Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

domenica, ottobre 30, 2016

Terremoti e scelte

Il terremoto avviene OGGI.
Ma tu, ieri, che scelte hai fatto?
Si dice: è fatalità, non si può prevedere.
Un po' come coloro che costruiscono, per vari motivi, la casa sulla "cassa di espansione" di un torrente. Per venti anni non succede nulla, poi arriva la piena eccezionale e porta via la loro casa.
E' fatalità?
No, sono scelte. Sono scelte anche quando non c'era altra possibilità se non quella scelta.
La differenza sta nello stato d'animo con cui la persona affronta la vita. Se la mia casa è costruita in un luogo o in condizioni precarie, i miei investimenti esistenziali non sono su quella casa. Io uso quella casa, ma non conto su quella casa. Ma se quella condizione afferra me stesso e condiziona la mia vita, non è fatalità l'inondazione: io ne ho voluto le conseguenze.

Questo vale anche per gli investimenti in banca: quando hai firmato un contratto di acquisto di azioni, subisci le conseguenze della tua scelta. Sei stato obbligato a fare quella scelta? Indubbiamente ci sono sempre condizioni che ci costringono a scegliere, ma una volta scelto abbiamo aperto la strada alle conseguenze...