Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

martedì, ottobre 21, 2008

Psicologia o religione. Un'aporia non una convivenza.

Continuo a caricare in internet le conferenze tenute al Convegno di Apriola di Mulazzo.
Dopo quella di Ennio Montesi e quella di Fiorella Di Stefano, ho caricato anche quella di Sergio Martella dal titolo “Psicologia o religione. Una aporia non una convivenza”
Il sunto della conferenza lo trovate all’indirizzo:



L’intera conferenza è caricata sulla Televisione Pagana all’indirizzo:

http://www.mogulus.com/paganesimo

Per non attendere tutto il ciclo di trasmissioni e vedere subito la conferenza di Ennio, di Fiorella o di Sergio è sufficiente ciccare su On-Demande e aprire la cartella relativa al convegno di Apriola di Mulazzo. Scegliere la conferenza cliccando sopra.
La televisione pagana la trasmette direttamente.
Nella stessa cartella saranno caricate le altre conferenze.
In ogni caso, queste tre conferenze sono già disponibili nella serie di trasmissioni che vanno in onda di continuo sulla Televisione Pagana.
Fra meno di un’ora sarà disponibile, ma ne darò l’annuncio, anche la conferenza del professor Biagio Catalano che tratta la “Storia dell’Inquisizione”.

Ricordo, inoltre, che tutti i sunti delle conferenze sono caricati nel canale di You Tube:
http://it.youtube.com/user/ateipaganesimo

Con l’eccezione della conferenza di Fiorella Di Stefano che è stata caricata nel canale:
http://it.youtube.com/stregoneriapagana

Buona visione

Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo

mercoledì, ottobre 15, 2008

Il sacrificio del cavallo nell'induismo nell'upanisad Brhadaranyaka

L'universo secondo la simbologia dell'upanisad vedica Brhadaranyaka.
Si tratta di una simbologia descrittiva il cui scopo è quello di trasmettere un'idea dell'insieme nel quale viviamo. Da quell’insieme viene fatta discendere una formazione di pensiero religioso.




Conoscere l’origine simbolica del pensiero vedico ci permette di comprendere alcune forme di induismo e delle sue trasformazioni religiose. Sia quelle che non condividiamo sia quelle che abbiamo in comune. La cosmologia vedica. L’attimo più antico dell’universo concepito nelle Upanisad.
Ho l’impressione che dovremmo essere noi Pagani Politeisti a spiegare agli Induisti la loro religione. Se non scopriamo ciò che il tempo ha nascosto non possiamo nemmeno capire il perché del presente e saremmo preda di ogni aggressore.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo

domenica, ottobre 12, 2008

Le Federazione Pagana invita a partecipare al Primo Convegno Laico promosso da Axteismo.

Come Federazione Pagana invitiamo tutti a partecipare a questo Convegno!

---


Primo Convegno Laico Promosso da Axteismo
PRIMO CONVEGNO LAICO
PROMOSSO DA AXTEISMO

Sabato 18 e Domenica 19 Ottobre 2008 inizio ore 9:00
Arpiola di Mulazzo (Massa Carrara) Palestra Comunale
a disposizione ampio parcheggio gratuito
Ingresso libero


Sabato 18 Ottobre mattina:
A causa delle distanze dei paesi da cui provengono i relatori
la scaletta del programma potrebbe subire variazioni negli orari

Giuseppe Carbotti
assistente sanitario
Contraddizioni nei Testi Sacri

Emilio Salsi
cristologo e autore del libro
“Giovanni il Nazireo detto Gesù Cristo e i suoi fratelli”
Analisi storico-critica dei vangeli
http://www.vangeliestoria.eu/

Francis Sgambelluri
professore di lettere autore del libro
“L’Indifferenza divina - Il Testamento di Orazio Guglielmini”
Possiamo, oggi, ancora credere all'esistenza di Dio?
http://www.francis-sgambelluri.it/

Gianni Marucelli
professore e presidente Federazione Nazionale Quadri
della formazione scientifica e della ricerca
L’ambiente nell’ottica di una crescita demografica incontrollata

Segue:
Proiezione diapositive su
“Il nostro regno la Terra”

Pausa Pranzo
Sabato 18 Ottobre pomeriggio:

Nunzio Miccoli
professore e autore dei libri “Il metabolismo cristiano”
e “I fratelli siamesi”
Le repubbliche romane del medioevo
http://www.clerofobia.it/

Giorgio Vitali
Professore
La corruzione in Italia

Biagio Catalanoprofessore, autore del libro “Il Dio ignoto”
Storia dell'Inquisizione
http://www.alexamenos.it/

Attilio Vaniniprofessore, discendente di Giulio Cesare Vanini
Giulio Cesare Vanini (Lucilio)

Segue:
Proiezione sulle torture praticate
dalla Santa Inquisizione

Domenica 19 Ottobre mattina:

Alessio De Angelis

studente di 14 anni, autore del libro “Giovanni il Galileo”

Origine delle religioni


Ennio Montesi
scrittore e fondatore di Axteismo,
movimento internazionale di libero pensiero
Un cancro di nome religione
http://nochiesa.blogspot.com/

Fiorella Di Stefano
dottore in lettere e studiosa in Storia delle religioni
I Catari

Giancarlo Tranfo
avvocato, cristologo, autore di
“La Croce di Spine
Gesù: la storia che non vi è ancora stata raccontata”
I due Messia
http://www.yeshua.it/

Pausa Pranzo
Domenica 19 Ottobre pomeriggio:

Sergio Martellapsicoterapeuta e scrittore, autore di
“Pinocchio Eroe Anticristiano”
“Il furore di Nietzsche - La nascita dell’eroe e della differenza sessuale”
Psicologia o religione.
Una aporia non una convivenza
http://www.arte-e-psiche.com/

Luigi Cascioli
cristologo e autore dei libri denuncia
“La favola di Cristo” e “La morte di Cristo”
La Chiesa, un gigante dai piedi d’argilla
http://www.luigicascioli.it/

Roberto Romanella
Maria Spagna
attori teatrali di Roma
Lettura scenica: “La favola di Cristo”

Come arrivare al congresso
Ferrovia: da Stazione di Pontremoli ad Arpiola di Mulazzo, 6 km
Con mezzo proprio
per raggiungere Arpiola autostrada Parma-La Spezia uscita a Pontremoli

Pausa pranzo presso Ristorante Manhattan tel. 0187439900
adiacente alla Palestra Comunale di Arpiola di Mulazzo
convenzionato a 10 euro a pasto col seguente menù:
primo: pasta asciutta o lasagne, secondo: fettina o cinghiale, contorni vari

Per eventuale pernottamento segnaliamo gli alberghi:
El Caracol - Via Pineta, Mulazzo tel. 0187539707
La Gerla d’Oro - Loc. Montereggio tel. 0187839318
Il Rustichello - Loc. Crocetta tel. 0187439759
Park Hotel La Pineta - Loc. Gravilla di Groppoli tel. 0187850220

Informazioni sul Convegno:
Luigi Cascioli, tel. 0761910283 - info@luigicascioli.it
Axteismo, mobile 3393188116 - axteismo@yahoo.it
-----
Come Federazione Pagana invitiamo tutte le persone a partecipare.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

martedì, ottobre 07, 2008

Il fallimento bancario e il fallimento della società civile

Ho potuto verificare molta indifferenza fra le persone per il crollo dei mercati finanziari.

E in effetti, le persone non hanno tutti i torti. In fondo, cosa interessa loro se i banchieri ci rimettono soldi o sono costretti a chiudere le banche?

Il meccanismo è abbastanza semplice. Nell’immediato si assiste al crollo delle banche, ma subito dopo scattano i meccanismi di revisione dei tassi di interesse e le necessità delle banche di recuperare i crediti agendo sui loro clienti. Quest’azione, sui loro clienti significa che i clienti di tali banche saranno costretti sia ad adeguare mutui e prestiti in base alle nuove tariffe sia che saranno costretti a fornire nuove e diverse garanzie a copertura dei mutui fatti.

Questo si tradurrà con un notevole aggravio del costo dei mutui. L’aggravio dei mutui coinvolgerà alcune centinaia di migliaia di famiglie. Ma l’aggravio delle spese e la richiesta di rientrare entro i parametri stabiliti, costringerà industriali e artigiani a chiudere le loro attività. Licenziando i dipendenti. Questi, a loro volta, se avranno dei mutui saranno costretti a vendere la casa. Questa operazione si trasferirà nelle famiglie portando a qualche decina di migliaia di persone a perdere la casa per il mutuo non pagato e alcune centinaia di migliaia di persone a non poter più respirare o prendersi un caffé in bar. Nel contempo la disoccupazione aumenterà. Aumenteranno i costi dei servizi comunali perché, se non lo sapete, molti comuni sono esposti per aver fatto prestiti con le banche. Diminuiranno le entrate delle tasse a meno che il governo, in un lampo di orgoglio, non intensifichi il recupero delle imposte evase. Ma dubito che ciò avvenga.
I servizi avranno una contrazione. In pratica, lo Stato, contraendo i servizi, è come se mettesse le mani nel conto corrente dei cittadini.
Questa situazione porterà ad un aumento dello spaccio di droga e della conflittualità sul territorio.

E tutto perché alcuni banchieri hanno messo in piedi la più grande truffa da quando esiste il capitalismo finanziario.




Il mondo finanziario non sarà più quello di prima, ma nemmeno la società civile.
La cosa più grave è che si sono smantellate tutte le strutture produttive manifatturiere del paese per portare le lavorazioni in Romania, Albania, Cina, ecc. E solo la produzione industriale è in grado di rimettere in moto l’economia del paese distrutta dalla struttura finanziaria.

Chi sarà avvantaggiato da questa situazione sarà sia la Cina che l’India. Saranno avvantaggiati i paesi del terzo mondo mentre, invece, i livelli di vita sia Italiani che dell’occidente scenderanno facendo aumentare la fascia di cittadini bisognosi di assistenza. Il processo si è già messo in moto da qualche mese, ma in sordina. Piano, piano. Sottovoce. A febbraio esploderà!

Siete attrezzati per affrontare l’urto?
Siete stati previdenti?
Avete usato, nel passato, il denaro con attenzione ritenendo le banche un nemico da affrontare?
Se lo avete fatto avrete delle possibilità, se non lo avete fatto avrete molte difficoltà!
Riflettete.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

lunedì, ottobre 06, 2008

Incitamento al razzismo e all'odio religioso in internet.

E’ apparso un video per illustrare la sentenza della Corte di Cassazione contro l’odio religioso e il razzismo.
Il video illustra la sentenza della Corte di Cassazione. Si tratta della sentenza N. 37581 con cui viene censurato il comportamento razzista in internet.





Ricordo che uno degli articoli che hanno diffuso il valore morale della sentenza è questo:

03/10/2008 14:07
Roma: Cassazione, vietata ''guerra santa'' sul web contro gli ebrei

Non ha diritto ad alcuna giustificazione, né è esente da condanna, chi da un sito web istiga all'odio razziale contro gli ebrei in nome di ideali religiosi come quelli della cristianità invocando la "guerra santa" in opposizione al "razzismo sionista" e al "governo delle minoranze ebraiche nella società ". Lo afferma la Cassazione condannando, per diffusione di idee razziste, Alessandro M., 32 anni, che sul sito 'holywarvszog' propagandava idee di supremazia della razza ariana in nome del 'Movimento di resistenza popolare, l'alternativa cristiana'. È stata così confermata - nei confronti del giovane - la condanna a quattro mesi di reclusione commutata nell'obbligo di fare volontariato a favore dei malati assistiti dalla onlus 'Misericordia'.

Tratto da:
http://unionesarda.ilsole24ore.com/unione24ore/?contentId=44193


Si tratta di una sentenza importante che va a delineare il corretto comportamento da tenere quando si critica o si censura una religione e o dei comportamenti.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

sabato, ottobre 04, 2008

Gli elettori, la libertà del nord, la lega e Mario Borghezio.

Ci si dimentica sempre che una persona eletta è lo specchio degli elettori che hanno chiesto che li rappresenti.
Il pensiero e le affermazioni di quella persona è QUELLO CHE VOGLIONO I SUOI ELETTORI.

Dobbiamo aver rispetto delle scelte degli elettori?
Dobbiamo averlo anche quando gli elettori vogliono costruire i campi di sterminio?
Dobbiamo averlo anche quando vengono messe in pericolo le Istituzioni?

Cosa significa, per un deputato, ha GIURATO FEDELTA’ ALLA COSTITUZIONE?
Cosa significa ignorare la Costituzione nelle relazioni con i cittadini?

Ho trovato questo. Parla di Borghezio, ma potrebbe parlare di Gentilini, Bossi, Tosi, Bitonci, Zaia, e tutti gli altri che sono all’interno del medesimo disegno.
Quale disegno?

Decidetelo voi.
In fondo, il futuro, appartiene ai vostri figli e, come dicono i Pagani Politeisti: “La Libertà non si mangia, ma la si può lasciare in eredità ai propri figli”:




Qualcuno intende la Libertà come il diritto di bastonare i più deboli; chi non si mette in ginocchio davanti a lui.
Costui vuole essere libero di bastonare: E’ LO STESSO VOSTRO CONCETTO DI LIBERTA’?
Siete ridotti ad un tale grado di impotenza da essere costretti a costruire condizioni di vita atroci per ricavare la vostra sicurezza?
Forse si!
E, nel farlo, distruggete ogni vostro futuro e quello dei vostri figli.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

giovedì, ottobre 02, 2008

Perché Schifani ad Auschwitz ha fatto apologia di nazismo e genocidio!

Perché Schifani ad Auschwitz ha fatto apologia del nazismo elogiano lo stragismo e i campi di sterminio?

Il 26 settembre i giornali, molti giornali, titolano “Scritte razziste contro Schifani”. Sarebbero apparse delle scritte di tipo razzista come contestazione delle affermazioni fatte da Schifani che, ricordo è il Presidente del Senato della Repubblica Italiana, avrebbe reso omaggio alle vittime dell’Olocausto ad Auschwitz.
Le affermazioni di Schifani, riportate nel virgolettato del giornale La Repubblica, dicono:

“Siamo tutti israeliani, vicini a quel popolo che ha patito tanto”

Con questa affermazione “becera” Schifani ha offeso la Costituzione della Repubblica Italiana, la memoria storica, le vittime dell’Olocausto e ha alimentato il genocidio che Israele sta compiendo da quaranta anni del popolo Palestinese. Schifani ha legittimato il diritto al genocidio di Israele offendendo le vittime di Auschwitz che MAI FURONO ISRAELIANE, vittime che MAI AVREBBERO MESSO IN ATTO IL GENOCIDIO DEL POPOLO PALESTINESE, vittime che non tutte erano di religione ebrea, ma molte erano zingari e comunisti. Schifani ha offeso la Costituzione della Repubblica attribuendo al popolo italiano i delitti degli israeliani (compreso il genocidio di Sabra e Chatila per il quale Israele è stato condannato per genocidio dall’ONU), come se già non bastassero i genocidi fatti dagli italiani sotto il fascismo.

Ha offeso la Costituzione della Repubblica ignorando che l’Italia fascista fu corresponsabile con la Germania nazista di quell’olocausto.
Ha offeso tutti gli Italiani e i principi fondanti la Costituzione della Repubblica là dove ha insultato i sentimenti religiosi delle persone che non sono ebree. Gli ebrei hanno diritto alla loro libertà religiosa ed è un dovere dello Stato garantirla, ma attribuire l’orrore del pensiero religioso ebraico a chi ha un pensiero religioso diverso (rifiuta il concetto di dio padrone, rifiuta il concetto di creazione, ritiene che commerciare in persone sia inumano ecc.) significa offendere i cittadini Italiani e la Costituzione stessa.

Le affermazioni di Schifani ad Auschwitz sono di ordine nazista e razzista. Ho l’impressione che le scritte per le quali Veltroni si è affrettato a chiamare in causa il governo affermando:
“Questi barbari – dice riferendosi agli autori delle scritte – meritano risposte anche da parte di chi ha responsabilità di governo e, a differenza di Fini e di Schifani, sull’antifascismo è stato zitto.” (La Repubblica del 26 settembre 2008).
Siano state scritte assolutamente strumentali. Quasi fossero state commissionate da Schifani per impedire una critica alle sue affermazioni criminali e offensive.
Veltroni ha dimostrato di non essere in grado di uscire dal massimalismo ideologico fascista che non gli permette di distinguere “la libertà dell’uomo e i suoi diritti Costituzionali” dal diritto del dio padrone “macellare gli uomini che non si mettono in ginocchio davanti a lui”.

Questo, in sostanza, è il motivo per cui Veltroni ha portato al fallimento il PD.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

mercoledì, ottobre 01, 2008

I giornalisti, il terrorismo e le perplessità dei cittadini

Capisco che il sondaggista deve essere benevolo con chi gli commissiona il sondaggio, ma la cosa è grave.
I giornalisti non dicono “bugie”, ma sono dei criminali che utilizzano la stampa per sparare contro le persone e danneggiarne le condizioni di vita. In teatro di guerra, poi, i giornalisti sono dei militari che, pretendendo l’immunità in quanto “corrispondenti di guerra”, in realtà svolgono azione di spionaggio e indicazione degli obbiettivi da colpire.
La stampa è organizzata a livello militare allo scopo di destabilizzare il paese e far accettare agli Italiani un regime fascista e nazista in violazione del dettato Costituzionale.
Ogni opinione diversa, ogni fatto diverso, da quanto alimenta il nazismo, viene di fatto censurato permettendo ai giornalisti la destabilizzazione delle Istituzioni alimentando atteggiamenti e sensazioni nell’opinione pubblica favorevoli alla destabilizzazione istituzionale.

All’interno di questo progetto terrorista messo in essere dai giornalisti, di tutti i giornali sia pur con sfaccettature e linguaggi diversi, la percezione dell’opinione pubblica è quella di sentirsi ingannati.
E’ da ricordare l’episodio della visita del Presidente della Repubblica Ciampi in Cina. Quando tornò, sia pur col suo linguaggio, era letteralmente furioso con i giornalisti: avevano truffato ed ingannato gli italiani. Per questioni ideologiche avevano omesso di informare adeguatamente l’opinione pubblica e l’economia nazionale dello spaventoso sviluppo economico che stava avendo la Cina lasciando gli operatori economici nazionali prigionieri delle gabbie ideologiche e dei preconcetti.

Non si tratta di semplice inganno, ma di un disegno criminoso messo in atto attraverso i giornalisti sia per complicità dei giornalisti nei confronti di un progetto di destabilizzazione della società Italiana, sia per pura stupidità o convenienza economica. In fondo, dicono i giornalisti vigliacchi, che me frega a me se il sistema sociale italiano fallisce? Basta che io abbia lo stipendio! E’ il caso di quella giornalista che dovendo fare un articolo diffamatorio nei miei confronti sulla mia partecipazione alla Festa dei Veneti di Cittadella non trovò nulla di meglio che scopiazzare una mia pagina web relativa alla partecipazione alla Festa dei Veneti di Cittadella. Solo che quella pagina web non era relativa alla Festa dei Veneti del 2008, ma alla mia partecipazione nel 2005.

E’ normale che i giornalisti diffamino, offendono, spargano menzogna in funzione di obbiettivi immorali e criminali. Un giornalista de Il Gazzettino ebbe a dirmi: “Io ti diffamo come e quando voglio!”.
Non stupisce che l’opinione pubblica reagisca in questo modo:


Milano 1 ottobre 2008

Giornalisti, per la maggioranza degli italiani dicono bugie
-
Bugiardi, poco informati e troppo schierati. Questa l’opinione che gli italiani hanno dei giornalisti secondo un’indagine condotta dalla società Astra Ricerche. Secondo l'indagine, commissionata dall'Ordine dei giornalisti della Lombardia e presentata nel corso di un convegno sul futuro della professione a Milano, l'immagine sociale degli operatori dell'informazione in dieci anni è tra l'altro sensibilmente peggiorata.
Dalla ricerca demoscopica, il 68% degli italiani definisce i giornalisti "bugiardi", contro un tasso del 60% registrato in una precedente indagine, effettuata nel 1997. Oggi il 60% del campione ritiene i giornalisti "non o poco informati", contro il 48% della precedente ricerca. Stabile il giudizio sulla mancanza di indipendenza: è l'opinione del 52% degli italiani, contro il 51% registrato nel 1997.
Scendono sotto la metà del campione, ma rimangono comunque una minoranza molto consistente, coloro che ritengono i giornalisti "di parte" (48%) o addirittura "corrotti" (40%). Un giudizio riassunto dalla valutazione complessiva sulla professione: il 45% degli italiani giudica positivamente la preparazione degli operatori dell'informazione (ottima per il 15%, buona per il 20%, sufficiente secondo il 10%), contro un 55% non soddisfatto, con un giudizio pessimo (32% delle risposte) o cattivo (23%).
L'indagine di AstraRicerche individua anche quelli che si potrebbero chiamare i 'dodici comandamenti' per i giornalisti richiesti dal loro pubblico. Il primo e' la "competenza tematica", derivante dalla specializzazione settoriale o dal metodo di lavoro: la chiede il 90% degli intervistati. La seconda qualità indispensabile, indicata dal 79% del campione, è "la professionalità e il corretto utilizzo del know-how".

Tratto da:
http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsID=86548


Si tratta, torno a ripetere, di una versione riduttiva della percezione che ne ha l’opinione pubblica dei giornalisti italiani, sia della carta stampata che della televisione.
Troppe volte i cittadini si sono visti truffare e ingannare dai giornalisti che diffondevano notizie o false o edulcorate in maniera tale da indurre inganno e fraintendimento nelle persone.
Fidatevi dei TERRORISTI!
Non vi sparano con una pistola, ma fanno in modo che siate pronti a farvi ingannare; come per la Cirio o per la Parmalat.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it