Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

lunedì, luglio 13, 2009

Il G8 dell'Aquila è stato un totale fallimento.


Il G8 dell’Aquila è stato un totale fallimento.
L’Italia che avrebbe dovuto essere l’organizzatrice ha fallito. Brutalmente fallito.

Berlusconi ha organizzato un “teatrino delle marionette” usando i terremotati come bestie dello zoo da mostrare alla Merkel, Obama, Clooney e altri.
Sul teatro delle marionette ognuno ha recitato la sua parte davanti alle telecamere. E gli aquilani terremotati hanno fatto da tappezzeria a Berlusconi.

Solo che il vertice del G8 non si misura dai lustrini delle veline, siano esse con le tette fuori o con la giacca e cravatta.
Il vertice del G8 non si misura dal cerone sulle facce davanti alle telecamere e il lavoro di un politico non si misura da come sa sfilare in passerella, ma dai documenti politici che è in grado di mediare con altri politici.

Questo vertice non ha visto la presenza delle tre B. Pertanto, a differenza di altri vertici, non minacciava di usare i bombardieri, le torture o i sequestri di persona come avevano fatto Bush, Berlusconi e Blair.
Gli USA arrivavano con un diverso atteggiamento e il successo di Obama non sta nei risultati, ma nel diverso atteggiamento che ha assunto nei confronti del mondo.

Detto questo, aveva ragione quel giornale che invitava gli USA a prendere in mano le redini di un G8 fallimentare che il primo ministro italiano, incapace, incompetente, alle prese con problemi con minorenni, veline e prestazioni sessuali, non aveva assolutamente preparato.
Un vertice disastro che, ancora una volta ha umiliato l’Italia.
Un segnale era, per la verità, giunto da Obama quando ha intessuto le lodi del Presidente Napolitano sottolineando la differenza morale rispetto alla volgarità di Berlusconi. Volgarità che si è sommata a volgarità con ‘incapacità di organizzare politicamente, economicamente e socialmente un vertice che a lui serviva come vetrina ma del quale era incapace di cogliere ogni significato.


A Londra il G20 era riuscito (riporto dal Corriere della Sera del 02 aprile 2009) ad ottenere, in piena crisi finanziaria:

LONDRA - Mille miliardi per l'Fmi e le altre istituzioni finanziarie internazionali, oltre allo stimolo fiscale da 5.000 miliardi di dollari entro la fine del 2010 a sostegno della ripresa dell'economia mondiale. Una lista nera dei paradisi fiscali. Un nuovo consiglio per la stabilità finanziaria globale. E l'impegno di ritrovarsi per un nuovo summit, a fine anno, in modo da valutare gli eventuali progressi. Sono alcune delle misure decise durante il G20 di Londra per combattere la peggiore crisi economica mondiale dagli anni '30.

ESPANSIONE FISCALE - «Nel complesso, le azioni che abbiamo intrapreso costituiranno il più grande stimolo fiscale e monetario e il programma di supporto del sistema finanziario di più vasta portata dei tempi recenti - si legge nel comunicato finale del vertice. - Abbiamo fissato un ulteriore aumento di mille miliardi di dollari per le risorse all'economia mondiale, attraverso le nostre istituzioni finanziarie e il commercio internazionale. Stiamo sostenendo una espansione fiscale concertata e senza precedenti che salverà o creerà milioni di posti di lavoro che sarebbero altrimenti stati distrutti, e che ammonterà, entro la fine dell'anno prossimo, a 5 mila miliardi di dollari; aumenterà la produzione del 4 per cento e accelererà la transizione a un'economia verde».

Il G8 dell'Aquila ha fallito su tutta la linea e il fallimento si chiama Silvio Berlusconi!

Aiuti sulla sicurezza alimentare: si è dimostrato che Berlusconi, da teatrante, promette a parole, ma non sa quel che dice perché non mantiene. I soldi promessi dall’Italia non sono mai arrivati a destinazione.
Emissioni gas serra: non si sono individuati né i finanziamenti né i mezzi con i quali ottenerli. Per di più, l’accordo di massima è stato rifiutato da Cina e India perché inadeguato e penalizzante.
Per il commercio si è concordato di concludere un accordo, Doha Round, che però è in stallo da otto anni: intenzioni, ma senza sostanza.
Per l’uscita dalla crisi, nessuna politica, nessun progetto, nessuna idea. Come se ad ogni partecipante facesse ribrezzo proporre qualche cosa in presenza di un personaggio, come Berlusconi, per il quale anche la Mercegaglia è una velina.
Infine la proposta francese e inglese sulla gestione del petrolio si è scontata con difficoltà oggettive manifestate da Russia e Canada.

Il G8 dell’Aquila è stato un totale fallimento.
E il fallimento è stato voluto da Berlusconi per riuscire ad ottenere un successo da teatrante con cui tentare di far sparire le richieste di chiarezza rispetto ai suoi comportamenti offensivi che hanno infangato l’Italia davanti al mondo.

Solo i no-global hanno vinto: in questo G8, nel chiacchiericcio vuoto sono risuonati i temi ambientali. Berlusconi aveva torturato a Genova chi li proponeva!

Il comportamento incivile di Berlusconi è offensivo e fa bene il Presidente Napolitano a richiamare Silvio Berlusconi al rispetto delle leggi e delle regole.
Purtroppo io ho l’impressione che il Presidente Napolitano stia cercando favorire le attività ingiuriose e offensive del Presidente Berlusconi in una sorta di alleanza fra “signoraggio” o fra “padroni” come troppo spesso ha fatto difendendo i principi monarchici di Ratzinger contro la Costituzione della Repubblica. E questa è una cosa molto triste.
13 luglio 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: