Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

sabato, giugno 13, 2009

Berlusconi, l'italietta di Mussolini, la crisi economica e la possibile fuga di Berlusconi in Libia.


Berlusconi ha ridicolizzato l’Italia.
Grazie a Berlusconi, Tremonti e Maroni, l’Italia è diventata il ridicolo nel mondo: come l’italietta fascista di Mussolini!


Il quotidiano londinese pubblica su Berlusconi anche un secondo, breve articolo, affermando che, a differenza del suo ultimo incontro con George Bush alla Casa Bianca, il colloquio tra il premier italiano e il presidente Obama, in programma lunedì a Washington, sarà solo un "breve incontro" di un'ora. Il giornale cita una fonte anonima nelle capitale americana secondo cui "l'incontro è un dovere" per il presidente americano, "ma non hanno piacere di ricevere Berlusconi", non tanto per lo scandalo legato ai party con ragazze o al possibile abuso di voli di stato, ma per la presunzione di Berlusconi di considerarsi uno statista in politica estera, con discusse iniziative diplomatiche nei confronti di Russia ed Iran, e con la recente visita di Gheddafi a Roma.
Fonte:
http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-7/times-zappadu/times-zappadu.html?rss

L’Italia viene gestita da Berlusconi come uno stato fascista: un’azienda di cui egli si considera il padrone e gli italiani gli schiavi.
Solo un individuo senza capacità politiche come Berlusconi può ridurre l’Italia in uno stato azienda come fece Mussolini e come, ancora oggi stiamo pagando, con i miliardi che Berlusconi ha regalato, per i suoi interessi personali, a Gheddafi. Berlusconi, dopo la sentenza Mills si sta preparando la via di fuga, come fece Craxi. Come Craxi, dopo che fu messo sotto accusa dalla magistratura, andava di procura in procura a denunciare la recrudescenza del terrorismo con cui tentare di deviare le indagini sulla sua attività criminale, così Berlusconi urla al “complotto” contro di lui quando, invece, appare evidente che lui è il criminale contro il quale i magistrati hanno esitato troppo e troppo a lungo.

L’accoglienza che ha riservato a Gheddafi e il suo urlare al complotto, fa supporre che egli stia effettivamente preparando la sua fuga in Libia per sottrarsi alle condanne sia della magistratura che dalle accuse per il disastro in cui la crisi economica sta spingendo l’Italia. Non è possibile interpretare in modo diverso l’onore che Berlusconi ha decretato per Gheddafi.


L’Italia viene gestita da Berlusconi come uno stato fascista: un’azienda di cui egli si considera il padrone e gli italiani gli schiavi.

Lo dice lui stesso:

«Il ministro Sacconi fa parte della straordinaria squadra di governo che ho avuto la fortuna di avere – ha esordito Berlusconi – Mi sembra di essere tornato indietro e di avere un consiglio di amministrazione validissimo, stiamo lavorando sull'Italia come fosse l'Azienda Italia». Il presidente del Consiglio ha scherzato con le due donne leader degli indistriali quando ha posato per le foto di rito tra Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, e Federica Guidi, presidente dei Giovani Imprenditori. Rivolto ai fotografi e ai giornalisti che lo aspettavano, Berlusconi ha detto: «Prendete atto che sono l'unico uomo e che queste due donne non sono minorenni».
Fonte:
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Economia%20e%20Lavoro/2009/06/berlusconi-santa-margherita.shtml?uuid=71bb86e0-5810-11de-8062-c6c565b8a276&DocRulesView=Libero


E quali sono i risultati di incapaci e incompetenti come Sacconi, Tremonti, Berlusconi?

ROMA – (ANSA) - "In aprile il tasso di disoccupazione nell'area dell'euro è salito al 9,2%, con un incremento di 0,3 punti percentuali sul mese precedente". Lo scrive la Bce aggiungendo che tutti i comparti produttivi hanno contribuito negli ultimi due mesi alla contrazione dell'attività economica, ma il calo è stato più pronunciato nel settore industriale" con conseguente peggioramento delle condizioni del mercato del lavoro.

L’azienda del fascismo: quella che spinge alla guerra e che alimenta i campi di concentramento e di sterminio togliendo agli italiani le prospettive del futuro. Quell’azienda che si dedica allo spazio di eroina e ad alimentare il disagio sociale distruggendo la scuola e la sanità italiana. Quell’attività di rapina della struttura sociale che Berlusconi ha messo in atto per aumentare le sue rendite e i suoi personali interessi che lo hanno portato a candidare le veline come UNICA CAPACITA’ POLITICA CHE BERLUSCONI CONSIDERA NELLE PERSONE: CULI E TETTE!
Un individuo volgare, responsabile di reati gravissimi, tanto da dover imporre il lodo Alfano per non essere processato.

Dice Berlusconi:

«Su quattro calunnie messe in fila, veline, minorenni, Mills e voli di stato, è stata fatta una campagna che è stata molto negativa per l’immagine all’estero». Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, lo ha detto sottolineando che è stato «un comportamento colpevole, ed anche un comportamento eversivo. Volevano far decadere il presidente del Consiglio per mettere un’altra persona non eletta dagli italiani: se questa non è eversione ditemi cosa è?».

Fonte:
http://www.lastampa.it/redazione/

Gli italiani hanno a che fare con un criminale che i magistrati, per vari motivi, non hanno mai processato e che per vari motivi hanno consentito la caduta in prescrizione dei reati che hanno individuato. Un criminale che sta minando la società civile italiana spingendola alla guerra civile portando gli italiani alla disperazione.
Gli italiani vengono rapinati dal miliardario Berlusconi e lui va farneticando che “nessuno morirà di fame”. Dunque lui può continuare a rapinare gli italiani. Ha cominciato a rapinare gli italiani con la compagnia Alitalia e ha continuato con i suoi affari per coprire la sua frequentazione con minorenni, nascondere i suoi delitti con la corruzione, come Mills (ma quanti altri non sono venuti alla luce?), ha mantenuto un comportamento offensivo ed eversivo sia nei confronti del Parlamento che nei confronti della magistratura, ha ridicolizzato l’Italia all’estero con un comportamento da buffone e da pagliaccio, non è stato in grado di organizzare il G8, tant’è che va negli USA a supplicare colui che ha definito “abbronzato” per aiutarlo a prendere per i fondelli gli italiani. Gli italiani lo hanno eletto, ma lui li ha fatti fessi, imbrogliati, raggirati, truffati con sei televisioni. Li ha ingannati sulla crisi economica, li ha ingannati con la truffa Alitalia, li ha ingannati nascondendo la disoccupazione e il disastro sociale. Li ha ingannati ricostruendo lo stragismo fascista attraverso i respingimenti che hanno bollato di vergogna gli italiani nel mondo. Ha usato gli abruzzesi come palcoscenico per nascondere la sua incapacità, la sua incompetenza e la sua fannulloneria, nella gestione della situazione economica e sociale. Gli stessi abruzzesi, oggi come oggi, meritano il disprezzo dell’Italia per essersi fatti usare da Berlusconi per truffare gli italiani.
C’è un complotto terrorista nei confronti dell’Italia e questo complotto è fatto da Berlusconi non solo col nodo Alfano, ma anche con tutte quelle leggi che minano la Costituzione della Repubblica e l’equilibrio degli ordinamenti Costituzionalmente determinati.
Ha torto Fini: una democrazia diventa un’organizzazione terroristica quando, venendo meno ai principi fondamentali dei doveri a cui devono sottomettersi le Istituzioni, agisce al di sopra e in disprezzo di tali doveri: come ha fatto Bush, Berlusconi (e fini) e Blair, nel macellare 600.000 Iracheni (giustificato con le armi di distruzioni di massa) come ha fatto il parlamento italiano approvando il lodo Alfano. Il Parlamento è sovrano, MA SOLO ALL’INTERNO DELLE REGOLE COSTITUZIONALI! Fuori dalle norme Costituzionali, gli atti del parlamento sono atti di TERRORISMO perché l’unico sovrano, in DEMOCRAZIA è il popolo e, violando le norme Costituzionali, il parlamento ha fatto un atto di terrorismo contro il popolo! In uno stato fascista non è così!

Appare del tutto evidente come l’economia italiana stia ripiegando su sé stessa con la disoccupazione galoppante e la disperazione sociale che Berlusconi, con la compiacenza di vere e proprie bande di terroristi delle televisioni sia di mediaset che della RAI stanno nascondendo alla percezione sociale degli italiani.
Infatti, le sei televisioni di Berlusconi ignorano questi dati:

(Teleborsa) - Roma, 12 giu - Scivola la produzione industriale di Eurolandia anche nel mese aprile, registrando una variazione negativa dell'1,9% dopo il -1,4% accusato nel mese di marzo. Lo comunica l'Istituto di Statistica dell'Unione Europea (Eurostat). Le previsioni degli analisti erano per una contrazione più contenuta dello 0,6%. Su base annua si è avuto un decremento del 21,6% dopo il -19,3% precedente. Per quanto riguarda, l'Europa dei 27 il dato ha evidenziato ad aprile un decremento dello 0,9% su base mensile ed un calo del 19,4% su anno (-1,3% m/m e -18% a/a a marzo).

Fonte:
http://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?del=20090612&fonte=TLB&codnews=657

Berlusconi è percepito come un criminale che si fa gli affari propri con la complicità di varie organizzazioni che agiscono in campo economico, ma si fanno gli affari loro. Nonostante Draghi abbia messo in guardia la società civile che i segnali positivi sulla crisi economica erano di natura “psicologica” mentre i dati reali indicavano il disastro imminente, le ragioni di potere ed elettorali di Berlusconi spingono le televisioni a nascondere la gravità della situazione e ad impoverire ulteriormente gli italiani che tanto, per il miliardario Berlusconi “non moriranno di fame”. Solo che, prima di “morire di fame” ci saranno le rivolte sociali.
Berlusconi è riuscito a ridurre l’Italia in una fogna dove la Costituzione è solo una lettera sulla carta mentre la società va sempre più velocemente verso un regime nazista!

13 giugno 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: