate, tanto che ora si trova ricoverata in prognosi riservata in ospedale

Milano, 24 aprile 2008 - Due uomini di etnia Rom sono stati fermati dagli agenti della Squadra mobile della Questura di Milano con l'accusa di aver sequestrato, picchiato e violentato per diversi giorni una donna rumena di 39 anni all'interno di una baracca nel campo nomadi di Bisceglie, nella zona Sud-Ovest del capoluogo Lombardo.
"Un incubo durato sette giorni". Cosí Francesco Messina, dirigente della Squadra Mobile di Milano, ha descritto la prigionia della donna. Lo scorso mercoledì la 39enne aveva incontrato uno dei suoi presunti aguzzini, un 33enne, in piazzale Maciachini.
Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l'uomo l'avrebbe costretta a seguirlo fino al campo nomadi di Bisceglie, dove l'avrebbe rinchiusa nella sua baracca trattenendola, con la complicità del cognato, fino a ieri pomeriggio. Durante la prigionia la donna ha subito ogni tipo di maltrattamento: calci, pugni, ma anche sprangate, tanto che ora si trova ricoverata in prognosi riservata in un ospedale milanese. La 39enne è riuscita a fuggire solo ieri pomeriggio e si è rifugiata in una casa d'accoglienza per le donne maltrattate, che le era stata consigliata da una donna del campo rom.
-

Ognuno di questi delitti va imputato alla chiesa cattolica. Va imputato al cristo Gesù. Va imputato al delirio di onnipotenza del dio dei cristiani che macellando chi vuole o divertendosi a spaccare le teste dei bambini educa le persone e i ragazzi a spaccare a loro volta le teste dei bambini e a fare violenza sociale.
Qunad’è che ci si renderà conto che la Costituzione non è una concessione che lo Stato ha fatto ai cittadini, ma lo Stato è legittimo SOLTANTO finché fa della Costituzione il suo dovere. Altrimenti lo Stato è illegittimo: è un’organizzazione criminale! Le Istituzioni sono illegittime: sono organizzazioni criminali.
Solo la Costituzione legittima lo Stato e ogni volta che i cittadini vedono violati i loro diritti: LO STATO SI E’ TRASFORMATO IN UN’ORGANIZZAZIONE TERRORISTICA e ogni “servitore dello stato” IN UN TERRORISTA CHE OGNI CITTADINI HA IL DOVERE DI PERSEGUIRE PER RIPRISTINARE LA LEGALITA’ DEMOCRATICA!

23 aprle 2008
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it