Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

martedì, marzo 10, 2009

Il Vaticano, il dio padrone, gli embrioni e i cittadini della società civile

Perché il Vaticano ha alzato le barricate sulla questione degli embrioni?
Bush aveva iniziato una guerra di religione contro la scienza. Una guerra in nome della morale cattolica contro le ragioni della vita. Ora, con Obama, si è superata quella guerra e, forse, se ne supereranno altre. Ma, perché la chiesa cattolica oggi come oggi, ha preso le difese degli embrioni considerandoli delle persone a tutti gli effetti?
Se guardiamo alla storia del cristianesimo e alla chiesa cattolica in particolare, osserviamo come i bambini sono sempre stati delle non persone. L’anima entrava nei loro corpi in epoche diverse e, fintanto che non avevano l’anima dal padrone, erano delle non persone. C’era differenza fra i sessi. L’anima entrava nel corpo dei bambini prima che nel corpo delle bambine. Poi, nelle diverse epoche, le “tradizioni” cambiano a seconda degli interessi personali del clero.
Oggi siamo agli embrioni. C’è forse una relazione fra il bambino appena nato e l’embrione?
Ricordate il “lasciate che i bambini vengano a me”? Perché i bambini? Perché erano gli “innocenti” nel significato che a questo termine dà la chiesa cattolica. Erano i “deficienti”, i “cretini” senza capacità di critica né strumenti con cui determinare sé stessi e la loro esistenza e, dunque, erano dipendenti dal padrone; da chi voleva che i bambini lo accettassero perché nessuno, con un minimo di capacità critica, avrebbe accettato un povero deficiente come il Gesù di Nazareth che farneticava di essere il padrone delle persone. Celso è chiaro in proposito.

La Chiesa cattolica deve difendere il ruolo del dio padrone.
Con il tentativo della chiesa cattolica di legittimare la personalità degli embrioni, la chiesa cattolica intende legittimare il suo dio.
Quella NON PERSONA che il credente è costretto a considerare una persona.
La non persona che ha nei vicari in terra la sua personalità alla quale il credente cattolico si deve sottomettere. Se la persona è l’embrione, il oggetto della società civile, in quanto soggetto della società civile, non è più persona. Essere un cittadino significa votare, discutere, legittimare e delegittimare, significa arrabbiarsi, chiedere giustizia ed agire nella società civile contribuendo al progresso della società civile. Il bambino stesso è una persona civile nella misura in cui è accolto, con la nascita, nella società civile in quanto membro a tutti gli effetti. Ma se la donna decide di abortire, non ha abortito una persona, ma un feto che avrebbe potuto essere un neonato attraverso quella donna che non gli ha concesso di essere un neonato, in quanto ciò che avrebbe ceduto, avrebbe nuociuto a sé stessa. Sé stessa come cittadina e come persona. Avrebbe menomato il suo essere nel mondo. Quel feto, proseguendo nella gestazione, non avrebbe sommato sé stesso alla società, ma avrebbe ucciso la madre o parte di essa come cittadino della società.

E allora perché la chiesa cattolica chiede l’estensione della “dignità di persona” all’embrione che è ancor meno del feto?
Perché, per la chiesa cattolica le persone sono tali se sono embrioni.
Perché l’intera società deve essere, per la chiesa cattolica e per l’ideologia cristiana, ridotta a soggetti larvali. Solo in quel modo la chiesa cattolica, al loro cospetto, può affermare di essere il dio padrone incarnazione in terra del dio padrone.
Quando la chiesa cattolica deteneva il potere diretto degli Stati, le persone dovevano essere ridotte a pecore perché in quel modo potevano, se necessario, difendere il potere quotidiano della chiesa cattolica. Ora che alla chiesa cattolica è concesso il potere di manipolare i bambini, deve assicurarsi che gli adulti si sottomettano a delle non persone. Ai feti e agli embrioni. Organizzino la loro esistenza in funzione dei feti e degli embrioni per impedire la sessualità e il godimento nelle relazioni fra gli individui e siano costretti a soffrire.

Esaltare l’embrione, per la chiesa cattolica, significa esaltare il suo dio padrone, una NON PERSONA, un SOGGETTO ESTERNO ED ESTRANEO ALLA NATURA (che per la chiesa cattolica è la sua creazione; oggetto che egli possiede) che detta leggi morali al fine di impedire alla Natura e alla VITA di trarre da sé la forza dell’infinito.
Ridurre l’Essere Umano ad embrione significa sottrargli la dignità civile di determinare sé stesso. Significa rinchiuderlo in un campo di sterminio di doveri e obblighi il cui scopo è infilarlo nelle camere a gas della non esistenza. Tutto questo a maggior gloria di Ratzinger e del suo dio padrone.

Con la sua decisione il Presidente USA Obama ha dato un calcio al dio padrone dei cristiani. Lo ha privato del diritto di trasformare gli Esseri Umani in embrioni e in oggetti di possesso della sua morale di morte.
E’ una questione di civiltà che il Vaticano, spacciatore di eroina e trafficante di schiavi, naturalmente, disprezza in quanto limita sia lo spaccio dell’eroina che il traffico di schiavi.
Riporto la questione da un articolo de Il Messaggero.

Osservatore romano: rispetto per embrioni
I vescovi Usa: triste vittoria della politica

CITTÀ DEL VATICANO (9 marzo) - L'Osservatore Romano, nel giorno in cui il presidente degli Stati Uniti concede nuovamente i fondi federali alla ricerca sulle staminali embrionali, ribadisce che «l'embrione è un soggetto nel suo significato ontologico»,. «Il riconoscimento della dignità personale - si legge in un articolo firmato da Adriano Pessina- deve essere esteso a tutte le fasi dell'esistenza»,«Su questa maturità del pensiero - sottolinea - si fonda una reale democrazia».Staminali, ricerca immorale. Già sabato scorso, l'Osservatore Romano, riprendendo un giudizio espresso dai vescovi statunitensi, aveva definito «profondamente immorale e superflua» la ricerca sulle staminali embrionali, a cui il presidente Barack Obama ha riaperto la possibilità di fondi federali, bloccati otto anni fa dal suo predecessore George W. Bush. «La posizione della Chiesa cattolica - ricordava il quotidiano del Papa - è stata espressa più volte in passato, in previsione della possibilità che le limitazioni al finanziamento per le ricerche sulle staminali potessero essere rimosse». I vescovi Usa. L'Osservatore citava una nota dei vescovi americani in cui si affermava che «una volta oltrepassata la fondamentale linea morale che ci impedisce di trattare gli esseri umani come meri oggetti di ricerca, non ci sarà più un punto di arresto». Ora - commentava il giornale vaticano, «i soldi dei contribuenti statunitensi» saranno destinati a tale ricerca. La decisione del presidente Barack Obama sulle staminali embrionali rappresenta «una triste vittoria della politica sulla scienza e l'etica» aggiunge la Conferenza dei vescovi americani attraverso il cardinale di Filadelfia, Justin Rigali. «È un'azione moralmente sbagliata - ha detto Rigali, che presiede il comitato sulle attività per la vita della Conferenza - perchè incoraggia la distruzione di vite umane innocenti, trattando essere umani vulnerabili come meri prodotti da coltivare. È anche una decisione che non prende in considerazione i valori di milioni di contribuenti americani che si oppongono alla ricerca che richiede l'uso della vita umana». Il cardinale Rigali ha inoltre sottolineato che la decisione «ignora il fatto che ci sono a disposizione e in attesa di un maggior sostegno modalità solidamente etiche per l'avanzamento della scienza sulle cellule staminali e per i trattamenti etici».

Tratto da:
http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=15618&sez=HOME_NELMONDO&npl=&desc_sez=


Purtroppo, in Italia, assistiamo ai politici che vogliono trasformare gli Esseri Umani in non persone. Trasformarli in oggetti impossibilitati a chiedere giustizia e a rivendicare il loro essere cittadini. Per questo i politici si sono schierati a fianco della chiesa cattolica, ma questa crisi sta spazzando via molte convinzioni che prima erano date per scontate.

Marghera, 10 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it