Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

mercoledì, maggio 06, 2009

Silvio Berlusconi a Porta a Porta, volgare ed offensivo, offende l'Italia, le donne, la politica italiana e i principi della Costituzione.

Silvio Berlusconi a Porta a Porta ha dimostrato la sua volgarità.
Una volgarità che offende l’Italia.
Vergognoso, patetico; offensivo contro l’Italia e i principi fondamentali della Costituzione.

Silvio Berlusconi non è un comunicatore, ma un individuo volgare e spregevole.

Se negli USA sarebbe stato preso a calci per la sua volgarità e per le sue offese alla dignità delle persone, in Italia Bruno Vespa gli cede uno spazio televisivo con deferenza “al suo padrone”.
Ancora una volta Bruno Vespa dimostra come la TV italiana sia di proprietà di Berlusconi.

Si tratta di “ciarpame”, volgare e offensivo. Una serie di bugie e di menzogne di Berlusconi che offendono l’Italia e che ancora una volta fa capire a che cosa gli serviva l’impunità del lodo Alfano.
Io non so se riuscirà ad agire per piegare la moglie, ma quello che ha fatto questa sera è un'aggressione mai permessa a nessun cittadino: usare la TV pubblica per i suoi scopi privati di intimidazione della moglie.

Prima di scusarsi con Miriam Bartolini (Veronica Lario), deve scusarsi con l’Italia.

Chissà se Bruno Vespa concede lo stesso spazio e le stesse condizioni a Miriam Bartolini per elencare le volgarità di Berlusconi.
Ciò che Berlusconi ha taciuto è che non si è trattato di un episodio (anche se egli vuole chiudere la sua pratica volgare all’interno dell’episodio di “papi”), ma si tratta di tutto un processo di offese alla moglie come ha offeso l’Italia con il suo disprezzo per i segnali di una crisi che fin dall’estate del 2008 egli non vedeva credendosi, come miliardario, abitatore del paese dei balocchi.
E, per favore, lasciamo perdere la sceneggiata sui terremotati in Abruzzo, più che mettere le mani sulle donne, ...:
L’episodio avvenuto dopo il terremoto in Abruzzo
La battuta del premier con la "volontaria"rilanciata da una televisione del Trentino
MILANO — Abruzzo, 25 aprile. La voce del premier Silvio Berlusconi risuona nitida tra le macerie di una chiesa, poco prima di una foto assieme ai vigili del fuoco e agli uomini della protezione civile. «Posso palpare un po’ la signora?», chiede sorridendo il presidente del Consiglio.Passa dietro alla donna destinataria della boutade e le mette le mani sulle spalle. Poi, lo scatto e il gruppo si scioglie. Lei, la signora in questione, con tanto di caschetto d’ordinanza in testa, sembra imbarazzata: è Lia Giovanazzi Beltrami, 41 anni, assessore trentino alla Solidarietà internazionale e alla Convivenza. La gaffe viene ripresa dalla televisione locale Tca Trentino Tv, che ieri l’ha trasmessa durante l’edizione serale del telegiornale. «Abbiamo preferito non trasmettere subito il filmato — precisa la direttrice della tv Marilena Guerra — perché in quel momento in primo piano c’era l’emergenza terremoto e darlo ci sembrava una sorta di speculazione sull’audience».L’audio è chiaro e le immagini sono inequivocabili. Già in serata, la notizia rimbalza sui media locali e, poi, su internet. Lia Giovanazzi Beltrami, due figli e assessore da novembre, conferma la battuta: «Sono rimasta infastidita dalla frase». E spiega: «Ho preferito non parlarne perché in quei momenti era importante intervenire a favore di chi è rimasto colpito dalla tragedia». Lei, suo malgrado, dalla missione tra i terremotati in rappresentanza della Provincia di Trento, si trova al centro di un nuovo tormentone web: «Mi sembra di essere la protagonista di un fumetto, ma in questo momento preferisco non aggiungere nulla».
Emanuele Buzzi
06 maggio 2009
Fonte:
E' questo disprezzo continuo, sistematico, per la vita delle persone che Berlusconi fa continuamente e che risulta offensivo, in ogni suo gesto e in ogni sua frase. Perché nelle frasi e nei gesti di Silvio Berlusconi c'è il padrone onnipotente, non l'uomo politico impegnato a sostenere il paese.

06 maggio 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: