Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

mercoledì, febbraio 23, 2011

L'illuminismo arabo e il fondamentalismo cattolico di Silvio Berlusconi, Franco Frattini, Umberto Bossi e Zaia.


Forse è meglio rompere un po’ il silenzio sugli avvenimenti del nord-africa.
Che cosa sta succedendo nel Nord-africa e in alcuni paesi dell’Arabia?
Ciò che l’Europa, legata alla Costituzione Europea, ha sempre atteso: l’illuminismo arabo.
I regimi del nord Africa erano regimi dittatoriali. Nati da rivendicazioni socialiste sono naufragati in sistemi mafiosi, come quello italiano.

Nel mediterraneo si era costituito un sistema di regimi mafiosi che, come nella tradizione fascista, applicavano il diritto a sé stessi contro i propri cittadini.
Fra chi ha letture mafiose sull’uso della politica, come Berlusconi, Frattini, Maroni, Gheddafi, Mubarak, Alì, si instaurano rapporti di tipo personale, non certo di natura politica od economica. I rapporti politici ed economici sono rapporti conseguenti alla relazione dell’amico dell’amico e non il modo con cui vengono affrontate le questioni internazionali. Berlusconi non disturba l’amico Gheddafi mentre macella i cittadini libici. Non si tratta di una frase infelice, come tenta di nascondere il delinquente Bossi; per Berlusconi si tratta di nascondere come le azioni di Gheddafi siano, in realtà, le sue stesse intenzioni nei confronti dei cittadini italiani. Quel suo disprezzo per la legge; quel suo ritenersi al di sopra della legge; è il modo di essere indicato dal dio padrone dei cristiani che si permette di macellare tutti i cittadini e tutti i popoli in nome del suo dominio assoluto. Come fa Gheddafi e come pretende di fare Silvio Berlusconi non presentandosi davanti ai magistrati.

Nel nord Africa stiamo assistendo all’illuminismo arabo.
Dopo che gli USA hanno finanziato Bin Laden in funzione anti russa e il Dalai Lama in funzione anticinese, stanno scoprendo che esistono anche i cittadini dei paesi arabi.
Cittadini che hanno vissuto gli atti criminali di Bettino Craxi e del Berlusconi come suo agente operativo, una distruzione della società civile che ha visto la destra fascista, anche quando mascherata da socialisti o piduisti, attentare alle società civili.
Non essendo un passaggio violento che prevede l’insurrezione armata, è un passaggio doloroso, lento e foriero di molte apprensioni sullo sbocco che tali movimenti avranno.
Questo passaggio implica molta attenzione e molta ansia per i popoli che lo stanno effettuando.
Importante è l’atteggiamento dell’esercito dei vari paesi. Un esercito che sembra sia diventato consapevole di essere parte integrante delle varie società arabe e non il poliziotto a difesa dei dittatori mafiosi.

Gheddafi, l’amichetto dei bunga-bunga di Silvio Berlusconi, ha accusato l’Italia di armare gli insorti. Subito Silvio Berlusconi ha deciso di disturbare il suo amico e fra un singhiozzo e l’altro, fra fiumi di lacrime, gli ha detto che mai lui avrebbe danneggiato il suo bunga-bunga dando razzi ai suoi nemici.
Il grande problema è che Silvio Berlusconi ha costretto decine di industrie italiane ad investire in Libia ed oggi quelle industrie sono bloccate: altra disoccupazione e altri problemi per l’Italia. Problemi che arrivano soprattutto dall’Europa che attribuisce le stragi in Libia anche e soprattutto alla complicità di Silvio Berlusconi, di Frattini e di Maroni che hanno armato la Libia in base alle loro fantasie erotiche.

Il baciamano di Silvio Berlusocni a Gheddafi sta facendo il giro dell’Europa e i mille morti macellati in Libia vengono attribuiti alla complicità di Silvio Berlsuconi.

L’illuminismo arabo del nord-africa si apre contro l’ideologia dello stato mafia. A nulla valgono gli allarmi di persone moralmente corrotte come Franco Frattini, Silvio Berlusconi o Umberto Bossi sui 300.000 possibili arrivi in Italia. Arriveranno molte persone, ma non in questo momento.
Perché?
Perché è un momento di sviluppo ideologico. Un momento di speranza per un futuro possibile nel loro paese. E’ in Italia che esiste la disperazione e i giovani cercano lavoro all’estero per sfuggire dall’odio di Silvio Berlusconi, Franco Frattini, Umberto Bossi
Criminali come Cota o Zaia vivono dei veri e propri deliri di onnipotenza dimenticando i loro doveri nella società civile.

Il fondamentalismo cattolico è quello imposto da Silvio Berlusconi, Franco Frattini, Cota e Zaia, che tentano di imporre una guerra civile contro i musulmani proprio per impedire la nascita del nuovo illuminismo. Un illuminismo che il vescovo cattolico di Alessandria d’Egitto è ben deciso a combattere.



Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

23 febbraio 2011
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento: