Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

lunedì, gennaio 18, 2010

Non date soldi alla Caritas e alle altre organizzazioni private né per Haiti, né per nessun'altra emergenza. Non aiutateli a distruggere Haiti.


Perché non bisogna finanziare le associazioni private “caritative” che chiedono soldi per Haiti?
Non date soldi ai missionari o alle agenzie private che vogliono raccogliere fondi affermando che quei fondi sono destinati ai terremotati di Haiti.

Proviamo a riflettere.
Il terremoto ha devastato la capitale di Haiti. Si sono viste scene di soccorritori, a loro volta terremotati, tentare di tirare fuori dalle macerie i sopravvissuti. Ad Haiti è scomparso lo Stato e ogni organo nazionale di coordinamento. Lo stesso presidente del Parlamento è stato estratto dalle macerie.
In questa fase solo gli haitiani possono aiutare gli haitiani. Arriveranno i soccorsi, ma prima che la macchina internazionale si metta in moto, non ci sarà più nessuno da tirare fuori dalle macerie e le ruspe raderanno al suolo i rottami della città
La seconda fase, che si sovrappone alla prima, è la cura dei feriti. Servono ospedali da campo immediatamente e viveri subito!
Non fra due o tre giorni, ma ora!
Quando gli ospedali saranno montati dagli eserciti che intervengono, molti feriti saranno morti e si opererà per salvare il salvabile.
Questo lo può fare solo l’esercito USA e gli eserciti che inviano soccorsi.
Le macchine statali, non le macchine private. In questo momento l’arrivo dei soccorsi è caotico, imbottigliato, quasi paralizzato come se si dovesse ancora decidere chi organizzerà i soccorsi.
Nel frattempo la gente ha fame e sete.
Non c’è “colpa” in questa situazione, se qualcuno saccheggia le case diroccate; come non c’è colpa se qualcuno uccide per difenderle.
Tutti hanno diritto a mangiare: donne, bambini, uomini, detenuti e disperati.
Tutti hanno diritto, anche chi viveva nelle case di cartone ha il diritto di cogliere l’opportunità che il terremoto gli ha dato.
Hanno diritto a sopravvivere fino all’arrivo degli aiuti e fino a che non si può mettere in moto un minimo di economia.

In tutte queste fasi, dare soldi alla Caritas o ad altri enti privati di assistenza, non ha senso.
Finanziare la Caritas significa finanziare il terrore e privare di soldi i cittadini generosi. La Caritas è quell’organizzazione che distribuisce ai poveri il cibo scaduto togliendo dalle confezioni la data di scadenza.
Alcune organizzazioni private non sono solo rispettabili e necessarie, come Medici senza frontiere, ma la maggior parte delle organizzazioni private praticano un’intensa speculazione e molte sono delle coperture ad organizzazioni religiose che aggrediscono i cittadini.

La terza fase, quella della ricostruzione, vede impegnati gli Stati e gli industriali: che senso dare i due euro?
I ricchi avranno soldi e i poveri continueranno a stare nelle case di latta e cartone.
Milioni di euro, dati nella speranza di aiutare i poveri, rafforzeranno industriali e organizzazioni criminali che si contendono il territorio.

Non date soldi per nessun terremoto.
Se gli Stati non sono in grado di modificare la struttura dell’esercito e di trasformarla in una macchina di soccorso, ma continuano ad usarla per macellare gli individui: che senso ha dare soldi per i soccorsi?
I morti non rivivranno e i mutilati continueranno ad essere mutilati.
La società haitiana rinascerà da quel macello, ma solo se non verranno finanziati i missionari cristiani: gli amici ci papa Doc.

Per favore non inviate soldi alle organizzazioni private.
Ciò che fa lo Stato Italiano con gli Stati Europei, per quanto squallido e disonesto sia il governo italiano, è l’unica forma di garanzia in quanto l’Europa sta tentando di coordinare gli aiuti.

Torno a ripetere: NON DATE SOLDI!
Domani ci sarà il terremoto del Guatemala, poi da un’altra parte del mondo. Gli uomini devono imparare a convivere col RESPIRO DELLA TERRA e non confidare nella provvidenza di un dio padrone che come il papa Doc di Haiti fece 40.000 morti ed ebbe la simpatia e la collaborazione della Teresa di Calcutta.

E’ più serio adottare un bambino orfano, se qualcuno ha delle possibilità, che non finanziare i privati

18 gennaio 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: