Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

giovedì, settembre 11, 2008

Truffare le persone per assicurarsi un ingiusto profitto: come Gesù!

Truffare le persone.
Usare il pietismo e i poveri per truffare le persone disponibili.
Sottrarre denaro per costruire potere sociale col quale alimentare, ulteriormente la miseria sociale. Quell’ordine di odio e di distruzione sociale esplicitato da Paolo di Tarso, il criminale, quando dice: “Fate la carità al vostro nemico, così accumulerete carboni ardenti su di lui!”. Che significa RUBARE! Perché solo rubando e truffando, ingannando e stuprando, un cristiano può diventare abbastanza ricco per distruggere la società civile in cui agisce.

Quanti soldi la chiesa cattolica ha raccolto per opere a favore dei più poveri: come Teresa di Calcutta o padre Pio.
Pensare ai poveri e costruire hotel a cinque stelle.
Perché i poveri devono vivere nei tuguri affinché i monsignori possano far loro del bene ogni volta che ne hanno voglia!
Questo insegnamento di Gesù è stato perfettamente applicato dal vescovo Gerardo Pierro, solo che, a quanto pare, a differenza dei suoi colleghi, è stato indagato.
Le violenze dei cristiani, in nome del loro dio, in India, Cina, Africa ed America Latina, offendono la società civile; ma le violenze criminali fatte dai cristiani in Italia offendono la Costituzione oltre che a rapinare i cittadini.



28 agosto 2008
LA SOMMA NON ERA DESTINATA A OPERE DI CARITA'
Salerno, sequestrato l'8 per mille alla Curia
Un'ex colonia per ragazzi poveri trasformata in un hotel a cinque stelle. Indagato anche il vescovo, Gerardo Pierro


SALERNO - La Guardia di Finanza ha sequestrato alla Curia di Salerno una parte dei fondi dell'otto per mille: 509 mila euro. L'Arcidiocesi è accusata di aver trasformato un'ex colonia per ragazzi poveri in un hotel a cinque stelle, l’Angellara Home. Il tutto con finanziamenti pubblici pari a 2,450 milioni di euro. Gravi le accuse mosse dal pm Roberto Penna: si va dalla truffa e tentata truffa, al falso, abuso d'ufficio e violazione delle norme edilizie. Tredici gli indagati tra cui il vescovo di Salerno, monsignor Gerardo Pierro. La somma sequestrata, che rappresenta quasi un terzo dei fondi destinati dalla Cei alla Curia salernitana, non è destinata a opere caritatevoli, in modo da non pregiudicare l’attività della Curia in favore delle fasce deboli della popolazione. Si tratta di denaro stanziato per lavori di piccola manutenzione sull'edilizia ecclesiastica. Lo rivela il settimanale Panorama.

TRUFFA E ABUSIVISMO EDILIZIO - Il mese scorso il vescovo di Salerno, monsignor Gerardo Pierro, era finito nel mirino degli inquirenti accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato, abusivismo edilizio e abuso d'ufficio. Il provvedimento appena eseguito dai finanzieri fa seguito al sequestro del 15 luglio, quando furono apposti i sigilli al villaggio «Angellara Home», già Villaggio San Giuseppe, di via Allende, sulla litoranea di Salerno: struttura, del valore di 10 milioni di euro, composta da 40 stanze, sale congressi, ristorante, cucina e stabilimento balneare di recente ristrutturazione. Era finito sotto sequestro anche un finanziamento di un milione e 900mila euro che la Regione Campania, parte lesa nella vicenda, aveva già stanziato per completare i lavori di ristrutturazione. Nel corso del tempo la Regione aveva erogato 2 milioni 500 mila euro al villaggio San Giuseppe, che aveva nel totale beneficiato di quattro finanziamenti, di cui due andati a buon fine. Sequestrato anche un conto bancario, intestato alla curia salernitana sul quale erano depositati 192 mila euro. Il 28 luglio scorso, infine, venne eseguito un altro sequestro di un milione e 200 mila euro, somma depositata su alcuni conti correnti bancari nella disponibilità della Curia di Salerno. Nell'occasione non furono sequestrati i fondi destinati alle scuole del capoluogo e della provincia gestiti dalla Curia salernitana. La vicenda vede indagati anche l'amministratore del villaggio, monsignor Comincio Lanzara e alcuni responsabili del comune di Salerno, che avallarono la realizzazione dei lavori all'interno del villaggio.

Tratto da:
http://www.corriere.it/cronache/08_agosto_28/curia_salerno_sequestrato_otto_per_mille_truffa_abusivismo_vescovo_pierro_106e7f1c-7523-11dd-b47d-00144f02aabc.shtml


I cattolici sono i maggiori proprietari immobiliari italiani.
Il Vaticano costa al contribuente italiano più dello stato nazionale. Non solo costa, ma i cattolici agiscono per disarticolare le istituzioni democratiche e imporre la monarchia assoluta. Così, non è difficile vedere casini a manifestare per il diritto dei missionari cattolici a far violenza a cittadini indigenti. Usare i cittadini indigenti per i propri loschi traffici.
Ma le cose cambiano velocemente, nonostante il cristianesimo e il Vaticano.
La recente globalizzazione ha alzato i redditi dei paesi poveri e ha aumentato, nonostante i missionari cristiani e le loro indicibili violenze, il potere d’acquisto dei paesi poveri. Google, il maggior motore di ricerca del mondo sta acquistando satelliti per collegare alla rete internet ogni angolo della terra. Non ho dubbi che i missionari cattolici tenteranno di prenderne il controllo nei paesi africani, ma un po’ alla volta, nonostante il terrore cristiano, le cose possono cambiare.
Truffare le persone, come insegna il Gesù dei cristiani! Non era lui che prendeva in giro le persone affermando: "In verità, in verità vi dico...." e sparava una fanfaronata dietro l'altra come quella che avrebbe dovuto venire in quella generazione con grande potenza dalle nubi.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it