Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

giovedì, maggio 22, 2008

Popolo eletto e razza ariana!

Cristiani cattolici, cristiani protestanti, ebrei, musulmani, buddisti, sono in guerra fra di loro per contendersi le singole persone. Fanno le offerte migliori alle persone offrendo il paradiso, la reincarnazione, il karma. Oppure offrono speranza, posti di lavoro, sovvenzioni, aiuti internazionali attraverso le Organizzazioni non Governative (salvo coprire azioni di guerra e di spionaggio quando conviene loro). Sono in guerra per contendersi le singole persone, il potere economico o il controllo degli stati. Si contendono le persone come se contrattassero il prezzo del bestiame al mercato e la notizia sotto proveniente da Israele è solo un altro tassello di quell’immondenzaio di miseria sociale e morale in cui viene costretta l’angoscia e la disperazione delle persone:


Da:
http://www.infopal.it/testidet.php?id=8488

martedì 20 maggio 2008
Bruciano il nuovo testamento

(ANSA) - TEL AVIV, 20 MAG - Centinaia di volumi del Nuovo Testamento sono stati dati pubblicamente alla fiamme giovedi' scorso nella citta' israeliana di Or Yehuda (Tel Aviv) su istruzione del vicesindaco Uzi Aharon. Lo riferisce con grande evidenza il quotidiano Maariv secondo cui i testi sacri sono arsi mentre attorno seguivano la scena centinaia di allievi di una scuola ortodossa.Aharon ha spiegato al giornale di essere impegnato in una lotta serrata per contrastare nella sua citta' le attivita' di ''missionari cristiani''. La settimana scorsa, dopo aver appreso che costoro avevano distribuito copie del Nuovo Testamento, ha provveduto a raccoglierle casa per casa. ''Tutti i libri sono stati bruciati'' ha confermato.Fra le prime reazioni quella di Efraim Zuroff, direttore del Centro Wiesenthal di Gerusalemme, secondo cui da un lato occorre effettivamente sbarrare in Israele la strada ad attivita' missionarie, mentre dall'altro occorreva mostrare rispetto verso i testi cristiani. (ANSA)
-

ISRAELE: ROGO DI VANGELI,'SONO PROPAGANDA MISSIONARÌ / ANSA IN CITTÀ CON VICESINDACO ORTODOSSO. GOVERNO PER ORA NON CONDANNA (di Aldo Baquis) (ANSA)
- TEL AVIV, 20 MAG -
Le immagini di decine di testi cristiani ridotti in ceneri fumanti nella cittadina di Or Yehuda, presso Tel Aviv, hanno destato oggi incredulità e sdegno in Israele. A denunciare la profanazione è stato, con grande energia, il quotidiano Maariv. Espressioni di esecrazione sono poi giunte da opinionisti, intellettuali, e da privati cittadini in conversazioni alla radio o in interventi nei siti internet. Ma nessun esponente di governo nè alcuna personalità rabbinica ha finora protestato pubblicamente. Secondo il giornale l'episodio è avvenuto giovedì quando il vicesindaco di Or Yehuda Uzi Aharon, un ebreo ortodosso sefardita, ha avuto sentore che in un rione era stata appena distribuita «propaganda di missionari». Su sua istruzione, gli allievi di un collegio rabbinico sono passati di casa in casa per raccogliere i libri (vi erano testi del Vecchio e Nuovo Testamento e anche pubblicazioni in ebraico a sostegno della dottrina di Gesù) che sono stati poi raccolti in un campo e dati alle fiamme. Maariv ha pubblicato una foto di Aharon mentre tiene in mano alcuni testi, fra cui un Vangelo; alle sue spalle si notano le ceneri fumanti di altri libri. «Non c'è dubbio che la stampa ha ingigantito la vicenda» ha lamentato oggi Aharon. «Il rogo dei libri è stato una iniziativa spontanea di alcuni giovani, io sono arrivato a cose fatte...» Quei testi cristiani, ha aggiunto, «hanno leso i nostri sentimenti religiosi». «Secondo la nostra ortodossia, un libro che incita contro gli ebrei può essere arso» ha poi osservato. «Se c'è motivo di scandalo - ha concluso - esso scaturisce dalle attività dei missionari cristiani, che bruciano le anime di fedeli ebrei». A quanto pare i testi sono stati distribuiti da 'Ebrei messianicì che, pur osservando i riti ebraici, credono negli insegnamenti di Gesù. Il loro numero complessivo è di circa 10-15 mila, suddivisi in decine di piccole congregazioni in tutto il territorio israeliano. I loro più strenui nemici sono i membri della organizzazione ebraica ultraortodossa 'Yad le-Achim'. Un loro dirigente, Meir Cohen, ha detto la settimana scorsa al giornale religioso 'Hazofe« che »le attività dei missionari si stanno allargando. Noi le definiamo 'Crociate di argentò (allusione a presunti stimoli pecuniari, ndr), che ogni anno trascinano centinaia di persone dall'ebraismo al cristianesimo«. In molti commenti la prima associazione di idee degli israeliani è stata con gli eventi del 10 maggio 1933 nella Piazza dell'Opera di Berlino, la Bebelplatz, dove attivisti nazisti diedero fuoco a migliaia di libri di scrittori ebrei e non. Molti hanno anche ricordato le parole profetiche del poeta ottocentesco tedesco (ed ebreo) Heinrich Heine secondo cui »quando si arriva a bruciare libri, poi si bruciano anche esseri umani«. »Il rogo dei libri - ha notato oggi lo scrittore Haim Beer - fu il momento preciso in cui si gettarono le basi del regno del male nazista«. Beer, ebreo osservante, ha espresso orrore per il rogo dei Vangeli. Nel frattempo fra gli 'Ebrei messianicì in Israele la preoccupazione sta salendo perchè il rogo di Or Yehuda segue un altro grave episodio di intolleranza: l'invio di un pacco esplosivo a un membro della comunità, alcuni mesi fa, che provocò l'amputazione di un piede di un ragazzo. La polizia israeliana, accusano, sembra essere inerte. XBU 20-MAG-08 17:12 NNN


