Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

lunedì, settembre 14, 2009

Volgarità e razzismo di Silvio Berlusconi: l'ONU condanna; quando un processo di Norimberga contro il nuovo terrore nazista?

L’Italia, per l’azione criminale del governo Berlusconi, viene oggi indicata a livello internazionale come un paese criminale e terrorista. Manca solo che l’ONU adotti delle sanzioni contro l’Italia per la sua politica nazista nei confronti delle persone più deboli e fragili.
Da quando Berlusconi ha iniziato la sua politica bossiana dell’aggressione alle persone deboli in quel delirio di onnipotenza che lo porta a disprezzare la Costituzione della Repubblica e la Democrazia, l’Italia si è messa nella peggiore posizione, a livello mondiale, rispetto alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Il puttanismo di Berlusconi, l’odio per i cittadini in difficoltà economica, le farneticazioni su una ripresa che non c’è (da esorcizzare con acqua santa e crocifisso) e le farneticazioni di una “crisi già passata”, il disprezzo per il diritto internazionale con gli insulti alla donne di Finlandia, le aggressioni militari ai disperati, le aggressioni razziste e omofobiche che il suo governo ha, di fatto, alimentato, il suo odio per le persone che vogliono disporre del loro corpo, come Eluana Englaro, le sue dichiarazioni con cui ha aggredito il Parlamento della Repubblica e la Magistratura, quasi a voler nascondere di essere uno dei mandanti delle stragi del ’92 (in nessun altro modo si può interpretare alcune sue dichiarazioni), portano l’Italia ben lontana dal risolvere la crisi economica in atto. Dopo l’aggressione, di chiaro stampo intimidatorio e terrorista, nei confronti della stampa. Dopo la cacciata dei ricercatori, i tagli alla scuola al fine di favorire, contro la Costituzione, le scuole private cattoliche, l’aggressione agli insegnanti, la volontà di costruire la miseria sociale, il paese è effettivamente alla disperazione.
Questo governo non rispetta più nessuna legge, nessuna regola, nessuna norma Costituzionale se non nel proprio tornaconto personale.
Siamo alla dittatura nazista.
Riporto dal giornale La Repubblica:


GINEVRA - L'Alto Commissario Onu per i diritti umani, Navi Pillay, denuncia le politiche nei confronti degli immigrati, "abbandonati e respinti senza verificare in modo adeguato se stanno fuggendo da persecuzioni, in violazione del diritto internazionale". In un discorso previsto per domani e anticipato a Ginevra, la Pillay cita il caso del gommone di eritrei rimasto senza soccorsi tra la Libia, Malta e Italia, ad agosto. E spiega che "in molti casi, le autorità respingono questi migranti e li lasciano affrontare stenti e pericoli, se non la morte, come se stessero respingendo barche cariche di rifiuti pericolosi". "La pratica della detenzione dei migranti irregolari, della loro criminalizzazione e dei maltrattamenti nel contesto dei controlli delle frontiere deve cessare - aggiunge Pillay - . Oggi, partendo dal presupposto che le imbarcazioni in difficoltà trasportano migranti, le navi le oltrepassano ignorando le suppliche d'aiuto, in violazione del diritto internazionale. In molti casi - aggiunge l'Alto Commissario per i diritti umani - , le autorità respingono questi migranti e li lasciano affrontare stenti e pericoli, se non la morte, come se stessero respingendo barche cariche di rifiuti pericolosi". L'Alto commissario cita in proposito la situazione nel Mediterraneo, nel Golfo di Aden, nei Caraibi e nell'Oceano indiano. L'Italia discrimina i Rom - "I rom in Italia subiscono trattamenti degradanti". Nel testo dell'intervento inaugurale alla dodicesima sessione del Consiglio dell'Onu, Navi Pillay scrive che "in Italia c'è stata un'abbondante documentazione di discriminazione e trattamente degradanti nei confronti della popolazione Rom". Oltre all'Italia, la Pillay menziona l'Ungheria, la Slovacchia e la Bulgaria, paesi in cui è ancora molto forte il sentimento anti-rom. "Sono consapevole degli sforzi in buona fede per affrontare il problema, ma deve essere fatto di più per porre fine a questa discriminazione", afferma Pillay.
Tratto da:
http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/cronaca/immigrati-11/onu-14/onu-14.html?rss

Quando ci sarà un nuovo processo di Norimberga contro l’Italia?
Berlusconi ci sta lavorando con molto impegno. Berlusconi lavora contro l’Italia. Contro gli interessi nazionali. Usa il suo ruolo per farsi gli affari suoi che sono sicuramente sporchi e loschi affari sui quali ha preteso che la magistratura non potesse indagare. Infatti, quando, per caso trova a Bari la D’Addario, dimostra la vigliaccheria e la volgarità di Silvio Berlusconi. La moglie aveva già lanciato l’allarme!
Intanto l’Italia viene allontanata dal consesso internazionale.
14 settembre 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: