Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

giovedì, ottobre 01, 2009

Le importazioni e le esportazioni in agosto, Eurosat e la disoccupazione, la scarpa contro Dominique Strauss-Kahn e le bugie della propaganda.


I dati, resi noti dall’Istat ci dicono che le esportazioni, verso i paesi fuori dall’Unione Europea sono diminuite del 15% rispetto allo stesso mese di luglio del 2009 e sono diminuite del 25,2% rispetto ad agosto del 2008. Nello stesso tempo le importazioni di merci sono diminuite in agosto del 30% rispetto ad agosto del 2008. Nel 2009, complessivamente al 31 agosto è diminuito il saldo negativo, ma solo grazie al crollo delle importazioni dovuto al mancato acquisto del mercato interno. Nei primi 8 mesi del 2009 le esportazioni sono diminuite del 20,2% e le importazioni sono diminuite del 28,7%.
Il che significa che l’intero comparto industriale e l’intero commercio mondiale è bloccato.
Quando si parla di crisi economica si devono guardare i dati reali e non esiste, nei dati reali, nessun segno di ripresa. I segni sono di un continuo peggioramento dell’economia mondiale senza nessuna prospettiva di aumento della domanda. Solo la Cina ha aumentato un po’ le importazioni dall’Italia in agosto con un +5,5%, mentre le esportazioni italiane sono crollate verso la Russia (da qui la sofferenza di molte banche e la stretta sul credito di molti istituti) – 43,9% e verso i paesi dell’Opec – 34,1%.

Non devono pertanto stupire i dati diffusi oggi dall’Eurostat che ad agosto 2009 ha certificato un aumento della disoccupazione al 9,6% rispetto al 9,5 di luglio mentre la disoccupazione era al 7,6 nell’agosto del 2008. Secondo l’Eurostat ci sono 15.165.000 disoccupati in zona euro e 21.872.000 nell’Unione Europea. Questo significa un ulteriore contrazione dei mercati e delle possibilità d’acquisto di merci e prodotti che vedranno, nei prossimi mesi, un’ulteriore contrazione. Nel frattempo ci saranno delle situazioni economiche che creeranno illusioni e che verranno usate a livello di propaganda di un’imminente ripresa. Al crollo economico seguono delle stasi o delle leggere “riprese” il cui scopo è quello di stabilizzare la crisi e il crollo del mercato al livello più basso raggiunto. Dopo questa breve stasi in cui la propaganda suonerà i tromboni della ripresa economica, seguiranno degli ulteriori crolli dei mercati con ripercussioni sui mercati finanziari a media scadenza.

Le stupidaggini di Dominique Strauss-Kahn, direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, che ricordano le battute deliranti di Berlusconi sulla fine della crisi, ha indotto uno studente a lanciargli una scarpa emulando il giornalista iracheno. Durante una conferenza tenuta da Strauss-Kahn, all’università di Bilgi a Istambul organizzata dal FMI, ha irritato uno studente. Altri manifestanti che volevano srotolare uno striscione sono stati fermati.
In effetti è estremamente irritante assistere alle farneticazioni di affaristi senza scrupoli che dal momento che ancora riescono a fare affari con la speculazione finanziaria, con l’usura, o con l’abolizione dei reati fiscali (depenalizzazione del reato di falso in bilancio appena approvato dal parlamento Italiano), o con lo spaccio di cocaina e eroina; si permettono di andare dai cassaintegrati e dai licenziati costretti a far fronte alle rate dei mutui bancari dicendo che “la crisi è finita” o “sta per finire”!
Prima o poi sarà necessario ripulire questo modo cristiano di intendere l’economia e la finanza rispetto alle società civili. Un modo cristiano che costituisce, di fatto, la violazione delle fondamentali norme della civile convivenza.

01 ottobre 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: