Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

martedì, marzo 16, 2010

La chiesa cattolica, la pedofilia sui minori; Danilo Speranza e la pedofilia a Roma. La responsabilità delle Istituzioni.

La frase del vangelo di Giovanni andrebbe modificata in questo modo: "I poveri li avrete sempre con voi e li potrete violentare ogni volta che ne avrete voglia!"

---

La chiesa cattolica aveva bisogno di un caso col quale allontanare il dibattito sulla sua attività di pedofilia.
Il cerchio si sta stringendo attorno a Ratzinger e finalmente anche molti cittadini inziano a chiedersi quali sono i valori morali della chiesa cattolica oltre alla protezione assoluta dei preti pedofili.
La Germania non è l’Italia in cui Ratzinger è protetto nella sua attività di pedofilia dalla Polizia di Stato (sia quella di oggi che quella degli anni passati), una volta che i violentati hanno smesso di aver paura si aprono le confessioni e le denunce.



PEDOFILIA: NUOVI CASI IN GERMANIA, SOSPESO PRETE PEDOFILO ''H.''



(ASCA-AFP) - Berlino, 16 mar - La Chiesa tedesca cerca di correre ai ripari dopo lo scandalo degli abusi sessuali commessi dai sacerdoti. L'arcivescovo di Monaco ha annunciato in un comunicato di aver sospeso il sacerdote conosciuto come ''H.'' (secondo la stampa locale si tratterebbe dell'abate Peter Hullermann) condannato per pedofilia nel 1986. Il prete era stato accolto nella Diocesi nel 1980, quando l'attuale papa Josef Ratzinger era cardinale, nonostante i gravi sospetti che c'erano sul suo conto. Di fronte alle accuse nei confronti di Benedetto XVI, il vicario generale della diocesi, Gerhard Gruber, si e' assunto tutta la responsabilita' della decisione.La conferenza episcopale tedesca ha annunciato l'istituzione di una linea telefonica dedicata ai casi di abusi sessuali, che sara' operativa a partire dal 30 marzo, alla quale si potranno rivolgere le vittime, ma anche gli autori delle violenze. L'ondata di denunce tuttavia non si arresta. Un convento di cappuccini a Bad Mergentheim, nella regione del Bade-Wurtemberg, ha reso noto che uno dei suoi sacerdoti, che oggi ha 80 anni, e' sospettato per almeno un caso di pedofilia risalente agli anni settanta. La vittima ha presentato l'esposto davanti alla Procura di Berlino la scorsa settimana.Un altro caso e' avvenuto in Baviera, nel convento benedettino di Sankt Ottilien, che in una nota ha diffuso la notizia che diversi preti hanno commesso atti di pedofilia durante gli anni sessanta, chiedendo alle vittime di manifestarsi.

Tratto da:
http://www.asca.it/news-PEDOFILIA__NUOVI_CASI_IN_GERMANIA__SOSPESO_PRETE_PEDOFILO___H___-902190-ORA-.html


E volete che questo personaggio non fosse conosciuto?
Come i preti cattolici che violentano la società si occupava di drogati e come i cattolici che spacciano inferno e paradiso, lui spacciava karma.
La manipolazione mentale, il plagio, come più volte ho scritto, può avvenire solo nella primissima infanzia e solo fra i bambini segregati. Sembra che questo Danilo abbia creato queste condizioni con la complicità di genitori che sono venuti meno ai loro doveri sociali, come avviene nei genitori cattolici.
La Stregone e lo Sciamanesimo sono delle cose serie, ma proprio perché sono delle cose serie vengono usate dai cattolici, come questo Danilo, per spacciare la miracolistica cristiana e derubare le persone.
Riporto l’articolo di cronaca preso dall’ANSA:


Roma, arrestato guru di una setta
Stuprava bambine e madri, preso dalla polizia municipale della Capitale
16 marzo,



ROMA - Abusava sessualmente di bimbe di 10-12 anni e le loro madri e otteneva denaro con l'inganno. Per questo Danilo Speranza, 62 anni, romano, 'guru' indiscusso della setta Maya, con mille adepti, è stato arrestato dagli agenti della polizia municipale di Roma dell'VIII Gruppo diretto dal comandante Antonio Di Maggio. Deve rispondere di violenza sessuale e truffa aggravata.
Dalle indagini è emerso anche il tentativo di Speranza di accreditarsi tra associazioni islamiche di musulmani con sedi prima Napoli poi a Roma. L'uomo convinceva anche le madri ad affidare ad altre famiglie i propri figli e si faceva intestare contratti di negozi grazie alla copertura della comunità new age Re Maya da lui fondata negli anni '80 per disintossicazione da droga, corsi di yoga e filosofia. La sede principale e' a san Lorenzo, a Roma. Danilo Speranza, 62 anni, è stato arrestato in zona Montesacro in uno dei luoghi di sua frequentazione: è accusato di violenza sessuale anche su minori, truffa aggravata e false dichiarazioni all'autorità giudiziaria ma rischia anche l'accusa di riduzione in schiavitù.
'HAI KARMA NEGATIVO', E POI GLI STUPRI - La violenza sessuale che Danilo Speranza ripeteva periodicamente sulle bambine, figlie di adepte della sua setta, veniva giustificata dalla "necessità di modificare il karma delle bambine e trasmetterle a tale scopo il suo Dna sano e curativo che avrebbe impedito il compimento del suo negativo destino e risparmiato alla madre le sofferenze altrimenti inevitabili". E' quanto si legge dall'ordinanza di custodia cautelare che ha portato in carcere Speranza. Il Guru aveva la capacità di condizionare psicologicamente le persone. Un condizionamento che passava - si legge nell'ordinanza- attraverso minacce e arrivando a "terrorizzare le ragazzine facendo temere che lui avesse poteri sovrannaturali". Tra le intimidazioni quella di "escluderle dall'associazione Maya" dentro la quale sono cresciute fin dai primi mesi o anni di vita, quindi "dall'unico mondo che conoscono" e di "privarle della considerazione e della benevolenza delle loro madri e degli altri adulti che frequentano". Le due piccole vittime, nel 2007 secondo quanto emerge dai racconti, si alleano, mentre il "Settimo saggio", anche così si faceva chiamare Speranza, le costringe a giochi sessuali cercando anche di indurle a rapporti a tre.
Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/03/16/visualizza_new.html_1733887404.html



Personaggi come questo (e i vari vescovi cattolici) mi hanno sempre fatto arrabbiare, ma ancor di più mi fanno arrabbiare quelle persone che vengono meno ai loro doveri nei confronti dei figli.
I cattolici hanno sempre usato personaggi come questo per aggredire ogni forma religiosa diversa dalla loro. Li hanno usati garantendo loro l’impunità e aspettando il momento opportuno per usarli ulteriormente. Così, chi faceva New Age a Roma doveva scontrarsi con personaggi di questo genere anziché scontrarsi direttamente con la chiesa cattolica. Personaggi che dicevano loro che cosa dovevano o non dovevano fare. Ne ho avuti alcuni anch’io attorno, tutti legati alla chiesa cattolica, che premevano per pratiche sessuali o per magia “cerimoniale”.
Non si può praticare Stregoneria se non si ha capacità di critica del presente e sarebbe bastato leggere quello che scrisse questo personaggio che va di pari passo con le porcherie del Cerchio 77 o con Peter Colosimo per capirne le intenzioni. I cattolici si davano un gran daffare per incensarlo. Riporto sia la recensione del libro che i commenti dei suoi “lettori” per far comprendere la miseria culturale in cui si muoveva. Mi sembra un’edizione riveduta e corretta di Giovani Streghe o del Sentiero della Dea di Phyllis Curott.



Leggere cose come queste di Danilo Speranza nel sui libro


"Il sistema mentale a quattro sfere":



“Cos'è la mente? Come funziona? Le diverse correnti e scuole psicoterapeutiche dispongono di una enorme mole di dati e di risultati operativamente validi, ma non si sono ancora accordate su un modello della mente unitario in cui inserire i dati a disposizione.Il sistema mentale a quattro sfere concilia le metafore, i paradigmi e le prospettive delle varie scienze, per realizzare un modello unitario del sistema uomo in cui la mente viene intesa come insieme indivisibile: una configurazione complessa interagente con se stessa e con l'esterno. Tale paradigma sperimentale è volto a definire un nuovo approccio operativo, finalizzato alla prevenzione, alla diagnosi, all'intervento e soprattutto all'autointervento, che potrà inaugurare una nuova collaborazione tra paziente e terapeuta.”


E le recensioni dei suoi entusiasti lettori:

Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: germana
Un libro veramente potente, si ha proprio la sensazione di camminare dentro se stessi ripercorrendo a tappe le proprie esperienze intuendo meglio il come e il perché ci si muove in un certo modo invece che in un altro ..mai avevo letto un libro di "nuova" psicologia così esaustivo. gege (roma)

Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: liliana
Il concetto delle 4 sfere attraverso le quali la mante si personifica mi ha fatto capire che la malattia deve essere considerata manifestazione della mente e quindi, a seconda del punto del corpo dove si manifesta, si può capire se si è deficitari o deviati nella ripetitività, nell'io, nell'affettività o nell'accoglimento nella coscienza delle pulsioni provenienti dalle altre sfere. Mi ha decisamente aiutata a capire meglio me stessa.

Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: Renato
Un libro geniale. Un'intuizione semplice e fruibile da tutti per osservare in modo sistematico le implicazioni dei pensieri, non solo sui comportamenti ma anche sulle modificazioni somatiche indotte. Scritto con un linguaggio piano, comprensibile anche ai non addetti ai lavori, permette al lettore attento di individuare la propria struttura mentale e di indirizzarla verso una armonia interiore che può migliorare rapidamente la corretta percezione degli eventi che sembrano minare la felicità dell'essere. La descrizione di "come siamo fatti" prende finalmente il posto delle ormai vetuste e inaccettabili regole del "cosa dobbiamo fare". Il lettore impara a riconoscere i propri processi mentali e a reinterpretare in modo armonico tutti gli accadimenti senza sensi di frustrazione e di colpa. Un ottima base anche per gli addetti ai lavori: per far diventare scientifico lo studio dell'affascinante processo che porta alla coscienza.

Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: roberta n.
Questo modello della mente diviso in quattro sfere è in grado di spiegare l'insorgenza di tutte le malattie che nascono da uno squilibrio energetico mentale per poi manifestarsi nel corpo fisico. Questo libro è un mezzo per l'introspezione e quindi non è per tutti ma ,è sicuramente per coloro che amano guardarsi dentro.
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: marco
un libro dalla visione olistica che apre una nuova frontiera nel campo della scienza della psicologia. Finalmente una testo che funge da collettore tra le varie correnti di studio della psicologia con una visione unificante, il modello di studio delle quattro sfere del mentale appare come una nuova concezione per la comprensione totalitaria della coscienza dell'essere.



Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: MARCO
Ho letto il libro e l'ho trovato molto interessante. A mio avviso questo libro fornisce un ottimo strumento di conoscenza di se stessi , del proprio modo di funzionare , di analizzarsi. La teoria delle 4 sfere è assolutamente nuova e rivoluzionaria. Il libro parla dell'essere umano non solo come mente ma anche come sistema di energie collegate tra loro( la struttura fisica , il sistema endocrino ) . Cosiglio la lettura a tutti .
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: CLAUDIA
Un modello di come siamo fatti che risponde ad ogni domanda in maniera amplissima e fa collegamenti sottili molto dettagliati sia all’interno dell’essere che all’esterno con tutte le altre scienze. La cosa che più mi ha affascinato è la percezione della libertà di poter cambiare, fino a rendere sempre più elastici e non più obbligati, i nostri rigidi schemi di “pensiero”.
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: Andrea
Scordatevi la PNL. Scordatevi anche "Insights" ed il Belbin. Guardate dall'alto in basso Gardner e le sue intelligenze. E ridimensionate pure l' One Minute Manager di Blanchard. Questo geniale autore ha trovato una vera e propria "chiave universale" con la quale decifrare i comportamenti umani. Che vi interessi il vostro, o quello delle persone intorno a voi, la lettura de "il sistema mentale a quattro sfere" vi renderà in grado di comprendere meglio non solo le cause dei comportamenti, ma anche di ipotizzare nuovi approcci per affrontarli. Non è un libro facile, intendiamoci: a tratti, può anche risultare ostico: i temi sono vasti, i collegamenti molteplici ed il linguaggio in alcuni punti è talmente denso che un solo paragrafo potrebbe essere espansa in pagine intere di commenti. Ma alla fine si è premiati con una comprensione impagabile; l'unico paragone che mi viene da fare è quando uno impara dapprima a leggere, e poi a scrivere. Sì, è proprio così: con questo libro imparerete dapprima a "leggere" i comportamenti (vostri e degli altri), quei comportamenti che prima magari vi sembravano incomprensibili come i caratteri di un alfabeto sconosciuto. E sarà una scoperta che toglierà il fiato. Finchè, ad un certo punto, vorrete provare a "scrivere"... Non perdetelo!
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: victor 60
Una visione rivoluzionaria della mente, o più correttamente del sistema mentale, che unifica l'insieme uomo. Sostituisce tutti i vecchi schemi ormai obsoleti e non più accettabili anche a livello scientifico. Molto interessante l'interazione delle sfere che ritengo possa definire in modo semplice la grande complessità dei meccanismi mentali, siano essi consci oppure no. Credo che questo testo aiuti veramente a conoscersi meglio e permetta di conseguire maggiore autostima.
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: roma
Mi diverto un mondo a cercare di mettere in pratica la teoria delle quattro sfere mentali. Quando ho un disturbo fisico oppure qualche sensazione sgradevole inizia la mia ricerca della causa di ciò ed è estremamente interessante avere l'opportunità di avere quattro zone o aree in cui poter trovare qualcosa: è un problema sessuale, di io, di affettività o di comprensione? E' un libro che consiglio proprio a tutti!!! Deli
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: demario
E' un libro rivoluzionario che mi ha soddisfatto pienamente per questa visione della mente che, finalmente, sappiamo cos'e' e come funziona.Secondo me e' una pietra miliare della psicologia p.erche' la teoria delle quattro sfere mentali permette, anche a chi non e' esperto in materia,di autoanalizzarsi; dico cio' poiche' mi sarebbe piaciuto avere a disposizione questa teoria nei diversi anni di analisi che ho fatto: ora finalmente posso farlo. Demario
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: Angelo
Questo libro è stata una piacevolissima sorpresa... Me lo ha consigliato, con toni entusiastici, una mia ex-ragazza che studia psicologia a Roma... All'inizio ero un pò prevenuto (senza rancore, Raffa! ;op), ma già dalle prime pagine sono stato irrimediabilmente catturato. Ho sempre pensato che mancasse, nel panorama della psicologia e della psicoterapia, una visione d'insieme. La metafora delle 4 sfere, e tutto il corpus elaboratovi intorno, riescono egregiamente nel compito proposto dall'autore di "paradigma complessivo" e ci forniscono appunto questa visione d'insieme. La quadripartizione della mente operata risulta pienamente coerente e completa. L'"Uno" risultante, la mente - maggiore della somma delle parti - è realmente indagabile in maniera più efficace tramite questo strumento. Provate anche voi: capirete meglio voi stessi e chi vi circonda, in tutte le manifestazioni: parole, azioni, anche malattie. L'essere umano è un tutto-uno; comprenderne meglio una parte (la mente) significa comprendere meglio il tutto, comprendere meglio il tutto significa comprendere meglio anche le altre parti (ad esempio, il fisico... ma non solo). Leggetelo, vi farà bene! ;op
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: luca
...dalla lettura di questo libro ho tratto un vero e proprio insegnamento su come il sistema "mente" interagisce con il corpo,ma non espresso come fisico soltanto...bensì con la vita stessa, le decisioni, gli avvenimenti...dettati dalla "posizione" delle quattro sfere... Capitolo dopo capitolo le spiegazioni divengono sempre più chiare, e la concezione della psicologia diviene sempre più ampia fino ad abbracciare tutte le discipline... Il libro aiuta ad unire ciò che in noi sembra separato,leggerlo..è quasi un dovere..
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: Daniela
Un libro che ci dà uno strumento del tutto innovativo e olistico. Scritto con straordinaria chiarezza, quindi fruibile da tutti.
Recensione per Il Sistema Mentale a Quattro Sfere scritta da: pierluigi
ho trovato in questo libro le spiegazioni piu'esaustive possibili riguardo il concetto di mente.l'autore,con termini accessibili a tutti,consete di "osservare"il proprio stato di salute psico-fisica dando cosi'al lettore la possibilita' di autocurarsi.il concetto delle 4 sfere appare semplice e allo stesso tempo rivoluzionario.complimenti!

Tratto dal sito:
http://www.macrolibrarsi.it/recensioni/libri/sistema_mentale_a_quattro_sfere.php

E nessuno che va a verificarne le affermazioni.
E’ questa la tecnica usata dalla chiesa cattolica per aggredire le persone di religione diversa; spianare la strada ad individui ambigui per poi poterli colpire criminalizzando chi non è cattolico.
In questo modo la chiesa cattolica devia l’attenzione per la sua pratica di pedofilia salvaguardando Ratzinger dalle accuse per le sue responsabilità.
E’ l’effetto dell’educazione cristiana, quell’invocazione alla fiducia, fatta anche da Bagnasco, il cui scopo è abbattere la capacità critica delle persone per trasformarle in vittime.
Questo personaggio è stato aiutato dalle Istituzioni per aggredire le persone. Entrava nel carcere a diffondere le sue idee. Questo perché le idee di Danilo Speranza non erano molto diverse da quelle del prete Gelmini (finanziato da Berlusconi) o da quelle del prete Verzé che cerca l’elisir di lunga vita per Berlusconi e Cacciari a danno della società civile.
Le persone educate nel cristianesimo e che hanno rinunciato alla loro capacità di critica, sono le vittime pronte ad essere sacrificate dal portatore di miracoli di turno. Che sia la Teresa di Calcutta, padre Pio, o Danilo Speranza, Bonaiuto, Benzi, Di Noto, Lodeserto, Gelmini, o quant’altri. Tutti preti che operano con i poveri, con i bisognosi, con gli emarginati, con le “prostitute”, drogati, chiedendo in cambio sottomissione, adesione al loro credo, rinuncia a gestire il proprio corpo, la propria capacità critica e le proprie aspirazioni al benessere sociale. Devono rimanere nella miseria e a disposizione di loro che si presentano come la manifestazione del figlio del dio padrone in terra e, pertanto, i loro padroni.
E’ una questione di “metodo mentale” che imposto dalla chiesa cattolica mediante l’educazione, come un tarlo corrosivo, sta distruggendo la società civile italiana.

16 marzo 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

giovedì, marzo 11, 2010

I dati sulla produzione industriale e le menzogne offensive e criminali di Silvio Berlusconi


Berlusconi affermava che la crisi non c'era; affermava che la crisi era psicologica; oggi afferma che dalla crisi stiamo uscendo. Io mi guardo attorno e vedo fabbriche che chiudono, commercianti che chiudono; operai che protestano in cassa integrazione; artigiani che chiudono; imprenditori che si suicidano.
Io non credo che Berlusconi non ne sia consapevole. Io credo che a Berlusconi non gli frega niente, salvo evitare i suoi processi per i delitti che ha commesso (sia quelli scoperti che quelli che non sono stati scoperti) e usi la truffa e l'inganno per derubare ulteriormente i cittadini al fine di assicurarsi un ingiusto profitto dall'illusione che spaccia.
---
Oggi Berlusconi ha farneticato parlando di ripresa nonostante i cittadini sentano il peso di una crisi che sta distruggendo il loro reddito e che spinge molti di loro al suicidio.

Berlusconi ha affermato:

“ROMA - "Dopo essere usciti da una forte crisi, stiamo iniziando la risalita, non è veloce, non ha forti numeri ma è certamente risalita". Lo afferma il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso di una conferenza stampa al ministero del Tesoro, per la presentazione della Banca del Sud.”
Fonte La Repubblica.

Le farneticazioni stanno nella testa del miliardario Berlusconi. Le cose sono due, o non sa leggere i bollettini di statistica dell’Istat o la massa di denaro di cui è proprietario gli si è infilata fra i neuroni nel cervello.

Il bollettino sulla produzione industriale viene pubblicato dall’Istat mese per mese e dopo circa un mese e 10 giorni dalla fine del mese considerato. L’ultimo bollettino sulla produzione industriale, al di là del valore che gli vogliamo attribuire (sempre più attendibili che non i dati politici del centro studi della Confindustria), che disponiamo è quello di gennaio 2010.
Il dato sulla produzione industriale di febbraio 2010 sarà diffuso, all’incirca, il 10 aprile.

Proviamo a leggere la serie recente dei dati Istat sulla produzione industriale di gennaio:

Gennaio 2008:


Nel mese di gennaio 2008, sulla base degli elementi finora disponibili, l'indice della produzione industriale con base 2000=100 è risultato pari a 98,6 con un aumento dello 0,5 per cento rispetto a gennaio 2007, allorché risultò uguale a 98,1.L'indice della produzione corretto per i giorni lavorativi ha registrato in gennaio un aumento tendenziale dello 0,5 per cento (i giorni lavorativi sono stati 22 come nel 2007).L'indice della produzione destagionalizzato è risultato pari a 98,4 con un aumento dell’1,3 per cento rispetto a dicembre 2007.


Gennaio 2009:


Nel mese di gennaio 2009, sulla base degli elementi finora disponibili,l'indice della produzione industriale destagionalizzato, con base 2005=100, ha segnato una diminuzione dello 0,2 per cento rispetto a dicembre 2008; la variazione congiunturale della media degli ultimi tre mesi rispetto a quella dei tre mesi immediatamente precedenti è pari a meno 8,3 per cento. L'indice della produzione corretto per i giorni lavorativi ha registrato in gennaio una diminuzione tendenziale del 16,7 per cento (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 22 di gennaio 2008).L'indice grezzo della produzione industriale ha registrato una diminuzione del 21,9 per cento rispetto a gennaio 2008.


Gennaio 2010:

Nel mese di gennaio 2010, sulla base degli elementi finora disponibili, l'indice della produzione industriale destagionalizzato, con base 2005=100, ha segnato un aumento del 2,6 per cento rispetto a dicembre 2009. La media degli ultimi tre mesi è risultata invariata rispetto a quella dei tre mesi immediatamente precedenti. L'indice della produzione corretto per gli effetti di calendario ha registrato a gennaio un aumento tendenziale dello 0,1 per cento (i giorni lavorativi sono stati 19 contro i 20 di gennaio 2009).L'indice grezzo della produzione industriale ha registrato una diminuzione del 3,3 per cento rispetto a gennaio 2009.


Tratto dai comunicati stampa dell’Istat:
http://www.istat.it/salastampa/comunicati/in_calendario/prodind/


Non esiste nessun miglioramento, al limite c’è una stabilizzazione e un incancrenirsi della crisi stabilizzata sulla pelle di centinaia di migliaia di persone costrette alla disoccupazione e su centinaia di migliaia di cassa integrati che vivono l’angoscia del licenziamento e della perdita di lavoro. Stiamo vivendo una situazione in cui le banche non danno i prestiti, non perché non vogliono finanziare la ripresa, ma perché non esiste un mercato nel quale la maggior parte delle imprese medio piccole possano avere non dico un futuro, ma riprendere i soldi investiti e ripagare le banche. Siamo in una situazione in cui lo Stato e gli enti locali bloccano o ritardano i pagamenti perché proprio non hanno soldi per farlo finendo per far fallire aziende che hanno prestato lavoro.
Stiamo vivendo una situazione in cui per aiutare la Calabria e lo smottamento si sbloccano fondi che erano bloccati da anni e che avrebbero dovuto servire per mettere in sicurezza il territorio.
La stabilizzazione verso il basso della produzione industriale non è un indice di uscita dalla crisi. Berlusconi può dire di stare per uscire dalla crisi visto che le azioni mediaset stanno sfiorando, e non certo per meriti economici, i 6 euro ad azione, ma quando si parla della crisi, si intende la crisi del paese, non quella del portafoglio del miliardario Berlusconi che può sputare sulle sofferenze del paese perché lui ha i miliardi. Non la crisi del picchiatore La Russa che aggredisce i giornalisti per nascondere la sua incapacità e la sua incompetenza e la sua viltà nell’assumersi le sue responsabilità nel saccheggio della società civile.
Probabilmente Berlusconi non ha letto i dati della produzione industriale, ma quelli del suo bilancio familiare.

11 marzo 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

martedì, marzo 02, 2010

La decisione sul crocifisso approda alla Grande Camera: o la Costituzione Europea o i campi di sterminio del dio padrone dei cristiani.


Per un attimo ho temuto che la Grande camera non considerasse importante la questione e la respingesse.
Invece, la Grande Camera, che funge un po’ da Corte Costituzionale Europea, ha deciso che la questione è eticamente importante.
Quali principi vogliamo a fondamento dell’Europa?
Ho guardato i media i quali si sono affrettati a dire che la Grande Camera aveva respinto la sentenza della Corte Europea per i Diritti dell’Uomo. Anche i vescovi cattolici si sono gettati a “cantare vittoria”, ma secondo me la questione è molto più importante: che cosa vogliamo a fondamento dell’Europa?
L’Inghilterra e la Francia hanno messo al bando i simboli religiosi. Questo vale anche per molte altre nazioni europee fra cui Finlandia e Svezia, davvero si pensa che la decisone della Grande Camera voglia introdurre il simbolo religioso dell’integralismo fanatico cattolico nelle scuole?
Se ciò fosse sarei davvero perplesso.
Ho una certa fiducia nelle istituzioni europee, anche quando sono costrette a cedere a dei compromessi.
Ora 27 magistrati riascolteranno le parti e discuteranno della questione.


Crocifisso nelle scuole, la corte europea accoglie il ricorso italiano
Il contenzioso approderànella "Grande Camera"

Soddisfazione da Frattini

STRASBURGO La Corte europea dei diritti dell’uomo ha accolto il ricorso presentato dall’Italia contro la sentenza che aveva sostanzialmente bocciato, il 3 novembre scorso, la presenza del crocifisso nelle aule scolastiche. A quanto si è appreso, il caso sarà quindi esaminato dalla Grande Camera nei prossimi mesi. Il ministro degli Esteri, Franco Frattini ha espresso «vivo compiacimento»: «constato con soddisfazione che sono stati accolti i numerosi e articolati motivi di appello che l’Italia aveva presentato alla Corte». La vicenda era nata dopo che la signora Soile Lautzi e il marito s'erano rivolti alla Corte contro lo Stato italiano perché i loro due figli frequentavano aule con il Crocifisso alla scuola dell'obbligo statale "Vittorino da Feltre" di Abano Terme. Contestavano un'ingerenza dello Stato nella libertà di pensiero e di religione.

Tratto da:
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201003articoli/52747girata.asp


Cosa comporta una decisione della Grande Camera?

Proviamo a leggere in cosa consiste la procedura delle sentenze che approdano al Tribunale Europeo dei Diritti dell’Uomo:


27. Entro un termine di tre mesi dalla data della pronunzia della sentenza resa da una camera, ogni parte può richiedere che il caso sia rinviato innanzi alla Grande Camera se esso solleva una grave questione relativa all’interpretazione o all’applicazione della Convenzione o dei Protocolli, oppure un’importante questione di carattere generale. Tali richieste sono esaminate da un collegio di cinque giudici della Grande Camera, composto dal presidente della Corte e dai presidenti di sezione, ad eccezione del presidente della sezione in seno alla quale è stata formata la camera che ha reso la sentenza, e infine da un altro giudice scelto, secondo un sistema di rotazione, tra quelli che non hanno fatto parte della camera che ha emesso la sentenza di cui si richiede il rinvio alla Grande Camera.
28. Una sentenza di camera diviene definitiva una volta scaduto il termine di tre mesi senza che nessuna delle parti abbia richiesto il rinvio alla Grande Camera, oppure anche prima di detta scadenza nel caso in cui le parti dichiarino espressamente di non avere l’intenzione di richiedere il rinvio alla Grande Camera, o infine se il collegio di cinque giudici rigetta la richiesta di rinvio.
29. Se il collegio accetta la richiesta, la Grande Camera decide sul caso a maggioranza e con sentenza definitiva.
30. Tutte le sentenze definitive della Corte sono vincolanti per gli Stati convenuti interessati.
31. Il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa è responsabile del controllo dell’esecuzione di dette sentenze. Esso è quindi incaricato di verificare che gli Stati che sono stati condannati per aver violato la Convenzione abbiano preso le misure necessarie per adempiere gli obblighi specifici o generali che risultano dalle sentenze della Corte.

La questione è importante.
Si tratta di sapere se l’Europa Unita intenda mettere al centro delle sue scelte la Costituzione Europea o i campi di sterminio che hanno insanguinato l’Europa e che sono emanazione del crocefisso.
Perché se dovesse essere accettato il crocifisso, dovrebbe essere accettato ogni altro simbolo religioso, lo prevede la Costituzione Europea.
Le sentenze della Grande Camera si estendono a tutti i paesi europei e sono una garanzia di laicità dell’Europa anche quando in Europa, che piaccia o meno, entrerà anche la Turchia.
Dalle decisioni della Grande Camera sul crocifisso dipenderà l’Europa futura. Sarà al Grande Camera a decidere se cristianesimo e islam potranno farsi guerra in Europa o se la Costituzione Europea sarà il faro che determinerà i principi etici dell’Europa Unita.

In altre parole, la Grande Camera dovrà decidere se nella nuova Europa deve entrare il principio:

Articolo 10 della Carta dei Diritti Fondamentali dei cittadini EuropeiLibertà di pensiero, di coscienza e di religione
1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione. Tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, così come la libertà di manifestare la propria religione o il proprio credo individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l'insegnamento, le pratiche e l'osservanza dei riti.
Oppure il principio dell’Esodo:

"Chi sacrifica ad altri Dèi fuorché al dio padrone solo, sia punito con la morte." Esodo 27, 19

02 marzo 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it