Si tratta dell’ideologia del campo di sterminio. Dove un libro è visto come nemico in quanto oggetto in sé e non si è in grado di smontarlo culturalmente dimostrando come la propria “religione” sia migliore per gli uomini o abbia dati di realtà o “verità” morali superiori. E’ necessario ricorrere all’ideologia del campo di sterminio: la distruzione e lo sfregio dell’altro. La calunnia e la diffamazione. Salvo offendersi quando non si è in grado di supportare coerentemente la “fede” in un dio o in un’idea che si riconosce come inumana, ingannatrice e incoerente. Lo fanno i cristiani nei confronti dei musulmani, un po’ meno oggi nei confronti degli ebrei. Lo fanno gli ebrei nei confronti dei musulmani. Lo fanno i musulmani nei confronti degli induisti spalleggiati dai cristiani.
Ci siamo dimenticati i libri di Herry Potter bruciati qualche tempo fa dai cristiani? O quel parroco che bruciò il Codice da Vinci?
E’ la volontà dello sfregio, dell’insulto della denigrazione, dovuta all’incapacità di leggere i testi, di commentarli, di inserirli negli effetti sociali e dottrinali per poter smontarli e svelarli seguendo le norme del confronto civile.
Eppure tutti, cristiani, ebrei, musulmani e buddisti, sono uniti in una feroce lotta contro l’uomo e i diritti civili. Il diritto della persona. Tutte le religioni odiano le persone in quanto persone. Cristiani, ebrei, musulmani e buddisti, sono contro all’autodeterminazione degli individui in quanto persone padrone del loro corpo e della loro vita: per loro devono essere schiave del loro dio padrone e della loro dottrina.
Sono unite nell’attività di terrore contro la donna affinché non abortisca. Sono unite contro la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, salvo citarla ed usarla quando fa loro comodo nella guerra dell’uno contro l’altro.
Le religioni rivelate sono un letamaio di dominio e odio sociale che solo le Costituzioni occidentali possono limitare nella loro attività di devastazione dell’uomo.
E’ da molti anni che gli ebrei ammazzano gli uomini per supremazia religiosa, sono che l’Europa è ancora abbagliata dall’olocausto e non riesce a distinguere la manifestazione dell’ideologia nazista dall’insieme culturale che l’ha generata e dai soggetti che ne fanno uso. Come se il nazismo fosse meno grave per l’umanità se anziché essere praticato dalla “razza ariana” è praticata dal “popolo di dio” o dal “popolo eletto”.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it