Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

mercoledì, aprile 22, 2009

Il Fondo Monetario Internazionale e le condizioni che indurranno a nuovi terrorismi


Purtroppo il governo italiano continua a pompare inducendo nei cittadini una fiducia illegittima sulla stabilità delle loro condizioni economiche.
Una fiducia che viene smentita continuamente dai dato reali. Dati reali che vengono percepiti dalle persone in base alle file ai supermercati, che gli istituti internazionali diffondono, ma che un governo teso ad indebolire la società italiana vede con sufficienza e con fastidio.
Fra le altre cose, stanno aumentando i “dannati della terra”. Quegli sporchi e brutti che intendono sopravvivere e la cui azione andrà ad agire sulle fasce più deboli della popolazione.
Ma questo non interessa a personaggi come Maroni, Berlusconi, Tremonti, che fanno del disagio sociale occasione per organizzare la loro campagna elettorale.



Fmi, Pil Italia -4,4% nel 2009, salgono debito e deficit

Il Fmi vede ancora dense nubi sul futuro dell'economia italiana, penalizzata come tutta l'Europa, dalla crisi. Nel «World Economic Outlook» di primavera, diffuso mercoledì 22 aprile a Washington, il Fondo monetario ha riveduto drasticamente la stima di crescita per l'Italia, abbassandola per il 2009 a -4,4 per cento. Il taglio é di ben 2,3 punti percentuali rispetto al -2,1% stimato soltanto tre mesi fa, a fine gennaio quando era stato diffuso l'ultimo aggiornamento dell'Outlook. Per il 2010 il peggioramento, stimato allo 0,1% in gennaio, é stato portato a -0,4 per cento Il rapidissimo peggioramento della congiuntura é evidente nel confronto con il Pil 2008 (-1%) e 2007 (+1,6%). Anche l'Italia, come il resto del globo, é nella morsa di quella che il Fondo descrive come «la peggiore recessione dalla Grande Depressione» del 1929, innescata da «una massiccia crisi finanziaria» e da «un'acuta perdita di fiducia» a tutti i livelli del sistema economico. Per l'Italia la crisi si tradurrà anche in un balzo in avanti della disoccupazione che continuerà a salire, passando dal 6,8% del 2008 all'8,9% previsto per quest'anno e al 10,5% nel 2010. Il fortissimo calo di prezzo delle materie prime, soprattutto del petrolio, e il collasso della domanda, stanno invece, facendo scendere «in modo molto rapido», anche in Italia le pressioni inflative: il tasso di inflazione é, infatti, previsto allo 0,7% quest'anno, una discesa verticale dal 3,5% del 2008, con un ulteriore lieve assestamento allo 0,6% nel 2010.
22 aprile 2009
Tratto da:
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Mondo/2009/04/Fmi-Italia-outlook.shtml?uuid=2541cb7a-2f3f-11de-90c6-2fe15c88b793&DocRulesView=Libero


La malattia avanza. Come un cancro si diffonde nella società. Da un lato i cittadini si sentono assediati da tutti quegli Istituti che pretendono di portare via loro denaro, spesso indebitamente; dall’altro lato le condizioni di lavoro e le opportunità sociali si fanno sempre più precarie.
Pessime notizie, per tutti meno che per Berlusconi, Tremonti, Alfano, Sacconi, Scajola, ecc.

Marghera, 22 aprile 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it