Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

martedì, marzo 02, 2010

La decisione sul crocifisso approda alla Grande Camera: o la Costituzione Europea o i campi di sterminio del dio padrone dei cristiani.


Per un attimo ho temuto che la Grande camera non considerasse importante la questione e la respingesse.
Invece, la Grande Camera, che funge un po’ da Corte Costituzionale Europea, ha deciso che la questione è eticamente importante.
Quali principi vogliamo a fondamento dell’Europa?
Ho guardato i media i quali si sono affrettati a dire che la Grande Camera aveva respinto la sentenza della Corte Europea per i Diritti dell’Uomo. Anche i vescovi cattolici si sono gettati a “cantare vittoria”, ma secondo me la questione è molto più importante: che cosa vogliamo a fondamento dell’Europa?
L’Inghilterra e la Francia hanno messo al bando i simboli religiosi. Questo vale anche per molte altre nazioni europee fra cui Finlandia e Svezia, davvero si pensa che la decisone della Grande Camera voglia introdurre il simbolo religioso dell’integralismo fanatico cattolico nelle scuole?
Se ciò fosse sarei davvero perplesso.
Ho una certa fiducia nelle istituzioni europee, anche quando sono costrette a cedere a dei compromessi.
Ora 27 magistrati riascolteranno le parti e discuteranno della questione.


Crocifisso nelle scuole, la corte europea accoglie il ricorso italiano
Il contenzioso approderànella "Grande Camera"

Soddisfazione da Frattini

STRASBURGO La Corte europea dei diritti dell’uomo ha accolto il ricorso presentato dall’Italia contro la sentenza che aveva sostanzialmente bocciato, il 3 novembre scorso, la presenza del crocifisso nelle aule scolastiche. A quanto si è appreso, il caso sarà quindi esaminato dalla Grande Camera nei prossimi mesi. Il ministro degli Esteri, Franco Frattini ha espresso «vivo compiacimento»: «constato con soddisfazione che sono stati accolti i numerosi e articolati motivi di appello che l’Italia aveva presentato alla Corte». La vicenda era nata dopo che la signora Soile Lautzi e il marito s'erano rivolti alla Corte contro lo Stato italiano perché i loro due figli frequentavano aule con il Crocifisso alla scuola dell'obbligo statale "Vittorino da Feltre" di Abano Terme. Contestavano un'ingerenza dello Stato nella libertà di pensiero e di religione.

Tratto da:
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201003articoli/52747girata.asp


Cosa comporta una decisione della Grande Camera?

Proviamo a leggere in cosa consiste la procedura delle sentenze che approdano al Tribunale Europeo dei Diritti dell’Uomo:


27. Entro un termine di tre mesi dalla data della pronunzia della sentenza resa da una camera, ogni parte può richiedere che il caso sia rinviato innanzi alla Grande Camera se esso solleva una grave questione relativa all’interpretazione o all’applicazione della Convenzione o dei Protocolli, oppure un’importante questione di carattere generale. Tali richieste sono esaminate da un collegio di cinque giudici della Grande Camera, composto dal presidente della Corte e dai presidenti di sezione, ad eccezione del presidente della sezione in seno alla quale è stata formata la camera che ha reso la sentenza, e infine da un altro giudice scelto, secondo un sistema di rotazione, tra quelli che non hanno fatto parte della camera che ha emesso la sentenza di cui si richiede il rinvio alla Grande Camera.
28. Una sentenza di camera diviene definitiva una volta scaduto il termine di tre mesi senza che nessuna delle parti abbia richiesto il rinvio alla Grande Camera, oppure anche prima di detta scadenza nel caso in cui le parti dichiarino espressamente di non avere l’intenzione di richiedere il rinvio alla Grande Camera, o infine se il collegio di cinque giudici rigetta la richiesta di rinvio.
29. Se il collegio accetta la richiesta, la Grande Camera decide sul caso a maggioranza e con sentenza definitiva.
30. Tutte le sentenze definitive della Corte sono vincolanti per gli Stati convenuti interessati.
31. Il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa è responsabile del controllo dell’esecuzione di dette sentenze. Esso è quindi incaricato di verificare che gli Stati che sono stati condannati per aver violato la Convenzione abbiano preso le misure necessarie per adempiere gli obblighi specifici o generali che risultano dalle sentenze della Corte.

La questione è importante.
Si tratta di sapere se l’Europa Unita intenda mettere al centro delle sue scelte la Costituzione Europea o i campi di sterminio che hanno insanguinato l’Europa e che sono emanazione del crocefisso.
Perché se dovesse essere accettato il crocifisso, dovrebbe essere accettato ogni altro simbolo religioso, lo prevede la Costituzione Europea.
Le sentenze della Grande Camera si estendono a tutti i paesi europei e sono una garanzia di laicità dell’Europa anche quando in Europa, che piaccia o meno, entrerà anche la Turchia.
Dalle decisioni della Grande Camera sul crocifisso dipenderà l’Europa futura. Sarà al Grande Camera a decidere se cristianesimo e islam potranno farsi guerra in Europa o se la Costituzione Europea sarà il faro che determinerà i principi etici dell’Europa Unita.

In altre parole, la Grande Camera dovrà decidere se nella nuova Europa deve entrare il principio:

Articolo 10 della Carta dei Diritti Fondamentali dei cittadini EuropeiLibertà di pensiero, di coscienza e di religione
1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione. Tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, così come la libertà di manifestare la propria religione o il proprio credo individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l'insegnamento, le pratiche e l'osservanza dei riti.
Oppure il principio dell’Esodo:

"Chi sacrifica ad altri Dèi fuorché al dio padrone solo, sia punito con la morte." Esodo 27, 19

02 marzo 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: