Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

martedì, marzo 31, 2009

Le prospettive della ripresa e le affermazioni demenziali di Angeletti della UIL.

In piena crisi economica, come quella attuale; i provocatori e gli incoscienti che erano prima della crisi, continuano ad esserlo anche durante la crisi.
Gli imbecilli sono coloro che separano l’economia dal bisogno degli uomini.
Sono coloro che considerano l’uomo creato ad immagine e somiglianza di un dio pazzi e cretino e, pertanto, lo considerano una costante in un mondo di variabili. Per questi individui, che vale la pena di definire DELINQUENTI in quanto le loro azioni e le loro affermazioni portano al disastro (come hanno portato a quello che stiamo vivendo), l’individuo è al servizio dell’economia. Un’economia che nella loro testa assume forme ed immagini di visioni più o meno grandiose e più o meno apocalittiche, a seconda delle circostanze.
Così, per un povero demente come Angeletti l’economia parte dalle “costruzioni e dall’auto”.

Da criminale si è sempre comportato e da criminale continua a comportarsi.

L’uscita dall’attuale stato di “crisi” economica o, se vogliamo “ripresa” dalla ripresa dell’uomo come elemento centrale della società e dai bisogni dell’uomo come fine della trasformazione economica. E’ la società che determina sia la ripresa che il tipo di ripresa. Una ripresa che può essere intesa come sicurezza nell’accumulo di buone condizioni di vita nella società. Cosa negata dall’organizzazione industriale controllata dalla finanza che nell’euforia dell’ingordigia ha finito per divorare sé stessa passando da strumento di controllo delle società a fine dell’azione a cui le società tendevano.

Angeletti dice delle sciocchezze da schiavista che vede nelle relazioni schiaviste l’unico modello sociale che lui riesce ad immaginare. Vede una riproduzione all’infinito del modello di relazioni schiaviste che gli hanno garantito il suo personale benessere.
Riporto in parte le affermazioni demenziali di Angeletti:

Angeletti: "La ripresa parte dall'auto e dalle costruzioni"
"Un accordo con la casa automobilistica Usa sarebbe positiva". Così il leader della uil all'indomani dell'alleanza tra Chrysler e Fiat.

Laura Della Pasqua
31/03/2009

«La ripresa parte dall'auto e dall'industria delle costruzioni. Per questo ben venga un accordo tra Fiat e Chrysler che verrebbe a creare un grande gruppo con interessanti prospettive per il mercato e per l'occupazione». Luigi Angeletti, segretario generale della Uil fa un'analisi attenta degli scenari che si annunciano per l'industria di Corso Marconi nell'eventualità di un accordo con la casa americana.
In che modo secondo lei, l'intesa con Chrysler è importante per il mercato dell'auto? «Se riesce l'operazione Chrysler, l'azienda automobilistica americana diventa un mezzo attraverso il quale la Fiat può commercializzare prodotti in America. Non vendo controindicazioni o rischi».
Che prospettive si aprono per la Fiat?«Il mercato dell'auto anche se ora soffre e ha avuto una caduta seria è comunque destinato a riprendersi e al di là degli effetti degli incentivi che comunque si faranno sentire già a marzo. Per questo sono dell'idea che non va ridotta la capacità produttiva perché il mercato tornerà a livelli normali con 15 milioni di auto vendute in Europa. Sono convinto che nel mondo il mercato non subirà cadute permanenti. Il problema semmai è di essere sufficientemente reattivi ai cambiamenti della domanda».
In che modo l'auto si deve preparare alla ripresa? «Bisogna puntare molto sull'innovazione dal punto di vista tecnologico e quindi sulle vetture che risparmiano energia. Questa è la vera sfida del mercato dell'auto. Bisogna avere una strategia diversa che aumenti quote di mercato per la Fiat».
Tratto da:
http://iltempo.ilsole24ore.com/2009/03/31/1008085-angeletti_ripresa_parte_dall_auto_dalle_costruzioni.shtml
--
Noi non sappiamo cosa innesterà la ripresa delle società. Certamente gli equilibri mondiali saranno profondamente modificati. Molti dei paesi del “terzo mondo” diventeranno “potenze industriali” e dal momento che il consumo di merci per soddisfare bisogni tenderà a diminuire, sicuramente i paesi ricchi saranno molto più poveri.
Chi potrà salvare i paesi occidentali sarà una diversa distribuzione di ricchezza, ma soprattutto, la cultura. Quella cultura che oggi come oggi viene negata proprio per favorire il rifinanziamento delle banche e delle finanziarie. La cultura non è un oggetto a sé: la cultura è manifestata dagli uomini.
E, allora, chi finanziare per uscire dalla crisi?
L’uno!
Il cittadino, l’individuo!
Sottrarre fondi alle banche per darli ai cittadini. Sotto qualsiasi forma.
Finanziare il lavoro volontario; finanziare opere comunali o teatri; finanziare i comuni per azioni culturali legate alle università.
Far sentire le persone parte di una società, in quanto società e non in quanto, come accade ora ad opera di Berlusconi, Fini, Tremonti, Brunetta e Bossi, bestiame da derubare, perseguitare, immiserire e saccheggiare.
Che me ne faccio dell’auto se non ho da andare dal punto “a” al punto “b”?
Che se ne fa di un’auto se i cittadini non hanno bisogni e necessità dell’auto?
Che serve alimentare un’industria delle costruzioni se questa serve solo per fare la stanza in più per chi ha la villa? Quando l’economia finanziaria tirava, pur di rapinare i cittadini, gli appartamenti, sfitti o fatiscenti, venivano affittati a caro prezzo agli immigrati e ai poveracci che, a differenza dei ricchi, pagavano cifre enormi. Ora, le case vuote rimangono un costo per il proprietario senza una prospettiva di aumento del loro valore: che cos’è una casa se non ci sono gli uomini che la usano e che la abitano?
Per questo Angeletti è un CRIMINALE: per lui gli uomini sono bestiame. Fruitori di auto che non servono o di abitazioni inutili.
Angeletti è solo un servo sciocco, capace di balbettare luoghi comuni, solo per far fessi i cittadini: come molti sindacalisti hanno sempre fatto!

Marghera, 31 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

venerdì, marzo 27, 2009

La crisi di sovrapproduzione e di sottoconsumo; le scelte del governo e la paura della morte di Silvio Berlusconi.

In una crisi classica, come quella che stiamo vivendo, dove deve essere centrata l’attenzione di chi “governa”?
Sull’uomo!
Su colui che è il soggetto della società.
Tutti concordano su questo. Tutti sono d’accordo che l’uomo è il centro delle loro azioni, ma quando andiamo ad osservare le azioni e le scelte vediamo che l’uomo, il cittadino, non è al centro delle scelte di chi “governa”.
Al contrario, le scelte di chi governa sono centrate su oggetti estranei all’uomo: l’apparato finanziario; le banche; le industrie; i commercianti; gli artigiani!
Al centro dell’attenzione di chi governa sono delle categorie che ignorano l’uomo. Categorie che fanno del cittadino un oggetto d’uso: l’apparato finanziario usa i cittadini per accumulare capitale; l’industria usa i cittadini per accumulare capitale; i commercianti usano i cittadini per accumulare capitale; gli artigiani usano i cittadini per accumulare capitale.
Ciò che sparisce, nelle scelte di chi governa, è l’uomo in quanto soggetto di diritto.
Chi governa mette al centro della propria attenzione il dio padrone e i suoi surrogati: il dio del Vaticano; il dio dei finanzieri; il dio delle banche; il dio degli industriali; il dio dei commercianti; il dio degli artigiani.
Ci si dimentica che tutte queste categorie sono state COSTRUITE da cittadini nei processi decennali di trasformazione sociale. Adattamenti di cittadini nelle condizioni che “governi precedenti”, obbedendo a situazioni internazionali e nazionali, HANNO SEDIMENTATO. Hanno sedimentato partendo da una grande distruzione: LA SECONDA GUERRA MONDIALE.
Da quella distruzione l’Italia ne è uscita attraverso una serie di forti contraddizioni e contrapposizioni. Ora, invece, davanti ad una crisi di sovrapproduzione e di sottoconsumo hi “governa” tenta di distruggere i cittadini. La cultura dei cittadini. Le possibilità dei cittadini di costruire un diverso futuro gettandoli nell’illegalità e nella disperazione. Anziché usare le risorse per armare la società civile, si usano le risorse per garantire le strutture di dominio della società: ANZICHE’ USARE LE RISORSE IN SENSO DEMOCRATICO, si usano le risorse in senso clerico-nazi-fascista. Il risultato di tutto questo sarà ingenerare una situazione di violento scontro sociale, come quello della seconda guerra mondiale, per spazzare via un presente che ha condotto la società Italiana nelle condizioni sudamericane (di venti anni fa’). Sarà uno scontro che non avverrà in questa generazione, ma nella successiva: questa generazione vivrà agonizzando.
Intanto questo è un altro segnale:


L'Istat pubblica i resoconti del mese di gennaio. Il volume d'affari sceso del 19,9%Segno meno per gli ordinativi: -31,3%.
Crisi nera nel settore auto: fatturato a -47%
Industria, crollo degli ordini il dato più basso dal 1991


ROMA - Ennesima frenata dell'economia. Sulla scia della recessione globale, crollano ordinativi e fatturato dell'industria italiana a gennaio. In base ai dati resi noti dall'Istat, il calo del volume d'affari è stato del 31,3% su base annua, il più basso dal gennaio 1991. Segno meno anche del fatturato che ha registrato in gennaio una diminuzione tendenziale del 19,9%. Ancora una volta i dati Istat rilevano una situazione grave dell'economia già denunciata in termini simili nel novembre scorso quando la comparazione annuale tra fatturato e ordinativi segnavano dati peggiori dal gennaio '91. La crisi settore per settore. I cali più significativi su base annua, sempre considerando la correzione per giorni lavorativi (a gennaio i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 22 del gennaio 2008), si sono avuti nei settori della fabbricazione dei mezzi di trasporto (-37,1%), della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (33,3%) e della fabbricazione di prodotti chimici (-29,2%). Per l'auto profondo rosso. Crolla pesantemente il settore auto. A gennaio il fatturato ha segnato un meno 47,4% (26,3% a dicembre). Sul mercato interno, il calo è del 42,8%, e su quello estero del 52,3% (a dicembre erano stati rispettivamente del 29,3% e del 21,3%). Si tratta di dati grezzi. Male anche gli ordinativi.


Tratto da:
http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/economia/crisi-25/istat-industria-gennaio/istat-industria-gennaio.html?rss

I rimedi?
Sono semplici, ma non portano né potere né denaro nelle casse di Berlusconi e, tanto meno, gli donano quell’immortalità per il cui bisogno sta dissanguando l’Italia e il suo futuro.
Perché il nocciolo centrale è questo: Berlusconi sente la morte che si avvicina.
Ne ha un terrore folle.
Le sue manie di grandezza e il denaro che accumula sono un surrogato di quell’immortalità che gli permetterebbe di godere della ricchezza all’infinito.
Sta invecchiando e rifiuta di invecchiare.
E’ il terrore della morte.
Un terrore che in lui si è trasformato in angoscia. Un’angoscia che soddisfa danneggiando la società civile con scelte da incapace che carica di propaganda senza conoscere l’insieme giuridico di cui quelle scelte sono espressione. Solo che a lui non interessa.
A lui interessa solo far vedere quanto è “figo” e magico in un mondo che vive di “speranze nei miracoli” ingenerato dall’educazione cattolica.
Cercate di sopravvivere e salvate il salvabile, giorni bui stanno arrivando.
La società civile deve sopravvivere; la sua cultura e il senso della Democrazia; il significato della Costituzione; i diritti dei cittadini contro banche, finanziarie, industriali e trafficanti di vario genere che si sono separati dalla società civile e che pensano alla società civile come un soggetto da rapinare. Difendetevi dal Vaticano e dal suo odio per la vita. Non permettete che l’ideologia del dio padrone o del cristo Gesù venga a sostituirsi a quella della Costituzione della Repubblica. Non permettete a nessuno di ingannarvi. Quando sarete poveri, avrete sempre qualche cosa di cui essere derubati: fosse solo una crocetta su un simbolo elettorale. Non permettete che Profumo, Moratti, Berlusconi, Tremonti, Mercegaglia o Montezzemolo, vi trasformino in servi sciocchi perché, quella trasformazione la pagherete col futuro dei vostri figli. Non fatevi ingannare. Una volta ingannati, non potrete più tornare indietro. Precedete gli imbroglioni e i truffatori, fate in modo che le loro truffe, che fanno seminando illusioni, non interferiscano con i vostri progetti di sopravvivenza. Ma, soprattutto, ricordate, che non c’è futuro se sarete dipendenti da qualcuno. Dipendenti psicologicamente ed emotivamente. Perché quel qualcuno vi manipola attraverso le illusioni e il principio speranza: solo i disperati si aggrappano alla speranza. Perché la speranza, quando non è l’attesa degli effetti delle nostre azioni, è solo aspettativa di morte: quella che piace a Ratzinger.
Marghera, 27 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

mercoledì, marzo 25, 2009

La madonna ha fatto un miracolo a Lourdes: e nessuno può dire che non sia vero!

Miracolo a Lourdes.
Chissà che questo non dimostri ai cattolici l’esistenza del loro dio e della loro madonna. Io penso che uno psichiatra sarebbe stato ben più efficiente che non il viaggio a Lourdes, ma io sono uno Stregone, non un prete cattolico.

2009-03-25 19:27
Lourdes: uccide madre con crocifisso
'Ho creduto di essere il diavolo' ha detto

(ANSA) - PARIGI, 25 MAR -Credeva di essere il diavolo e cosi' una donna di 34 anni ha ucciso la madre di 81 colpendola con un crocifisso e una lampada. E' successo la notte scorsa nella citta' mariana di Lourdes, in Francia. E' stata la stessa donna a chiamare i soccorsi.'Ho avuto delle visioni, ho creduto di essere il diavolo' ha spiegato la donna poi ricoverata all'ospedale psichiatrico di Tolosa. Le due donne vivevano in un piccolo appartamento con le pareti ricoperte di crocifissi e oggetti religiosi.
Tratto da:

I deliri indotti dall’educazione religiosa sono ben conosciuti in tutti gli ospedali psichiatrici. Però non se ne parla mai per non turbare la manipolazione mentale e la violenza con cui la chiesa cattolica aggredisce la società civile. Non esistono allarmi sociali per difendersi dall’odio cattolico. E, intanto, la gente muore! Alla faccia della squadra antisette della polizia di stato che anziché indagare su Ratzinger e la chiesa cattolica, molto probabilmente, si stanno ....
Marghera, 25 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

giovedì, marzo 19, 2009

Allarme terrorismo imprenditori: terrore sociale, notizie dal 10 al 18 marzo 2009!

Allarme terrorismo imprenditori.
Quando si lancia un allarme terrorismo è necessario provare che ci sia una gravità di comportamenti tale da aggredire e danneggiare l’insieme della società italiana.
Terrorismo come attività di disarticolazione della Costituzione.
Proviamo a prendere qualche notizia in breve, con i suoi pro e i suoi contro, magari solo dal 10 marzo ad oggi:



AGI - Agenzia Giornalistica Italia - Roma,ItalyUn imprenditore e' stato arrestato a Palermo con l'accusa di essere stato un prestanome dei boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo. ...

TRUFFA DA 1 MILIONE DI EURO: ARRESTATO UN IMPRENDITORELecceprima.it - quotidiano online di Lecce e del Salento - Lecce,Puglia,ItalyL’imprenditore Martino Congedi, di 46 anni, amministratore e proprietario dell’azienda Marcon srl di Supersano, è stato arrestato dai finanzieri della ...

Cosenza: 59enne smaltiva illegalmente pneumatici. ArrestatoStrill.it - Reggio Calabria,Calabria,ItalyAll'imprenditore arrestato ed altri indagati vengono contestati i reati di traffico illecito di rifiuti, discarica abusiva ed incendio colposo. ...

Indagato De Magistris: ecco la giustizia ad orologeriaAgoraVox Italia - Roma,Roma,Italy... storia che lui è un imprenditore prestato alla politica, un gran lavoratore, e che fare il presidente del consiglio gli fa schifo e lo fa perché deve. ...

Umbra Olii, rinviato a giudizio imprenditore per omicidio plurimoVirgilio Notizie - ItalyPerugia, 18 mar. (Apcom) - Giorgio Del Papa, proprietario della Umbria Olii, lo stabilimento nel quale persero la vita in un incendio quattro manutentori ...

OPERAZONE "ISOLA" Pax mafiosa e soldi a palate in BrianzaIl Giorno - Italy... il semplice passaparola: basta sapere chi comanda, e anche l’imprenditore più sprovveduto sceglie sempre dannatamente bene a chi affidare i cantieri. ...

D’Alfonso, «un pc da 3mila euro in cambio di una assunzione»PrimaDaNoi.it - Pescara,Abruzzo,ItalyMa c’è qualcuno che si è accorto che quel computer era in tutto simile a quello di un altro eccellente indagato e imprenditore: marca, modello, colore. ...

Cantiere selvaggioArticolo 21 - Roma,ItalyLa notizia è che il consociativismo è tornato di gran carriera con destra e sinistra piegate al volere dell’imprenditore di turno, questa volta il re delle ...


Arrestati 28 affiliati ai CasalesiIl Resto del Carlino - Emilia Romagna,Italy... ai danni di imprenditori e commercianti della zona controllata dal clan. Tra gli arrestati, oltre a capi e gregari dell’organizzazione criminale facente ...

"Trenta estorsioni, nessuna denuncia". Mafia, 15 arresti a Termini ...90011.it - Bagheria,Sicilia,ItalyAdesso, dopo gli arresti, una trentina di commercianti e imprenditori saranno ascoltati dagli inquirenti. "Se le vittime dovessero decidere di collaborare ...

Caserta, arrestati due estorsori affiliati al clan Gagliardi della ...l'eco di caserta - Caserta,ItalyLa brillante operazione è stata possibile con l’aiuto dei commercianti e imprenditori locali, vittime delle estorsioni dei due pregiudicati e degli ...

MAFIA: 'PIZZO' SU ALLOGGI IACP, 2 CONDANNE A MESSINAAGI - Agenzia Giornalistica Italia - Roma,ItalyEra stata la squadra mobile, dopo le denuncia dei due imprenditori, ad arrestare il 22 febbraio 2006 con l'operazione "Bisconte" i fratelli Giuseppe Carcame ...

Voleva scioglierlo nella soda caustica”La Stampa - Torino,Piemonte,ItalyE’ a lui che l’imprenditore avrebbe chiesto, nei giorni della scomparsa di Cerri, di comprare due bidoni di soda caustica «per far sparire quello lì». ...

NDRANGHETA: COSCA COSTRUIVA STRUTTURA PER ANZIANI, INDAGATO ...Libero-News.it - Milano,ItalySecondo i magistrati l'operazione vede coinvolto anche l'imprenditore Antonio De Vito, legato alla cosca Giampa' (uno degli esponenti di spicco della ...

Europee, De Magistris correrà con l'ex collega Di PietroPUPIA - Gricignano di Aversa,Campania,Italy... stato trasferito dopo lo scandalo delle indagini “Why not”, “Poseidone” e “Toghe lucane” in cui erano inquisiti uomini politici, imprenditori e magistrati.

Tangenti&mattoni, le accuse a Bianchi e AdolfIl Secolo XIX - Genova,ItalySi è aperta una nuova tranche del processo contro l’imprenditore di Taggia, Giuseppe Bianchi. Sotto accusa gli appalti post-alluvione e le presunte tangenti

Sgominata la Banda dei Rolex In manette un napoletano e un'estetistaIl Resto del Carlino - Emilia Romagna,Italy... una compiuta il 2 giugno a Rimini ai danni di un imprenditore rumeno a cui era stato sottratto un Rolex da 16 mila euro, e una compiuta il 17 giugno a ...

Incidente al magistrato: salta l'interrogatorio di CioniLa Nazione - ItalyInoltre, secondo quanto si apprende, sarebbe in forse anche l'audizione con incidente probatorio, fissata per il 4 aprile, con l'imprenditore Marco ...


Camorra, 28 arresti in operazione nel CasertanoReuters Italia - ItalyGli arrestati sono considerati responsabili di associazione mafiosa, due omicidi, porto abusivo di armi da fuoco e di oltre 100 estorsioni ai danni di ...
'ndrangheta sulla Tav, 20 arrestiTGCOM - ItalyImprenditori che agiscono con metodi mafiosi: è la terza generazione dell''ndrangheta in Lombardia. Questa, secondo il il procuratore della Repubblica di ...

Investivano il 'tesoro' di Ciancimino, tre arrestiLa Repubblica - ItalyGli arrestati sono l'amministratore delegato della società "Alba D'Oro", Nino Zangari, di 44 anni, già assessore allo sport al comune di Tagliacozzo; ...

VITERBO: FAVORIVANO INGRESSO EXTRACOMUNITARI, 12 PROVVEDIMENTI ...Libero-News.it - Milano,ItalyTra i destinatari dei provvedimenti restrittivi anche due dipendenti pubblici, alcuni professionisti ed imprenditori del capoluogo nonche' due soggetti ...

MAFIA: ARRESTI PALERMO, OLTRE 30 VITTIME ESTORSIONE MA NESSUNA ...Il Riformista - Italy(Adnkronos) - Sono almeno una trentina i commercianti e gli imprenditori vittime delle estorsioni nella zona tra Termini Imerese, Trabia e Sciara, ...

Riccione: rapinavano turisti, arrestati ladri di RolexRomagnaOggi.it - Forlì,ItalyA seguito dell'esecuzione del provvedimento restrittivo, la donna è stata posta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, mentre per Mattiuccio ...

Operazione anticamorra nel casertano: 31 arrestiItalia News - Salerno,Salerno,Italy... omicidio, porto abusivo di armi da fuoco e oltre 100 estorsioni perpetrate nei confronti di imprenditori e commercianti della zona di Maddaloni. ...

Arrestato Conte Trovato con la mazzetta In cella pure il corruttoreL'Espresso - ItalyIl primo obiettivo dell’imprenditore era di ottenere uno spostamento dell’antenna per la telefonia installata nell’area del campo sportivo di via Campodoro. ...

Sequestrata discarica abusiva di 4 ettari nel tarantino, 3 denunceAdnkronos/IGN - Roma,Italy... MP 50, imprenditore del settore movimento terra per trasporto illecito di rifiuti e DDL 61, di Parma, amministratore unico della ditta appaltatrice, ...


Emilia R./ Parma, sfruttamento della prostituzione: 4 arresti -2Virgilio Notizie - Italy(Apcom) - L'operazione che ha portato all'arresto di due italiani, una romena e un colombiano, ha rappresentato la conclusione di un'attività investigativa ...

‘Ndrangheta, controlli alla SpeziaIl Secolo XIX - Genova,ItalyLe indagini hanno portato al sequestro di numerose armi e all’arresto in flagranza di reato di nove persone. Secondo quanto riferito dai militari, ...
OLTRE IL GIARDINOLa Repubblica - ItalyDa noi, del resto, uno come Madoff non avrebbe potuto neanche essere arrestato perché la pena massima per appropriazione indebita e truffa è di tre anni ed ...


COSENZA: ESTORSIONE A IMPRENDITORE, TRA ARRESTATI FIGLIO ...Libero-News.it - Milano,ItalyUno degli arrestati (ai domiciliari), CB di 50 anni titolare di un locale pubblico, ha impedito che si svolgesse la festa nel palatenda per convogliare i ...

Truffa telematica a Soragna: arrestate altre due personeGazzetta di Parma - Parma,Parma,ItalySalgono a quattro gli arresti per la clamorosa truffa telematica della quale è rimasto vittima anche un imprenditore soragnese, che si è visto sottrarre ...

COSENZA: ESTORSIONE A IMPRENDITORE, TRA ARRESTATI FIGLIO ...Libero-News.it - Milano,Italy(Adnkronos) - C'e' il figlio di un capobastone della zona di Castrovillari tra gli arresti eseguiti questa mattina per estorsione e ricettazione. ...

TRUFFA AL FISCO, ARRESTATI SEI IMPRENDITORIBulgaria-Italia - Italy... con l'operazione denominata «real Time», ha arrestato oggi sei imprenditori lombardi e piemontesi, attivi nel campo dell'informatica, con l'accusa di ...

Usura e riciclaggio: 8 arresti a RomaIl Messaggero - Roma,ItalyAffidavano parte del denaro ottenuto dallo spaccio di cocaina a imprenditori immobiliari compiacenti per l'acquisto di lussuose ville o complessi turistici ...


Alleggerito conto corrente on-line, un arrestoL'Espresso - ItalyLunedì dal conto corrente on-line di un imprenditore udinese erano spariti, senza che il titolare avesse disposto alcuna operazione, ben seimila euro. ...

Ladri d’identità: arrestatiIl Giorno - Italy... di un imprenditore lecchese, che si è rivolto subito ai carabinieri. COSÌ I MILITARI della stazione di Erba hanno arrestato i due in flagranza di reato, ...

11 arresti e 95 kg di hashish sequestrati nell'ambito dell ...Oggi Treviso - Vittorio Veneto,ItalyErano imprenditori, liberi professionisti, operai, studenti universali: per ciascuno il prezzo della dose variava a seconda delle disponibilità economiche, ...

FRODE FISCALE: SEI IMPRENDITORI ARRESTATI DA GDF MILANO (2)AGI - Agenzia Giornalistica Italia - Roma,ItalyIl sistema di evasione utilizzato dagli imprenditori attivi nel campo dell'informatica sarebbe consistito nella cosiddetta 'frode a carosello'. ...

Usura Imprenditori complici di riciclaggio di soldi sporchiil Giornale - Milano,ItalyGli otto arrestati sono Danilo Di Rocco, 41 anni, Franca Lustrissimi, 62 anni, Alberto Sciamannetti, 45 anni, Patrizia di Rocco, 45 anni, tutti romani; ...

Truffa al fisco, arrestati sei imprenditoriVivimilano - Milano,Italy... ha arrestato oggi sei imprenditori lombardi e piemontesi, attivi nel campo dell'informatica, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla ...

Camorra/ Tre gli arrestati clan Casalesi, Letizia ancora liberoVirgilio Notizie - ItalySecondo gli inquirenti si è dunque intensificata la richiesta di estorsioni soprattutto ai danni di imprenditori e commercianti nel Comune di Castel ...

Operazione antiusura: tre arrestiPortale del Comune di Terni - Terni,Umbria,ItalyGli usurai minacciavano gli imprenditori, la maggior parte del Lazio e della Sardegna, anche con l'uso delle armi. Sono stati sequestrati terreni, ...

Camorra: arresti a tappeto in tutta la CampaniaDazebao l'informazione on line - Roma,ItalyAttraverso l'imposizione di numerose tangenti agli imprenditori della zona - alcune riscosse con l'utilizzo anche di un ragazzo disabile -, il gruppetto ...

FRODAVANO IL FISCO PER CENTINAIA DI MILIONI SEI IMPRENDITORI ...Leggo Online - Italy... imprenditori lombardi e piemontesi accusati di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale per alcune centinaia di milioni di euro. ...


Cocaina e hashish: 30 arrestiQui Brescia - ItalyL'inchiesta era partita da un giro di false fatturazioni: indagando su alcuni imprenditori, hanno trovato chi vendeva loro la droga. ...

POL - Le prime pagine di RomaIl Velino - Roma,ItalySpiegando che uno dei due arrestati per la violenza carnale stava organizzando la propria fuga in pullman. A scoprirlo gli inquirenti intercettando una ...

Camorra: arrestati quattro esponenti dei Casalesiil Giornale - Milano,ItalyArrestato anche un imprenditore Tra gli arrestati figurano anche un imprenditore di Castel Volturno (Caserta) e Vincenzo Cirillo, fratello di Alessandro ...

Friuli/ Imprenditore favoriva immigrazione clandestina: arrestatoVirgilio Notizie - Italy(Apcom) - La Guardia di finanza di Trieste ha arrestato un imprenditore egiziano del Pordenonese che attraverso fittizie richieste di nullaosta al lavoro e ...

Tra gli indagati ex assessore Luca EspositoCorriere del Mezzogiorno - Napoli,Italy... anch'egli tra gli arrestati. Anche in questa vicenda è coinvolto l'imprenditore Vincenzo Cotugno, titolare della «Fire Controll». ...

Veneto/ Venezia, arrestato mandante di tentato duplice omicidioVirgilio Notizie - ItalyZanon risultò essere stato vittima della sparatoria solo perché si trovava assieme a Zennaro. Pare che l'imprenditore arrestato vantasse dei crediti in ...

Rifiuti, i verbali dei veleniIl Tempo - Roma,ItalyVomitavano veleni a tutto spiano i due termocombustori di Colleferro sequestrati dai carabinieri del Noe di Roma, che hanno messo agli arresti domiciliari ...


Tangenti, arrestati due funzionari delle doganeVarese News - Gazzada Schianno,ItalyInvito pertanto gli imprenditori ei contribuenti a denunciare ogni tentativo, solo in questo modo è possibile reprimere un malcostume diffuso».

Enna: condannati il capo mafia Leonardo e l’imprenditore GurgoneEcodiSicilia - ItalyArrestati Salvatore La Delia, 58 anni di Enna, condannato a 2 anni e 7 mesi di carcere; Carmelo La Delia, 56 anni, condannato ad otto anni di reclusione e ...

Profumi e lettori Mp3 ai boss in cella grazie alle due guardie ...Il Resto del Carlino - Emilia Romagna,ItalyGli altri tre arrestati, invece, avrebbero portato in carcere ‘pizzini’, droga e cellulari sempre attraverso Mennillo e Micillo. ...

Derubato di 100mila euro "vittima" dei conti on lineLa Repubblica - ItalyUn imprenditore parmense ha denunciato l'ammanco. Le indagini hanno portato all'arresto di un uomo austriaco e di una donna russa con l'accusa di "phising" ...

Arrestato il mandante di un duplice tentato omicidioANSA - Roma,Italy(ANSA) - VENEZIA, 10 MAR - Arrestato dai Cc di Venezia un noto imprenditore edile ritenuto il mandante di un tentato duplice omicidio avvenuto nel giugno ...

Emilia R./ Modena, anche due agenti corrotti nel clan... -2-Virgilio Notizie - Italy... 2002 con l'arresto di 5 persone - avevano già consentito alla Polizia di arginare il fenomeno delle estorsioni ai danni di imprenditori edili modenesi. ...

Venezia: arrestato imprenditore ritenuto mandante tentato omicidioThe Instablog - ItalyVENEZIA - Arrestato dai carabinieri di Venezia nelle prime ore di oggi un noto imprenditore edile ritenuto il mandante di un tentato duplice omicidio ...

CARAMUSCIO, LA POLIZIA A CACCIA DEI FIANCHEGGIATORILecceprima.it - quotidiano online di Lecce e del Salento - Lecce,Puglia,ItalyNel novembre scorso vennero arrestati Angelo Corrado, Roberto Nisi, entrambi di Lecce e Gianluca Negro di Surbo. Sarebbero stati prezzolati da Caramuscio ...

Enna. Tre arresti per sentenza definitiva di esponenti di ‘Cosa ...Vivi Enna - Enna,Italy... per avere richiesto ad imprenditore che eseguiva la realizzazione di alcuni alloggi in Enna, a titolo di protezione, la somma di 30 milioni, ...


RIFLETTETE!
Marghera, 19 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

sabato, marzo 14, 2009

Il catto-comunista, il clerico-fascista e i cittadini italiani.

Che Berlusconi e Franceschini pratichino politiche fasciste in disprezzo del dettato Costituzionale, non c’è dubbio.
Ma lo sanno benissimo anche loro. Solo che non lo dicono tentando di fregarsi personalmente anziché coinvolgere le persone. Così, veniamo a sapere dalla bocca di Berlusconi che Franceschini è un catto-comunista. Io non so che cosa sia un comunista cattolico, ma so che il cattolico è colui che adorando quel dio che si vanta di macellare l’umanità col diluvio universale, di fatto si fanno complici e garanti di genocidio.
Dalla bocca di Franceschini, qualcuno scopre che Berlusconi è un “clerico-fascista”. Tutti i finanziamenti che da alla chiesa cattolica sottraendoli alla popolazione italiana lo fanno complice di uno Stato straniero a discapito dello Stato Italiano. Col termine fascista comprendiamo come nelle intenzioni di Berlusconi ci sia quella di calare l’immagine del dio padrone, e di sé stesso come uno dei vicari, nella società italiana a discapito della Costituzione e dello Stato Democratico. Il duce in contrapposizione all’equilibrio delle Istituzioni AL SERVIZIO DEI CITTADINI, come imposto dalla Costituzione. Già col nodo Alfano, Berlusconi, Fini, Schifani e Napolitano, separando la loro persona dai cittadini, hanno assunto il ruolo di coloro che “sono fuori della legge”: il dio padrone cattolico. O, se preferite il duce! Là dove Prodi coraggiosamente lavorava per mantenere gli equilibri istituzionali, non passa giorno che Berlusconi mostri insofferenza per le regole Istituzionale e disprezzo per i cittadini. Un disprezzo che è giunto al limite di proporre (magari poi lo smentisce) che alla camera votino solo i capigruppo. Tanto, al duce i deputati non servono.



Il premier critica il segretario del Pd ("è un leader catto-comunista")e la sua proposta di tassare i più abbienti: "E' una ricetta sbagliata"
Berlusconi boccia Franceschini"La sua tassa è un'elemosina"

E ribadisce la sua intenzione di cambiare la CostituzioneIl segretario pd risponde: "E' un clerico-fascista"

ROMA - "Un leader catto-comunista, imprevisto. Pensavo che ci fosse una preminenza della sinistra. Non è chiaro a quali principi voglia arrivare con questo catto-comunismo. Al Pd auguro di mettere radici solide e di diventare la controparte del Pdl: diventi un partito socialdemocratico". Così Silvio Berlusconi giudica Dario Franceschini (che a sua volta, in un'intervista all'Espresso, lo attacca duramente) e il Partito democratico. Criticando con forza l'idea del segretario di tassare i redditi più consistenti per aiutare i meno abbienti: "Non è con un'elemosina che si risolvono i problemi, è una ricetta sbagliata secondo la dottrina tradizionale dell'economia". E su questo arriva una risposta a stretto giro del segretario pd: "Mi rivolge una vecchia offesa che veniva utilizzata prima che io nascessi nei confronti dei cattolici progressisti. Tecnicamente lui è un clerico-fascista". Dunque, secondo il premier, l'imposta sui guadagni dai 120 mila euro in su non è efficace. Il punto, avverte, non è su "chi può dare o meno. Anzi, chi può dare già compie opere sociali e donazioni che vanno oltre il 2%: io non faccio sapere nulla, ma la mia famiglia è molto attiva e fa molto, ad esempio, nella costruzione di ospedali e orfanotrofi". Il presidente del Consiglio parla alla cerimonia del premio per Politico dell'anno, che gli viene assegnato dal quotidiano Il Riformista. E nell'occasione, affronta anche il tema della crisi: "Non si conosce la reale portata del disastro finanziario - spiega - ma quello che è certo è che bisogna dire no alla canzone catastrofista dei media". Anche perché, a suo giudizio, l'Italia "è particolarmente indicata ad uscirne prima rispetto agli altri Paesi grazie al fatto che gli italiani sono grandi risparmiatori, agli ammortizzatori sociali e alla solidità del sistema bancario". Quanto al suo piano di liberalizzazione dell'edilizia, Berlusconi dice: "Domani abbiamo la discussione sul piano casa: siamo una coalizione, dobbiamo discutere con gli alleati. Comunque faremo un disegno di legge". "Anche se - aggiunge - credo che un decreto sarebbe più efficace". Ancora, il premier rilancia la sua intenzione di modificare la Costituzione e i regolamenti parlamentari, e adombra l'obiettivo di trasformare la repubblica da parlamentare a presidenziale. "Viviamo con un sistema e un'architettura istituzionale - sostiene - che non è più in linea con i tempi. Quella decisione sacrosanta assunta dai padri costituenti veniva dopo un ventennio dittatoriale e c'era quindi la logica di voler assegnare alla Repubblica una forma non presidenziale ma parlamentare. Adesso noi dobbiamo per forza arrivare alla possibilità di decisioni più immediate e di percorsi più brevi per trasformare una decisione assunta responsabilmente in qualcosa di concreto".
(12 marzo 2009)
Tratto da:
http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/politica/premier-varie/premier-varie/premier-varie.html



E’ la china nazi-fascista su cui si è incamminata la repubblica Italiana. Una china che vede in pericolo non solo le Istituzioni, ma tutti i diritti fondamentali dell’uomo che vengono sistematicamente negati: come per la legge sul testamento biologico in cui, per far piacere ad uno stato straniero e violentare la Costituzione, si vuole imporre l’alimentazione forzata. Si vuole, cioè, imporre al cittadino la rinuncia al controllo del proprio corpo e della propria vita. Mentre in Calabria gli anziani venivano ammazzati dalla curia, anziché assicurare loro di vivere dignitosamente e 27 sono stati rinviati a giudizio, a chi vuole morire viene impedito: LA VIOLENZA NAZI-FASCISTA E’ LA STESSA!
La Costituzione deve essere rispettata da chi occupa ruoli nelle Istituzioni. Quando questo non avviene significa che è in corso un processo di fascistizzazione della società civile.
Franceschini, dunque, è un catto-comunista e Berlusconi un clerico-fascista: e mentre questi giocano la società italiana si sta avviando verso lo svuotamento della Costituzione Democratica. Diventa una carta che sancisce il diritto di un padrone a vessare i cittadini anziché essere la carta che garantisce i cittadini da Istituzioni trasformate in covi di gerarchi.

Marghera, 14 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

martedì, marzo 10, 2009

Il Vaticano, il dio padrone, gli embrioni e i cittadini della società civile

Perché il Vaticano ha alzato le barricate sulla questione degli embrioni?
Bush aveva iniziato una guerra di religione contro la scienza. Una guerra in nome della morale cattolica contro le ragioni della vita. Ora, con Obama, si è superata quella guerra e, forse, se ne supereranno altre. Ma, perché la chiesa cattolica oggi come oggi, ha preso le difese degli embrioni considerandoli delle persone a tutti gli effetti?
Se guardiamo alla storia del cristianesimo e alla chiesa cattolica in particolare, osserviamo come i bambini sono sempre stati delle non persone. L’anima entrava nei loro corpi in epoche diverse e, fintanto che non avevano l’anima dal padrone, erano delle non persone. C’era differenza fra i sessi. L’anima entrava nel corpo dei bambini prima che nel corpo delle bambine. Poi, nelle diverse epoche, le “tradizioni” cambiano a seconda degli interessi personali del clero.
Oggi siamo agli embrioni. C’è forse una relazione fra il bambino appena nato e l’embrione?
Ricordate il “lasciate che i bambini vengano a me”? Perché i bambini? Perché erano gli “innocenti” nel significato che a questo termine dà la chiesa cattolica. Erano i “deficienti”, i “cretini” senza capacità di critica né strumenti con cui determinare sé stessi e la loro esistenza e, dunque, erano dipendenti dal padrone; da chi voleva che i bambini lo accettassero perché nessuno, con un minimo di capacità critica, avrebbe accettato un povero deficiente come il Gesù di Nazareth che farneticava di essere il padrone delle persone. Celso è chiaro in proposito.

La Chiesa cattolica deve difendere il ruolo del dio padrone.
Con il tentativo della chiesa cattolica di legittimare la personalità degli embrioni, la chiesa cattolica intende legittimare il suo dio.
Quella NON PERSONA che il credente è costretto a considerare una persona.
La non persona che ha nei vicari in terra la sua personalità alla quale il credente cattolico si deve sottomettere. Se la persona è l’embrione, il oggetto della società civile, in quanto soggetto della società civile, non è più persona. Essere un cittadino significa votare, discutere, legittimare e delegittimare, significa arrabbiarsi, chiedere giustizia ed agire nella società civile contribuendo al progresso della società civile. Il bambino stesso è una persona civile nella misura in cui è accolto, con la nascita, nella società civile in quanto membro a tutti gli effetti. Ma se la donna decide di abortire, non ha abortito una persona, ma un feto che avrebbe potuto essere un neonato attraverso quella donna che non gli ha concesso di essere un neonato, in quanto ciò che avrebbe ceduto, avrebbe nuociuto a sé stessa. Sé stessa come cittadina e come persona. Avrebbe menomato il suo essere nel mondo. Quel feto, proseguendo nella gestazione, non avrebbe sommato sé stesso alla società, ma avrebbe ucciso la madre o parte di essa come cittadino della società.

E allora perché la chiesa cattolica chiede l’estensione della “dignità di persona” all’embrione che è ancor meno del feto?
Perché, per la chiesa cattolica le persone sono tali se sono embrioni.
Perché l’intera società deve essere, per la chiesa cattolica e per l’ideologia cristiana, ridotta a soggetti larvali. Solo in quel modo la chiesa cattolica, al loro cospetto, può affermare di essere il dio padrone incarnazione in terra del dio padrone.
Quando la chiesa cattolica deteneva il potere diretto degli Stati, le persone dovevano essere ridotte a pecore perché in quel modo potevano, se necessario, difendere il potere quotidiano della chiesa cattolica. Ora che alla chiesa cattolica è concesso il potere di manipolare i bambini, deve assicurarsi che gli adulti si sottomettano a delle non persone. Ai feti e agli embrioni. Organizzino la loro esistenza in funzione dei feti e degli embrioni per impedire la sessualità e il godimento nelle relazioni fra gli individui e siano costretti a soffrire.

Esaltare l’embrione, per la chiesa cattolica, significa esaltare il suo dio padrone, una NON PERSONA, un SOGGETTO ESTERNO ED ESTRANEO ALLA NATURA (che per la chiesa cattolica è la sua creazione; oggetto che egli possiede) che detta leggi morali al fine di impedire alla Natura e alla VITA di trarre da sé la forza dell’infinito.
Ridurre l’Essere Umano ad embrione significa sottrargli la dignità civile di determinare sé stesso. Significa rinchiuderlo in un campo di sterminio di doveri e obblighi il cui scopo è infilarlo nelle camere a gas della non esistenza. Tutto questo a maggior gloria di Ratzinger e del suo dio padrone.

Con la sua decisione il Presidente USA Obama ha dato un calcio al dio padrone dei cristiani. Lo ha privato del diritto di trasformare gli Esseri Umani in embrioni e in oggetti di possesso della sua morale di morte.
E’ una questione di civiltà che il Vaticano, spacciatore di eroina e trafficante di schiavi, naturalmente, disprezza in quanto limita sia lo spaccio dell’eroina che il traffico di schiavi.
Riporto la questione da un articolo de Il Messaggero.

Osservatore romano: rispetto per embrioni
I vescovi Usa: triste vittoria della politica

CITTÀ DEL VATICANO (9 marzo) - L'Osservatore Romano, nel giorno in cui il presidente degli Stati Uniti concede nuovamente i fondi federali alla ricerca sulle staminali embrionali, ribadisce che «l'embrione è un soggetto nel suo significato ontologico»,. «Il riconoscimento della dignità personale - si legge in un articolo firmato da Adriano Pessina- deve essere esteso a tutte le fasi dell'esistenza»,«Su questa maturità del pensiero - sottolinea - si fonda una reale democrazia».Staminali, ricerca immorale. Già sabato scorso, l'Osservatore Romano, riprendendo un giudizio espresso dai vescovi statunitensi, aveva definito «profondamente immorale e superflua» la ricerca sulle staminali embrionali, a cui il presidente Barack Obama ha riaperto la possibilità di fondi federali, bloccati otto anni fa dal suo predecessore George W. Bush. «La posizione della Chiesa cattolica - ricordava il quotidiano del Papa - è stata espressa più volte in passato, in previsione della possibilità che le limitazioni al finanziamento per le ricerche sulle staminali potessero essere rimosse». I vescovi Usa. L'Osservatore citava una nota dei vescovi americani in cui si affermava che «una volta oltrepassata la fondamentale linea morale che ci impedisce di trattare gli esseri umani come meri oggetti di ricerca, non ci sarà più un punto di arresto». Ora - commentava il giornale vaticano, «i soldi dei contribuenti statunitensi» saranno destinati a tale ricerca. La decisione del presidente Barack Obama sulle staminali embrionali rappresenta «una triste vittoria della politica sulla scienza e l'etica» aggiunge la Conferenza dei vescovi americani attraverso il cardinale di Filadelfia, Justin Rigali. «È un'azione moralmente sbagliata - ha detto Rigali, che presiede il comitato sulle attività per la vita della Conferenza - perchè incoraggia la distruzione di vite umane innocenti, trattando essere umani vulnerabili come meri prodotti da coltivare. È anche una decisione che non prende in considerazione i valori di milioni di contribuenti americani che si oppongono alla ricerca che richiede l'uso della vita umana». Il cardinale Rigali ha inoltre sottolineato che la decisione «ignora il fatto che ci sono a disposizione e in attesa di un maggior sostegno modalità solidamente etiche per l'avanzamento della scienza sulle cellule staminali e per i trattamenti etici».

Tratto da:
http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=15618&sez=HOME_NELMONDO&npl=&desc_sez=


Purtroppo, in Italia, assistiamo ai politici che vogliono trasformare gli Esseri Umani in non persone. Trasformarli in oggetti impossibilitati a chiedere giustizia e a rivendicare il loro essere cittadini. Per questo i politici si sono schierati a fianco della chiesa cattolica, ma questa crisi sta spazzando via molte convinzioni che prima erano date per scontate.

Marghera, 10 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it