Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

mercoledì, gennaio 13, 2010

Altra condanna definitiva per la famiglia di Silvio Berlusconi. I miliardi che illegalmente si sono intascati. Ha proprio bisogno del processo breve.


Altra condanna per la famiglia Berlusconi.
Silvio Berlusconi non è stato condannato, ma lo è stato suo fratello.
Una condanna che giunge definitiva dopo un primo pronunciamento da parte della Corte di Cassazione.

La Cassazione conferma la condanna a Paolo Berlusconi


È confermata la condanna a 4 mesi e 15 giorni per false fatturazioni inflitta a Paolo Berlusconi (fratello del premier ndr.) dalla Corte d'Appello di Milano nell'ambito del processo sulla gestione della discarica di Cerro Maggiore. Oggi la quarta sezione penale della Corte di Cassazione ha infatti rigettato il ricorso presentato dai legali di Paolo Berlusconi contro la sentenza emessa dai giudici di Milano l'11 luglio 2008. Secondo i giudici, tra il 1993 e il 1995 la Simec di Berlusconi avrebbe emesso false fatturazioni per circa 5 miliardi di lire. È la seconda volta che la Suprema Corte si pronuncia sulla medesima vicenda. In precedenza i giudici della Cassazione avevano annullato una prima sentenza della Corte d'Appello di Milano che aveva dichiarato prescritto il reato in questione.
Tratto da:
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2010/01/cassazione-condanna-berlusconi-paolo.shtml?uuid=a741b1d6-ffae-11de-b8ab-74ae532c4409&DocRulesView=Libero

Questo dimostra l’urgenza di Silvio Berlusconi di sfasciare la magistratura e la struttura della giustizia in Italia.
La condanna del fratello Paolo Berlusconi è una condanna anche al suo operato dal momento che Paolo Berlusconi è il proprietario (di nome o di fatto, o come prestanome come alcuni sostengono) de Il Giornale.
Si tratta di condanne per i miliardi di allora.

La vicenda, se interessa, si legga qui:

http://www.brianzapopolare.it/sezioni/territorio/20020503_discarica_cerro_berlusconi.htm

Ha bisogno del processo breve per nascondere la sua attività di delinquente, non come dice Alfano per governare. Per nascondere il suo delinquere. Con la violenza, con le carte, con i trucchi pur di giungere all’impunità.
E’ il più grande atto di terrorismo e di eversione dell’ordine democratico che sia stato fatto in questo paese dal 1948 dopo i tentativi di colpo di stato che si sono succeduti fino al 1975 .
13 gennaio 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: