Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

mercoledì, maggio 28, 2008

Giunto quasi alla conclusione il commento all'enciclica Spe Salvi di Ratzinger

I cristiani e la gestione del “dopo morte”.
Ratzinger si pensa come il dio padrone.
Le polemiche fra cristiani sul Purgatorio.
Tommaso d’Aquino e l’inferno in terra.
Sono gli argomenti che tratto nell’analisi della Spe Salvi di Ratzinger:
Commento al quarantacinquesimo paragrafo

http://www.stregoneriapagana.it/spesalvi45.html

Non è semplice, ma la mole di lavoro che ho fatto per confutare le aspettative e svelare gli intenti di Ratzinger sono piuttosto articolati.
Ormai mancano solo cinque commenti agli ultimi paragrafi.
I Commenti ai paragrafi dell’enciclica delineano una strategia cristiana alla quale opponiamo la strategia d’esistenza dei Pagani Politeisti. Per Ratzinger non c’è differenza fra fare i tarocchi, predire il futuro determinato dal suo dio o fare l’astrologo che promette un dopo morte fatto su misura per le persone che vuole sottomettere.
L’Unione Europea si è dimenticata che censurare una credenza, quella nel cartomante, di fatto ha censurato anche le promesse nel purgatorio e nell’inferno di Ratzinger.
Quando, in Europa, si censura una CREDO, si censura OGNI CREDO! Non esiste una legge fatta per qualcuno e per qualcun altro no.
Per questo il Paganesimo Politeista è quanto mai necessario per la società degli Esseri Umani. Specialmente tenendo conto che il costo del Vaticano è il maggior onere di tassazione per il contribuente Italiano: il VATICANO costa più dello Stato!
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it