Le modifiche alla Costituzione della Repubblica Italiana.

O le modifiche si pensano come un regime democratico, come democrazia dei cittadini, oppure si pensano dal punto di vista dell'ideologia nazista, come da anni le sta proponendo Luciano Violante del PD, in cui le Istituzioni sono le padrone dei cittadini, concedono i diritti, ma si riservano la libertà di stuprare e violentare i cittadini secondo le loro necessità

martedì, gennaio 10, 2017

Il dominio dell'uomo sull'uomo e l'ideologia del genocidio

L'odio sociale ha il suo fondamento
nei comandamenti ebraico-cristiani.
Trovo ridicolo Zygmunt Bauman che dal momento che parla per categorie di produttori e consumatori nelle categorie bibliche di schiavi e padroni, sia considerato un "marxista", anziché solo un ideologo ebreo che traffica in schiavi.
Un'idea "marxista" può essere considerata quella che supera il presente aumentando la libertà socio-culturale (ed economica) del presente (questo processo di trasformazione del presente, Marx lo chiama "comunismo"), non quella che legittima il controllo degli uomini da parte di una struttura di dominio che rientra nell'ideologia ebraico-cristiana. Pertanto, la discussione che riguarda il dominio dell'uomo sull'uomo, qualunque ne siano i contenuti, riguarda l'ideologia ebraico-cristiana mentre, se proprio vogliamo usare la categoria filosofica marxista ed egeliana, per rientrare nell'ideologia marxista, si deve parlare di comportamenti che, superando il controllo del dominio attuale, cercano di ottenere delle migliori condizioni di vita.
Per questo motivo Zygmunt Bauman era solo un nazista.
Quasi tutte le persone che fanno "cultura" rientrano nell'ambito del "nazismo" perché se spingessero per la libertà dell'uomo nell'ambito in cui vivono, sarebbero degli emarginati: non avrebbero soldi dalle trasmissioni televisive; non avrebbero soldi dai giornali; non avrebbero finanziamenti; non accederebbero al circuito pubblico dell'informazione. Per accedere a quel circuito di informazione e profitto economico è necessario essere degli strumenti utili al dominio e, pertanto, reinventare ideologia cristiana, ebrea, musulmana e buddista che politicamente rientrano nell'ambito del nazismo sociale.
E' come gli ebrei.
L'ideologia ebrea non è contro il genocidio come metodo per risolvere le relazioni fra gli uomini.
L'ideologia ebrea è contro coloro che hanno sterminato gli ebrei. Ma non condanna gli ebrei che mettono in atto il genocidio come non condanna il macellaio di Sodoma e Gomorra per i genocidi messi in atto. L'ideologia ebrea, e cristiana, sono ideologie che hanno il loro fondamento ideale nel genocidio, purché non siano loro ad essere infilati nelle camere a gas. Preferiscono infilarci le altre persone.
Per questo motivo Zygmunt Bauman era un nazista. Non si tratta di giocare fra aguzzini e vittime, si tratta di affermare che non è accettabile che predichi l'ideologia dello sterminio come metodo di controllo e dominio dell'uomo sull'uomo.
Claudio Simeoni

Nessun commento: